Panbrioche (gluten-free)

panbriochetaglio

Eccoci tornati con una ricetta golosa e senza glutine ovviamente. Per la prima volta ho voluto sperimentare il Panbrioche. Ne ho fatto una treccia e con lo stesso impasto delle mini brioche e girelle per la colazione o la merenda. Ecco la ricetta!

Ingredienti: 330 g di farina senza glutine (Schaer), 80 g di butto fuso freddo, 75 g di acqua non fredda, 2 uova medie, 50 g di miele mille fiori (o come preferite), 1 pizzico di sale, 4 g di lievito secco, 60 g di zucchero di canna, zucchero a velo.

Utensili: fruste elettriche

briocheProcedimento: in una ciotola ampia e capiente aprite le uova e battetele con una forchetta; unite il miele, l’acqua, un pizzico di sale, e il burro fuso. Avviate le fruste elettriche e mescolate fino ad avere un composto omogeneo. A parte preparare farina e lievito mescolati insieme. Unite poi alla parte liquida e riavviate le fruste. Continuate cosi fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo e senza grumi. A questo punto sigillate la ciotola e lasciate lievitare per 2 ore almeno. Passato questo tempo trasferite l’inasto in frigorifero per almeno 12 ore fino a che l’impasto si solidificherà.

Io l’ho preparato la sera per il mattino.

Recuperate l’impasto, ponetelo su un piano ben infarinato e stendete una parte con uno spessore di 1 cm per le brioche. Tagliate dei triangoli che abbiano una base di 8cm e lati di 15 cm; arrotolateli su se stessi partendo dalla base e curvate le punte per creare la forma. Per le girelle ricavate dei cilindri di spessore di 2 cm e arrotolateli a spirale. Per la treccia ricavate 3 cilindri di 3 cm e intrecciateli. Decorate la treccia con mandorle tostate, oppure granella di noci o di pistacchi.

Lasciate riposare ancora per 90′. A questo punto infornate a 180°-190° per 10-15 minuti in modalità ventilata. Fate dorare la superficie. A fine cottura fatte raffreddare e cospargete di zucchero a velo.

Filoncino fatto in casa (gluten-free)

finolcinobis

Buongiorno. Dopo svariati tentativi (almeno 4), sono qui a condividere con voi un piccolo successo personale. Finalmente un filoncino di pane come si deve: profumato, croccante, buona alveolatura… provatelo anche voi e incrociate le dita perché ad ognuno può risultare differente.

Ingredienti: 250 g di farina senza glutine (io uso Schaer di solito), 2 g di lievito secco, 1 cucchiaino di miele, 250 ml di acqua nn fredda, 5 g di sale fino, 10 g di olio evo.

Procedimento: in una ampia zuppiera versate la farina e il lievito secco. Mescolate con un cucchiaio di legno o plastica. Aggiungete il miele e poco alla volta tutta l’acqua. Continuate a mescolare anche se l’impresa vi spezza le braccia… ahaha… a questo punto unite sale e olio e continuate instancabilmente a rimescolare l’impasto che avrà una densità morbida.

filoncinoNon preoccupatevi. Coprite con la pellicola, sigillate bene e riponete in forno spento per 2 h di lievitazione. Passato questo tempo trasferite con delicatezza l’impasto in una teglia: per potere dare la forma del filone e non far tracimare l’impasto ovunque, ponete all’interno e sui fianchi della stagnola come se fosse un argine. Infornate a 200° per 35-45′ in modalità ventilata. Controllate comunque spesso il colorito della crosta.

Sfornate e lasciate raffreddare senza farvi prendere dal desiderio immediato di staccarne un pezzo!

Pasta fresca fatta in casa

pexels-photo-327143Scopriamo come realizzare in casa la pasta fresca all’uovo: un impasto da cui si ricavano i più svariati formati di pasta tra cui lasagne, ravioli e tagliatelle. Preparare in casa la pasta fresca è davvero semplicissimo, basta solo armarsi di energia, farina, uova e la giusta manualità per impastare.

INGREDIENTI

Le dosi generalmente sono: 1 uovo di grandezza media per ogni 100 g di farina.

ATTREZZATURA

  • una spianatoia in legno abbastanza ampia da poter gestire un mattarello di almeno 60cm (l’ideale sarebbe di 1 metro)
  • un coltello tagliapasta lungo e a lama quadrata
  • spatola per raschiare
  • macchina tagliapasta (facoltativa)

PROCEDIMENTO

Disponete la farina a “fontana” sulla spianatoia e rompete le uova nello spazio ricavato con le mani al centro (una specie di cratere). Con una forchetta sbattete le uova inglobandole gradualmente la farina dai bordi. Quando è tutta assorbita, si inizia ad impastare, con le mani, fino ad ottenere un impasto grossolano. Anche se sembra uno spreco, è meglio non incorporare le raschiature dell’impasto. Lo stesso deve avvenire con le mani: bisogna lavarle e asciugarle bene perché i residui secchi potrebbero bucare la sfoglia. Riprendete a impastare con movimento ritmico di mani e polsi lavorando la pasta sempre dalla stessa parte, senza rivoltarla. Dopo ogni pressione, si gira di un quarto di giro in senso orario. Dopo circa 15′ la pasta è pronta. Avvolgete l’impasto in un foglio di pellicola e lasciate riposare per almeno 30′. La maglia glutinica si deve “rilassare”…

pasta-spaghetti-noodle-pasta-nests-47306Infarinate la spianatoia: ponete la palla di pasta al centro e iniziate a stendere. I movimenti andranno dal centro alla parte superiore e dal centro ai lati. Fatto ciò, bisogna girarla di un quarto di giro in senso orario per farle prendere forma circolare e ricominciate a stenderla. Si continua fino a ottenere uno spessore di poco meno di un millimetro. A questo punto lasciate asciugare sulla spianatoia per qualche minuto. Se decidete di fare tagliatelle arrotolate la sfoglia delicatamente e con l’aiuto di un coltello tagliate delle striscie da 7 mm; 2-3 mm per i tagliolini; 2 cm per delle pappardelle. Per i ravioli dovrete prevedere un ripieno e procedere, se volete, come in questa ricetta.

pexels-photo-1398688NB: se non vi sentite tranquilli nei tagli procedete con una classica macchina taglia pasta!

Elly’s cheesecake

cheesecake

Oggi vi incanterò con un dolce che non potrete fare a meno di ammirare e spero… provare! Non è opera mia ma di mia figlia che ogni tanto riempie la casa di un profumo celestiale… proveniente dal forno… La ricetta è sempre la storica presa e leggermente modificata dal libro di dolci download“American Bakery” della famosissima blogger americana Laurel Evans. La ricetta va un pò “assimilata” e con il tempo migliorerà sempre di più: potrete variare il tipo di frutta, di marmellata, ma sarà sempre e comunque strepitosa.

Note:  le cheesecake possono nascondere alcuni passaggi insidiosi  quindi bisogna sempre tenere sotto controllo la cottura  poiché le variazioni nella temperatura del forno possono influenzare il risultato finale – il formaggio spalmabile deve essere a temperatura ambiente e la farcia non deve essere lavorata eccessivamente.

Ingredienti – per la base:75 g di biscotti tipo Digestive finemente sbriciolati, 40 g di burro, 1 cucchiaio e mezzo di zucchero, 25/30 g di nocciole tostate e tritate; per la farcia: 500 g di formaggio spalmabile (Philadelphia) a temperatura ambiente, 125 g di zucchero, la scorza grattugiata di 1/2 limone bio, 1/2 cucchiaio di estratto di vaniglia (facoltativo), 2 uova intere non fredde, 1 cucchiaio di farina glutenfree Schaer, 60 g di yogurt ai frutti di bosco; per la copertura: un cestino di fragole, uno di mirtilli, 150 g di marmellata di lamponi e rabarbaro, succo di 1/2 limone bio.

Accessori: frusta, mixer, contenitori in acciaio, spatole.

Procedimento: pre-riscaldate il forno a 170°C. Dedichiamoci ora alla preparazione della base. In un recipiente mescolate i biscotti (sbriciolati) con il burro che avrete fuso a fuoco basso. Unite lo zucchero e le nocciole e mescolate con una forchetta. Imburrate una teglia a cerniera del diametro di 23cm. Versate il composto e premetelo bene a coprire tutta la superficie… aiutatevi con un cucchiaio nel caso o con una spatola a lama corta. Cuocete per 13′ e poi sfornate subito. Fare raffreddare molto bene. Nel frattempo, con tutta calma dedicatevi alla farcia. In un recipiente mescolate il formaggio con lo zucchero e cercate di ottenere un composto ben liscio. Usate una piccola frusta a mano. Aggiungete la scorza di limone e l’estratto di vaniglia. Unite anche le uova (una alla volta incorporandolo bene), lo yogurt e la farina, setacciata, per evirate sgradevoli grumi. Incorporati tutti gli elementi, mettete da parte e controllate che la base sia ben fredda. Versate la farcia sulla base e infornate nuovamente a 250°C per 10′. Passato questo tempo abbassate la temperatura a 90° e proseguite la cottura per altri 40′ o fino a quando la crema sarà ben soda ma con la parte centrale leggermente “tremolante”. Tirate fuori dal forno e passate subito la lama di un coltello lungo il bordo della torta. Lasciare raffreddare completamente e se possibile lasciatela in frigorifero per almeno 4 ore prima di coprirla. Potrete gustarla così o procedere ad una copertura super scenografica: scaldate la marmellata per 2′ in un pentolino a fuoco basso e con questa copriteci la torta, badando a non farla cadere lungo i bordi. Tagliate la frutta mantenendo una dimensione uniforme e disponendola sopra la base secondo il vostro estro! Servite subito o raffreddate leggermente per stabilizzare la frutta.

Base per gnocchi di patate

food-polish-cooking-making

 

 

Ingredienti per 2 persone:
500 g di patate, 125g di farina bianca,

1 uovo, sale.
Procedimento: lavate accuratamente e lessate le patate con la buccia. Non appena saranno pronte, schiacciatele con l’apposito strumento (la buccia rimarrà all’interno e voi non vi scotterete le mani). Unite un pizzico di sale, la farina e cominciate ad impastare. Non appena gli ingredienti si sanno amalgamati, aggiungete anche l’uovo. Tornate a impastare con le mani. 
Su un piano leggermente infarinato, dividete il composto in tanti filoni dello spessore di 2 cm ciascuno che taglierete con un coltello a distanza regolare di circa 3 cm. Potete lessarli così oppure potete passarli sui rebbi di una forchetta, oppure farli “scivolare” sui denti di una grattugia per dare una trama più irregolare ma tipica dello gnocco. Prima della cottura lasciateli riposare per almeno 15′. 

Base per pizza

Ingredienti per 4 persone: 500 g di farina 00, 25 g di lievito di birra, 1 cucchiaio di zucchero, 2 cucchiai di olio EVO, 2 cucchiai di sale, farina per la spianatoia.
Procedimento: in una ciotola con acqua tiepida sciogliete il lievito di birra. Aggiungete lo zucchero e una manciata di farina e amalgamatela energicamente fino ad ottenere una pastella morbida. Copritela e lasciatela riposare per mezz’ora. Su una spianatoia disponete a fontana la farina rimasta, ben allargata, spargendo il sale lungo la circonferenza esterna in modo che non tocchi la parte dove incorporerete la pasta già lievitata. Aggiungete olio, 2 dl di acqua tiepida e impastate nuovamente con le punte della dita. Quando tutta la farina sarà amalgamata, raccogliete l’impasto e lavoratelo con le mani per almeno 15 minuti. Dovesse risultare un pò duro aggiungete 2 cucchiai di acqua tiepida.Formate una palla, infarinatela e depositatela in una ciotola capiente. Praticate un taglio a croce, coprite con un telo di cotone inumidito e lasciate lievitare per 2-3 ore fino a che non sarà raddoppiato di volume.

Base per pane in cassetta

2768664Dose per 6 persone: 650 g di farina senza glutine, 25 g di lievito di birra (SG), 4 dl di latte, 60 g di strutto, 1 tuorlo, olio extravergine d’oliva, semi vari tipo: sesamo, zucca, girasole e papavero, poco burro, sale. 
Procedimento: iniziate sciogliendo il lievito di birra in poco latte tiepido; mettete la farina in una larga marmitta o su una spianatoia (se avete lo spazio). Versate poco per volta il lievito sciolto, lo strutto e una presina di sale. Unite a piacere i semi. Lavorate bene gli ingredienti fino ad ottenere una bella palla soda ma elastica. Ungetela con poco olio, lasciatela riposare per 90 minuti, coperta. Riprendete il composto e tornate a lavorarlo dandogli una forma rettangolare. Trasferitelo in uno stampo tipo plumcake e lasciatelo li per altri 60 minuti. Alla fine della seconda lievitazione cuocete a 190° per 40 minuti. 

Meringa classica (a freddo)

1170805Ingredienti: 100 g di albume d’uovo, un pizzico di sale, poco succo di limone, 200 g di zucchero semolato.
Procedimento: con le fruste elettriche montate gli albumi con un pizzico di sale, poco succo di limone. Usate una velocità moderata. Dopo 6′ unite lo zucchero ma poco alla volta. Dopo 45″ l’impasto risulterà spumoso, leggero ma sodo. Nel frattempo foderate una placca con carta forno. Distribuite i ciuffetti di meringa riempiendo una sac a poche con bocchetta liscia.
Cuocete a 60-80° per 2-4 ore per mantenere il candore classico. 
A 110° per 60-90′ per dorare leggermente fuori e mantenerle morbide dentro.

Pagnotta multicerali

7199286Ingredienti: 400 g di farina integrale (glutenfree la mia), semi assortiti tra semi di lino, sesamo, papavero, zucca, girasole, 400 ml di acqua tiepida, un panetto di lievito fresco, 2 cucchiai di olio Evo, due pizzichi di sale.
Procedimento: sciogliete il lievito in un recipiente molto capace con l’acqua. Con l’aiuto di un frullino cominciate ad incorporare la farina ed i semini poco per volta. A metà unite anche l’olio e il sale. Fatto cio lasciate lievitare per un ora il composto già travasato in uno stampo da plumcake bello grande, coperto. Preriscaldate il forno a 200*C e cuocete il vostro pane per 30′.

Base per bavarese

7677905Dolce al cucchiaio di origine francese, la bavarese assomiglia ad un budino ma ha generalmente una base di crema inglese o di frutta, con l’aggiunta di panna montata legata dalla gelatina. Si può aromatizzare al cioccolato, al caffè, alla vaniglia…
Ingredienti e procedimento per base alla crema: 12 g di gelatina in fogli, 3 tuorli, 85 g di zucchero, 300 g di latte, 1/2 bacello di vaniglia, 200 g di panna per dolci. 
Mettete a bagno in acqua fredda la gelatina. In una bacinella lavorate i tuoli con lo zucchero e poi stemperate con latte bollito con mezzo bacello di vaniglia e successivamente filtrato. In questa fase potete aromatizzare la crema con cioccolato, caffè solubile, purè di pistacchi o di nocciole. Trasferite la crema in una casseruola e cuocetela a fiamma bassissima e mescolandola continuamente. Se avete un termometro portate la temperatura a 85°C. Non deve assolutamente bollire sennò l’uovo si “strapazzerà”… Dopo qualche minuto immergete il fondo della casseruola in acqua e ghiaccio per interrompere la cottura. Scolate e strizzate la gelatina e unitela alla crema. Lasciate raffreddare. Nel frattempo montate la panna ma non a neve fermissima; unitela alla crema mescolando dal basso verso l’alto. Con l’impasto ottenuto potete fare un’unico dolce con uno stampo tipo da budino o suddividerla in stampini lasciandola rassodare in frigo per almeno 6 ore. Per sformare con facilità la bavarese immergete gli stampi in acqua calda ma non bollente per pochi secondi, staccate i bordi con due dita e rovesciate nel piatto da portata desiderato:
Ingredienti e procedimento per base alla frutta: 12 g di gelatina, 150 g di frutta matura, 80 g di zucchero, 70 g di acqua, 200 g di panna per dolci. 
Cuocete la frutta eventualmente già frullata (per avere una grana fine) con lo zucchero e l’acqua. Dopo 2′ di fiamma media spegnete e unite la gelatina scolata e strizzata. Lasciate raffreddare. Nel frattempo montate la panna ma non a neve fermissima; unitela alla purea di frutta mescolando dal basso verso l’alto. Con l’impasto ottenuto potrete fare un’unico dolce con uno stampo tipo da budino o suddividerla in stampini lasciandola rassodare in frigo per almeno 6 ore. Per sformare con facilità la bavarese immergete gli stampi in acqua calda ma non bollente per pochi secondi, staccate i bordi con due dita e rovesciate nel piatto da portata desiderato e con decorazioni di frutta fresca.