Mafalde, crema di peperoni, broccoli e noci

maf

Si avvicina mezzogiorno e, se non avete ancora pensato a cosa mettere  a tavola… ecco un buon primo. Stuzzicante, insolito ma di sicuro successo.

Non è una preparazione da 5 minuti ma con opportuna organizzazione in 40 minuti sarete a tavola!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di mafalde (le mie sono gluten free @Garofalo), una manciata di peperoni rossi e arancioni piccoli e dolci, una manciata di noci, due ciuffi di broccoli già lessati, sale, pepe, olio evo, aglio, paprika affumicata (facoltativa).

Procedimento: lavate e tagliate a rondelle i peperoni. Metteteli in tegame con uno spicchio d’aglio, poco olio, una spolverata di paprika, sale e pepe. Cuoceteli per circa 20′, ossia fino a che si saranno ammorbiditi. Trasferiteli in un mixer con 3/4 delle noci, poco olio e frullate la salsa. Mettete a bollire l’acqua per la salsa. In un tegamino saltate velocemente i broccoli con 1 cucchiaio di olio, sale e poco aglio. Lessate la pasta al dente. Scolatela, ma non troppo; trasferitela in un tegame con la salsa di peperoni e amalgamate il tutto per un minuto. Servite caldissima con broccoli e poche noci spezzate a mano.

Linguine alla sorrentina

linguinesorrentina

Questo è il tipico primo piatto che quando non sai cosa cucinare… non sbagli mai. Che sia pranzo, cena, ospiti inaspettati, bambini a pranzo… rimane sempre e comunque un classico, della cucina napoletana, senza tempo. Oggi lo rendiamo “moderno” con una cottura differente. A voi la prova d’assaggio. E… il sapore fragrante del pomodoro Mutti e di un pachino fresco verranno esaltati dalla speciale mantecatura.

Ingredienti per 4 persone: 400 g di linguine, 500 ml di passata di pomodoro verace Mutti, una manciata di pomodori di Pachino freschi, qualche foglia di basilico, un cucchiaio di origano secco, sale, pepe, mozzarella di bufala in bocconcini, 1 spicchio d’aglio, olio evo.

Procedimento: in un tegame a sponde alte e molto largo di diametro mettete uno spicchio d’aglio, 4 cucchiai di olio evo, la passata di pomodoro e poi accendete il fuoco. Non appena il sughetto inizia a sobbollire, regolate di sale e di pepe; unite le linguine e mezzo bicchiere di acqua calda. La fiamma deve essere dolce anche se non al minimo. A metà cottura della linguina, dopo circa 4 minuti, unite i pomodori tagliati in 4 parti e il basilico spezzato con le mani. Aggiungete anche l’origano. Il sughetto a un certo punto comincerà a tirare. Io preferisco che il sugo rimanga un pochino fluido, scivoloso. Terminate la cottura. Servite subito con mozzarella di bufala spezzata con le mani e adagiata sulla pasta.

Champignon fritti

champignofritti

Oggi vi propongo un modo diverso di gustare un fungo che solitamente si usa fare trifolato oppure diventa elemento da aggiungere alle insalate estive o come ripieno del filetto alla Wellington. Scoprirete così una nuova dimensione di “godimento gastronomico”, da proporre come antipasto, ma anche come contorno.

Ingredienti per 4 persone: 300 g di champignon grandi, una manciata di farina di mais tipo fioretto, una manciata di pangrattato, 1 uovo, Senape di Digione (quella con i semi visibili), 2 cucchiai di grana padano grattugiato, sale, pepe, aghi di rosmarino, olio di semi per friggere.

Procedimento: con uno strofinaccio togliete la terra in eccesso dai gambi; tagliate la parte finale; strofinateli nuovamente con un panno pulito. Normalmente i funghi non si lavano ma se proprio non vi fidate passateli velocemente sotto l’acqua corrente per poi tamponarli subito. Tagliateli a fette alte circa 3 mm. Predisponete due ciotole: nella prima riunite la farina di mais, il pangrattato e il rosmarino tagliato finissimo a coltello (dopo averlo lavato). Nella seconda, battete l’uovo con 1 cucchiaio di senape, sale, pepe e il parmigiano. Scaldate abbondante olio in una casseruola a sponde alte. Passate i funghi, senza romperli, nell’uovo e poi nella panatura secca. Premete con cura. Friggete 3/4 funghi per volta fino a doratura desiderata.

Servite caldi accompagnati da senape.

Orecchiette con cima di rapa e bottarga

orecchiettebottarga

Un tris vincente, tre soli ingredienti per un primo piatto che profuma di mare, di bella stagione, di sole. Un formato di pasta “accogliente” e carnoso come solo l’orecchietta pugliese sa essere. Una cima di rapa freschissima e tenera… non vi dico altro ma vi lascio la ricetta.

Ingredienti per due persone: 200 g di orecchiette, 200 g di cime di rapa (solo le cimette e non i gambi), 1 cucchiaio abbondante di bottarga di muggine in polvere, 1 spicchio d’aglio, sale grosso per la pasta, sale fino, olio evo.

Procedimento: pulite bene le cime di rapa sotto l’acqua selezionando solo le cimette e le foglie più tenere. Mettete a bollire una casseruola dove scotterete la verdura per 5/6 minuti. Nel frattempo scaldate l’acqua per la pasta con una presa di sale. L’acqua delle cime di rapa può essere tranquillamente usata per lessare la pasta: verrà ancor più saporita. Scolatele e trasferitele in un tegame con un pò d’olio, aglio e 1/2 cucchiaio di bottarga. Insaporite per 5/6 minuti. Non fatele asciugare troppo. Scolate le orecchiette al dente e trasferitele nel tegame. Amalgamate bene, unite 2 cucchiai di acqua di cottura delle cime e completate con la bottarga rimasta.

Risotto con zucca arrosto e piselli

risotto

Un’altro risotto con la zucca… avrete pensato… eh si perchè non c’è mai fine all’amore per questo binomio magico. Quest’oggi però c’è la variante del sapore total sweet… affrontiamo questo freddo week end in dolcezza e gusto!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di riso Carnaroli, 100 g di piselli freschi (quando siamo in stagione) o surgelati, 200 g di zucca mantovana, 50 g di burro chiarificato, aromi misti secchi (timo, maggiorana, rosmarino), brodo vegetale circa 1 litro, sale fino, 1 tazzina di latte (anche di soia).

Procedimento: in tegame anti aderente con sponde alte mettete circa metà del burro, la zucca ridotta a cubetti, sale fino (facoltativo). Fiamma medio bassa, mi raccomando. Dopo circa 5 minuti unite 2 cucchiai di brodo caldo e gli aromi misti secchi. continuate la cottura per altri 5 minuti. A questo punto unite il riso, che tosterete per 2 minuti; unite i piselli e 2 mestoli di brodo caldo. Proseguite la cottura unendo brodo dopo il completo riassorbimento del precedente e il latte. Terminate la cottura: spegnete la fiamma, unite il burro rimanente e servite dopo 1 minuto di riposo.

Spaghetti con broccoli, capperi, pomodori secchi

spaghibrocc

Oggi è Sant’Ambrogio e per i milanesi è senz’altro grande occasione per entrare nel mood dello shopping natalizio. E allora… facciamoci due spaghi leggeri e gustosi e usciamo a divertirci. Ma nel frattempo vi lasco la ricetta così non perdete tempo!

Ingredienti per due persone: 200 g di spaghetti, 150 g di broccoletti sbollentati, 3 falde di pomodoro secco, 1 cucchiaio di capperi di Pantelleria, un cucchiaio di mandorle in scaglie, olio evo, aglio, sale e pepe.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta con una presa di sale grosso. Nel mentre, in un tegame antiaderente, versate 3/4 cucchiaio di olio, uno spicchio di aglio vestito ma pressato con il palmo della mano, i broccoletti leggermente sminuzzati a mano, le mandorle, i pomodori secchi tagliati a julienne (striscioline). Avviate tutto a freddo e spadellate per il tempo di cottura degli spaghetti. Salate e pepate a piacere. Gli ultimi due minuti serviranno ad aggiungere i capperi dissalati. Scolate velocemente la pasta conservando acqua di cottura per la fluidità del piatto finale.

Gnocchi di zucca e ricotta

gnocchidiricottaQuesta che vi lascio e di certo la ricetta di gnocchi che mi riesce sempre bene e con facilità. Sia la zucca che la ricotta sono state acquistate al mercato e la qualità ne ha decisamente guadagnato. Fate anche voi spesa ai mercati rionali? Prendete questa bella abitudine… selezionate un banco che vi ispira, sperimentate i prodotti, stringete “alleanze”, fate domande ma soprattutto imparate a scegliere il meglio per la vostra tavola.

In ogni caso… se per la ricetta non l’avete già cotta… sarebbe più adeguato farlo in forno perchè lessandola in acqua la zucca incorpora troppo liquido. In alternativa la cottura a vapore è un ottimo compromesso. Tagliatela a pezzettoni di dimensione omogenea e cuocetela per 25/30′ circa.

Ingredienti per 4 persone: 250 g di zucca mantovana già cotta, 200 g di ricotta mista vaccina/capra, 1 uovo intero, 100 g di fecola di patate (in alternativa farina gluten free), 50 g di grana padano grattugiato, sale, pepe, noce moscata, 100 g di burro, un rametto di salvia.

 

Procedimento: iniziamo con la zucca. Prelevate tutta la polpa e mettetela in un recipiente; unite la ricotta, la fecola, l’uovo, il formaggio, sale, pepe, noce moscata. Impastate a mano. Con le mani umide formate delle sfere di 2 cm di diametro. Mettete a bollire abbondante acqua salata. A parte sciogliete il burro con la salvia a fuoco bassissimo. Lessate gli gnocchi e non appena salgono in superficie, scolateli con delicatezza.

Potete procedere in due modi: conditeli direttamente con burro e salvia e serviteli subito. Oppure… in teglia con il burro fuso, una spolverata aggiuntiva di grana e in forno per 10’a 180°C. Modalità grill…

IMG_4759

Spaghetti in salsa di senape piccante, acciughe e limone

spaghisenape

Oggi un primo piatto molto furbo: vi serviranno pochissimi ingredienti. Alcuni li avete già in casa li avete sicuramente già in casa: aglio, olio, peperoncino, prezzemolo e limone. La salsa si prepara praticamente nel tempo di cottura della pasta, rigorosamente al dente. Lasciatevi ammaliare dalla freschezza e dal sapore inconsueto… Per chi come me che ogni tanto si fa tentare da un buon piatto di pasta… ma non il solito… semplice ma saporito, di quelli che si improvvisa in pochi minuti. Buona giornata e soprattutto buon fine settimana!

Ingredienti per 4 persone: 350 g di spaghetti Rummo (i miei sono gluten free), 50 g di burro chiarificato, 8 filetti di acciughe sott’olio, 3 cucchiai di senape piccante, la buccia di 1 limone non trattato grattuggiato, il succo di mezzo limone, 4 cucchiai di prezzemolo fresco, 1 rametto di maggiorana tritato a coltello, olio evo, pepe nero.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta (non salatela troppo). Nel mentre in una ciotola riunite tutti gli ingredienti aggiungendo un filo d’olio e pepe nero a piacere. Scolate la pasta al dente (conservate una tazzina da caffè di acqua di cottura) e conditela con il contenuto della ciotola badando a mantenerla bella fluida  e non troppo asciutta.

NB la quantità di senape è variabile: se volete un sapore più marcato aggiungete un cucchiaio.

Risotto alla curcuma, con capperi e basilico

risottocurcuma

Abbagliante nel suo colore così ancora molto estivo, profumatissimo grazie alla spezia super food, goloso grazie alla ricca mantecata… ma cosa volete di più! La ricetta!

Ingredienti per 4 persone: 400 g di riso tipo Carnaroli, 2 cucchiai di curcuma, 1 litro di brodo vegetale, due cucchiai di capperi di Salina (sono più piccoli dei soliti di Pantelleria), 10 foglie di basilico fresco, 1 scalogno, 100 g di grana lodigiano 18 mesi, 70 g di burro.

Procedimento: scaldate il brodo. Preparate un soffritto di scalogno, 1 cucchiaio di burro o 20g. Non appena diventa lucido versate il riso e tostatelo velocemente. Unite ora il riso e la curcuma. Mescolate bene e successivamente versate il primo mestolo di brodo caldo. Non appena il riso avrà riassorbito il liquido, inserite un secondo mestolo. Andate avanti così fino a fine cottura, dopo 20 minuti circa. Spegnete il fuoco, aggiungete i capperi dissalati, qualche foglia di basilico strappata a mano, il formaggio e il burro. Servite con foglie di basilico intere.

Caserecce aglio, olio, peperoncino e finferli

caserecce aglioolioQuando ti prende la voglia di pasta, ma non la solita, banale… ecco che mi sono immaginata questo piatto così… per soddisfare vista e palato.

Partendo da una base classica, arricchita poi da un tocco di sottobosco… croccante. Vi lascio la ricetta!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pasta tipo caserecce di legumi (Felicia), 100 g di finferli freschi, 2 spicchi di aglio, due cucchiai di prezzemolo fresco, pane grattuggiato q.b., sale, olio evo.

Procedimento: come prima cosa pulite bene i funghi scegliendo quelli non troppo grandi per non doverli tagliare e quindi lasciare interi. Asciugateli con un panno da cucina. Nel frattempo mettete a scaldare abbondante acqua salata per la pasta. Lavate e tritate bene il prezzemolo. In una piccola casseruola del diametro di 10/12 cm mettete 1 dito di olio, l’aglio e il peperoncino. Scaldate bene l’olio ma non bruciate l’aglio. In un’altra mettete una manciata di pane grattugiato, poco sale e 1 spicchio di aglio pestato ma intero. Poco olio e unite anche i funghi. Cuocete 5 minuti a fiamma bassa senza bruciare ne il pane ne l’aglio. Nel caso unite 1 cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Lessate la pasta al dente e conditela prima con aglio e olio e poi, dopo aver ben amalgamato, anche con i funghi.