Muffin al limone

tortineI muffin al limone sono semplici, deliziosi e tanto profumati. In alternativa potete aromatizzarli all’arancia e gocce di cioccolato.
Ingredienti: 1 bustina di lievito vanigliato, 2 cucchiai di zucchero a velo, 100 g di zucchero, 400 g di farina di manitoba, 2 limoni, 80 ml di olio di semi di girasole,100 ml di panna, 1 uovo intero, 1 tuorlo, 100 g di yogurt greco
Procedimento: mescolate lo yogurt con l’uovo, il tuorlo, la scorza grattugiata e il succo dei limoni, l’olio, lo zucchero e la panna, quindi unite la farina setacciata (poca alla volta) con il lievito. Versate il composto in 2 stampi da muffin, riempiendoli per due terzi e cuoceteli in forno preriscaldato e statico a circa 180° per 20 minuti circa. Estraete i muffins dal forno, fateli raffreddare e spolverizzateli di zucchero a velo.

Ciambella yogurt e arancia

ciambaaperta

Una ciambella profumata e morbidissima per la colazione di tutti i giorni… e se fa caldo e non volete usare il forno potete usare il fornetto Versilia del quale vi ho già parlato in diverse occasioni.

Ingredienti: 4 uova, 1 arancia non trattata, 330 g di farina, un pizzico di sale, 2 cucchiaini di lievito per dolci, 1 bustina di vaniglina, 100 g di zucchero, 170 g di olio di semi di girasole, burro qb, 1 vasetto di yogurt intero (o agli agrumi).

Procedimento: rompete le uova in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero e montate il tutto con le fruste fino ad avere un composto gonfio e omogeneo. Unite l’olio poco per volta, poi continuate a lavorare il composto fino a quando è perfettamente amalgamato. Aggiungete la farina setacciata, il succo e la scorza d’arancia, la vaniglina, lo yogurt, un pizzico di sale e infine il lievito setacciato. Prendete uno stampo a forma di ciambella, imburrato e infarinato, versateci il composto, cospargete di pinoli e poi infornate il tutto a 180° per circa 50 minuti.

ciambayogoara

 

Chiacchere di Carnevale (fritte)

frappe

Chiacchiere, frappe, bugie, tanti nomi per questi dolci buonissimi e semplicissimi da preparare. Sono dolci tradizionali intramontabili che non possono mancare sulla nostra tavola, e alle feste di carnevale dei vostri bambini.
Oggi ve le propongo fritte.

Ingredienti: 1 Uovo, 1 cucchiaio di Zucchero, 1 cucchiaio di rum (in alternativa vino bianco), 1 cucchiaio di Olio di Girasole, Buccia grattugiata di arancia a piacere, un pizzico di sale, 140g di Farina circa, Olio Per Friggere,zucchero a velo quanto basta.

Procedimento: in una ciotola rompiamo un uovo, aggiungiamo lo zucchero e un cucchiaio di liquore, un cucchiaio di olio di semi e la buccia grattugiata dell’arancia, un pizzico di sale e infine la farina poco per volta, possibilmente setacciata.

frappeinprogress

Iniziamo ad impastare con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Stendiamo la pasta, (su carta forno infarinata diventa più facile), con un mattarello per ottenere una base sottile, spolveriamo di farina man mano che procediamo a dare forma alla sfoglia.
Con la rotella tagliamo a strisce la pasta, prima in un senso, poi nel senso opposto per ottenere lunghi rettangoli. Prepariamo il tegame con l’olio per friggere. (l’olio è pronto quando versando un pezzetto di impasto torna subito a galla). Mettete a friggere un paio di chiacchiere alla volta e rigiriamole un paio di volte per farle cuocere da tutti i lati. Quando sono dorate scoliamo e appoggiamo su carta assorbente. Continuiamo a friggere tutto l’impasto. Infine spolveriamo di zucchero a velo abbondante e mangiamole ancora calde!

Frittelle di riso

frittele di riso

Questo è uno di quei dolci che affonda le sue radici nella pianura Bassa Lodigiana, di proprietà di mia nonna materna Angela, (che tante ricette mi ha lasciato) e che umilmente replico. A volte finiscono così presto che non riesco neanche a fotografarle. Le devo fare quando sono sola sennò è la fine. Vi lascio la ricetta… trattatela bene e fatela provare ai vostri cari.

Vi ringrazieranno.

Ingredienti: 300 g di riso bianco Carnaroli, 50 g di uva sultanina, 100 g di farina di riso, 100 g di zucchero, 1/2 bicchierino di rum (serve ad ammorbidire l’uvetta), olio di semi di girasole,zucchero a velo.

Procedimento: il riso va lessato completamente quindi non al dente e può essere fatto anche con anticipo. In un recipiente riunite il vostro riso leggermente raffreddato, lo zucchero, l’uvetta che avrete lasciato in “ammollo” per 5 minuti, la farina. Mescolate bene con una forchetta. Nel frattempo scaldate una casseruola di grandezza media con abbondante olio. Formate delle “quenelle” (polpettine) con l’aiuto di due cucchiai e tuffatele nell’olio bollente. Doratele su tutti i lati, scolatele bene con una schiumarola e raffreddatele su carta assorbente. Servitele appena tiepide con zucchero a velo in abbondanza.

Ciambelle bicolore

ciamba2

Molti studi sulle abitudini alimentari in Italia hanno constatato che la colazione è il pasto più trascurato. Le cause principali di questo fenomeno risultano essere l’abitudine, la fretta e la mancanza di appetito. E quindi vi propongo una soluzione che incontrerà il gusto di tutta la famiglia.

Ingredienti per circa 10 ciambelle: 2 uova, 100 g di zucchero bianco, 40 ml di latte, 60 ml di olio di girasole, 130 g di farina senza glutine, 1/2 bustina di lievito per dolci, la scorza grattugiata di un’arancia. Per colorare l’impasto base: 10 g di cacao amaro, 20 ml di latte, zucchero a velo.

ciamba1

Procedimento: in una zuppiera riunite tutti gli ingredienti che sbatterete energicamente con una frusta a mano o elettrica. Dopo 5 minuti dividete l’impasto fluido in due ciotole identiche. In uno dei due recipienti unite il cacao e il latte. Mescolate bene. Ungete la teglia per ciambelle con poco burro e poca farina. Con l’aiuto di due cucchiai disponete i sue impasti contemporaneamente, facendo attenzione a mantenere lo stacco di colore tra i due. La foto vi può aiutare a capire meglio.
Al termine, infornate per 20′ a 170°. Controllate la cottura a metà tempo. Sfornate e lasciate raffreddare completamente. Guarnite con zucchero a velo.

Plumcake alle nocciole e cuore di cioccolato

plumcakecuordicioccolato

Oggi in arrivo un dolce che racchiude una golosa sorpresa. Tanto per iniziare è completamente gluten-free. C’è pochissimo burro… il che compensa e perdona la presenza della crema al cioccolato che anche dopo cotta rimarrà morbida e vellutata.
Cosa aspettate a far felice i vostri bimbi piccoli… e anche quelli grandi?
Allacciate il grembiule e cominciate!

Ingredienti: 280 g di farina di nocciole, 40 g di amido di mais, 60 g di zucchero, 60 g di burro morbido, 2 uova intere, 1/2 bustina di lievito per dolci, 30 ml di acqua, il succo di un’arancia, crema di nocciole (io uso la nocciolata Rigoni ma la più comune Nutella andrà bene), zucchero a velo q.b.

Procedimento: in una ciotola montate a spuma (con l’aiuto delle fruste elettriche) le uova con lo zucchero. Unite poi l’acqua, il succo d’arancia filtrato, e in successione la farina di nocciole, il lievito, il burro. Preriscaldate il forno a 170C. Imburrate una tortiera da plumcake oppure usate una forma in silicone dove non servirà usare uno staccante. Versate metà del composto sul fondo della tortiera; fate cadere 3 cucchiai colmi di crema di nocciole per tutta la lunghezza, coprite con il resto dell’impasto. Infornate e cuocete per circa 25 minuti, dipende dal forno. A cottura ultimata, lasciate raffreddare completamente poi cospargete di zucchero a velo.
Proprio una colazione da campioni!

Muffin alle carote, amaretti e cannella

muffin2

Quando ti ritrovi con il frigorifero pieno di carote… la prima cosa che mi viene in mente è di fare un delicatissimo muffin, profumato, perfetto per la colazione e la merenda, farcito di crema alle nocciole o per il semplice tè delle cinque. Si fa in pochissimo tempo e si può gustare anche tiepido.

Ingredienti per 12 muffin: 300 g di farina 00, 300 g di carote grattugiate, 3 uova, 120 g zucchero semolato 60 g olio di semi di girasole 1 bustina di lievito per dolci, un pugno di amaretti sbriciolati, 1 cucchiaio di cannella in polvere, zucchero a velo.

muffin1

Procedimento: dopo aver lavato bene le carote, grattugiatele in una ciotola oppure tritatele nel mixer e tenetele da parte; nel frattempo con uno sbattitore elettrico montate le uova con lo zucchero finchè non saranno spumose e morbide. Aggiungete a questo punto, continuando a mescolare, l’olio. A parte riunite la farina col lievito in polvere e la cannella, e successivamente aggiungeteli all’impasto delle uova, setacciandola per evitare la formazione di grumi nell’impasto. Aggiungete le carote e accendete il forno portandolo a circa 170 °C.
Se avete stampini antiaderenti da muffin versate direttamente il composto fino a circa 2/3 dell’altezza, altrimenti imburrate e infarinate i contenitori. Potete anche usare un velo di staccante per dolci. Cuocete per circa 30′ verificando la cottura con uno stuzzicadenti.
Togliete dal forno e lasciate raffreddare prima di togliere i muffins dagli stampi.

Sbriciolata di mele ed uvetta

Eccoci con una bella torta profumata e sana… nonostante il burro… La possiamo chiamare anche apple crumble ed è un dolce di origine anglosassone. E’ una torta di mele veloce e facile facile! Quindi allacciate il grembiule e mani in pasta!

sbriciolatameleuvetta

Ingredienti per la frolla: 400 g di farine tra integrale, riso e 00, 100 g di zucchero, 120 g di burro, 2 uova intere, 1 bustina di lievito per dolci (16 g), zucchero a velo.
Per il ripieno:2 mele Golden grandi, 80 g di zucchero, 80 g di uva sultanina, succo di un limone.
Versate la farina setacciata in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero e una bustina di lievito per dolci. Mescoliamo bene; aggiungete due uova. Quindi il burro a temperatura ambiente.
Continuate a mescolare ma con le mani perché la pasta frolla deve rimanere “sabbiosa”, ma allo stesso tempo dobbiamo essere sicuri di incorporare bene tutti gli ingredienti.
In un tegame antiaderente mettiamo le mele già tagliate a cubetti. Aggiungete 80g di zucchero, l’uvetta e il succo di un limone e lasciamo cuocere 4-5 minuti sempre mescolando.
Prendiamo una tortiera di 24 cm di diametro. Sul fondo sistemiamo un disco di carta forno (a meno che non sia di silicone). Versiamo metà della frolla per coprire la base, pressiamo leggermente con la mano e allo stesso modo ricaviamo i bordi. Versate il ripieno alle mele che distribuirete sulla superficie con un cucchiaio.
Infine versiamo il resto della frolla cercando di coprire uniformemente tutte le mele, questa volta non schiacciamo, per mantenere l’effetto “crumble”. Infornate a 180° per 30-35 minuti (forno statico).
A fine della cottura, lasciate raffreddare completamente; solo allora la torta potrà essere sformata dalla tortiera. Spolverate di zucchero a velo e… è arrivato il momento della merenda!

Crostata delle stelle

La mia proposta di oggi è una crostata molto rustica, dai sapori e i profumi che fanno casa, festa, calore familiare.
Non abbiamo il burro quindi risulterà più leggera… accompagnata da un profumatissimo tè caldo.

proc

Ingredienti per la frolla: 350 g di farina bianca (anche SG), 90 g di olio di semi di girasole, 2 uova intere non fredde, 80 g di zucchero di canna, 1/2 bustina di lievito per dolci, marmellata di frutti di bosco, 200 g di amaretti, 1/2 bicchierino di rum, zucchero a velo.

torta1

Procedimento:riunite tutti gli ingredienti per la frolla in una ciotola capiente, impastate bene ed energicamente per almeno 5 minuti. Se risulta un pò asciutta, non legata, unite 2 cucchiai di latte. Fate una sfera e poi mettetela a riposare per 15 minuti. Riprendete la frolla, dividetela in due parti uguali e stendete due dischi con l’aiuto di carta forno sotto e sopra per evitare di romperla e di usare ulteriore farina. In un recipiente mettete 2/3 di vasetto di marmellata, gli amaretti pestati grossolanamente, il rum e mescolate vigorosamente. Oliate e infarinate una teglia di circa 24cm di diametro, appoggiatevi dentro il primo disco e andate a riempire con un bello strato di composto a base di marmellata ed amaretti. Prendete il secondo disco: con uno stampino a forma di stella ricavate delle stelline che terrete poi da parte. Il disegno a stelle deve rimanere piuttosto al centro (come nella foto). Ricoprite con il secondo disco rifinendo i bordi con una forchettina e bucherellandone la superficie. Disponete sulla superficie le stelline che avete ricavato dall’impasto. Cuocerà in circa 30′ a forno statico 180°C. Dopo la cottura lasciate raffreddare e spolverizzate di zucchero a velo.

torta2

ECLAIR E BIGNÈ DELLE FESTE CON CREMA PASTICCIERA

alzatina

Ingredienti per 12-14: 150 g di farina 00, 150 ml di latte, 125 ml di acqua, 100 g di burro, 4 uova medie, 1 cucchiaino di zucchero semolato, 1/2 cucchiaino di sale, crema pasticcera, codette di cioccolato miste a piacere.

 

Procedimento: mettete 125 ml di latte, l’acqua, il burro, il sale e lo zucchero in una casseruola su fuoco basso. Ad una prima ebollizione,versate la farina a pioggia e mescolate con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto liscio. Dopo un minuto levate dal fuoco e trasferite il composto in un recipiente in acciaio. Lasciare raffreddare un pò. A questo punto, aggiungete, una alla volta, le uova, mescolando di continuo con il cucchiaio. Fatto ciò, la pasta deve risultare liscia e lucida e cadere dal cucchiaio in un nastro denso. Accendete il forno a 170°; ricoprite una teglia con carta da forno; riempite una sac a poche dopo aver tagliato la punta in modo da creare un buco per la fuoriuscita della pasta bigné di circa 3 cm e cominciate a creare gli eclair disegnando una sorta di striscia lunga circa 8 cm. Per i bignè basterà creare un mucchiettino grande come una ciliegia.
Spennellate la superficie con un pennello bagnato di sola acqua e infornate per circa 20′.

eclair2

Non chiudete completamente il forno, piuttosto infilate il manico di un cucchiaio di legno. Lasciate un’apertura di circa 1 cm. Servirà a non creare troppa umidità. Gli eclair dovranno essere molto dorati ma non troppo bruni. Ricordatevi di non aprire mai il forno durante la cottura. Lasciateli raffreddare. Con una sac à poche riempiteli con la crema pasticcera facendo due piccoli fori sotto la base. Se non vi sentite sicure… tagliatele per il verso della lunghezza… Gli eclairs si possono decorare con la stessa crema del contenuto, con della glassa al cioccolato fondente, al latte o più semplicemente con dello zucchero a velo. Nel mio caso ho aggiunto un tocco di festa con delle codette di cioccolato. Una nota sincera: le prime volte non saranno perfetti… io stessa ammetto di aver buttato diverse teglie… a causa della farina senza glutine, a volte venivano troppo cotti, a volte poco cotti, ma non arrendetevi mai. La sfida è divertente!