Rollè di frittata, salmone e crescenza

rollè

Ed eccoci alle porte di un fine settimana che si preannuncia veramente soleggiato: per l’occasione vi propongo un goloso rollè di frittata che potrete gustare appena cotto, ma anche ad un pic-nic, al mare, al fiume, insomma… portatelo con voi magari già affettato e non vi deluderà.

Ingredienti: 200 g di spinaci novelli freschi; 2 uova, 1 tazza di latte, 2 cucchiai di grana padano, 200 g di salmone affumicato, 125 g di crescenza, sale, pepe, olio evo.

Procedimento: in un tegamino antiaderente mettete 1 cucchiaio di olio evo, gli spinacini lavati e non troppo scolati, poco sale e fateli “appassire” per un paio di minuti. A parte in una ciotola battete le uova con il formaggio, sale, pepe, formaggio. Tagliate gli spinacini a coltello e uniteli alle uova. Incorporate bene. In un altro tegame più grande, ma sempre antiaderente, versate 1 cucchaio di olio, scaldatelo e versate all’interno il composto. Cuocete a fuoco medio, con coperchio per circa 4 minuti. Controllate la cottura fino ad ottenere una leggera crosticina e che la parte superiore si sia rassodata. Arriva il momento di girare la frittata senza romperla quindi fate così: girate il coperchio, fatevi scivolare sopra la frittata e con “scatto sicuro” giratelo nel tegame. Potete farlo anche con un piatto da portata.

Finite di cuocere poi lasciate raffreddare. A questo punto farcite il vostro rollè con uno strato omogeneo di salmone e uno strato di formaggio senza però arrivare ai bordi. Fate questo poggiando la frittata su un foglio di pellicola che vi aiuterà poi ad avvolgere il tutto ed eventualmente metterlo a riposare e prendere la forma. Servitelo, come già vi dicevo, tiepido, a temperatura ambiente e tagliato a fette larghe.

“Ova Sperdute” di Mastro Martino

ovasperduteDall’antico Ricettario di Maestro Martino, ecco una ricetta davvero semplice: uova in camicia (“sperdute” nell’acqua, appunto), insaporite con il gusto acidulo delle arance spremute, arricchite a piacere con formaggio grattugiato, zucchero e spezie dolci (nel nostro caso è lo zafferano). In una ricetta seguente, Martino precisava che le stesse si potevano far cuocere anche nel latte o nel vino dolce, senza aggiungervi però il formaggio.

tacuinum-sanitatis-germania-xv-sec-bnf-paris-ms-lat-9333-fol-63v-uova-di-gallina-particRicetta originale:

Fa’ che l’acqua bolla et rompegli dentro l’ova freschissime, et prese  ch’elle sono* cavale fora dell’acqua che siano tenerelle, mettendoli sopra del zuccaro, dell’acqua rosata, de le spetie dolci, et un poco di suco di naranci** overo agresto; et si più ti piacesse, lasciando le cose sopra ditte gli mittirai sopra di bon caso grattato*** et de le spetie dolci”.

*     “prese ch’elle sono”: appena si rapprendono

**   “suco di naranci”: succo d’arancia

*** “caso grattato”: formaggio grattugiato

20190429_194059La mia versione: in una casseruola fate scaldare dell’acqua e aceto; porta a leggera ebollizione. Sgusciate delicatamente un uovo su un piattino (oppure un mestolo), facendo attenzione a non rompere il tuorlo. Con un cucchiaio create un vortice e fate scivolare al centro dello stesso l’uovo. Abbassate di colpo la fiamma. A questo punto l’albume si avvolgerà attorno al tuorlo, per dargli una forma regolare e raccolta puoi aiutarti con una schiumarola. Cuocete per 3′ o comunque fino a quando l’albume sarà rassodato e il tuorlo resterà morbido. Scolatelo, eliminate eventuali filamenti di albume.

20190429_194339Adagiate l’uovo in camicia su un piattino, cospargetelo di zucchero, succo d’arancia (qualche cucchiaio), liquido di zafferano e pistilli (5 pistilli per uovo @Zaffineria), formaggio grana grattugiato.

Ricetta insolita ma assolutamente da provare! Parola di Mastro Martino!

Bismarck di Asparagi

asparagbismarckLa storia narra che il cancelliere tedesco ne mangiasse ben 12 alla volta. Ma amava anche ogni genere di carne, i vini del Reno e la birra bionda. Diceva: “Chi lavora molto deve nutrirsi bene”. Molto d’accordo su quest’ultima affermazione… un pò meno sulla quantità di uova. Bismarck, il “Cancelliere di ferro”, dominatore della vita politica europea per quasi trent’anni fino al 1890. Nonostante il nome, questo tipo di ricetta non fa parte della tradizionale cucina tedesca. Oggi ho voluto riproporvela in una versione più chic e particolare.

Ingredienti per 4 persone: 600 g di asparagi verdi, 4 uova grandi, un mazzetto di prezzemolo, 2 acciughine, olio evo, olio al tartufo, pepe nero, sale grosso.

Procedimento: tagliate la parte finale più dura degli asparagi e lavateli bene.
Legate gli asparagi fra loro con uno spago da cucina, per tenerli insieme ed evitare che si rompano durante la cottura. Fate bollire gli asparagi in acqua salata per circa 10/15 minuti, a seconda della grandezza.
Gli asparagi andrebbero cotti “in piedi”… per evitare che le punte si rompano. Per controllare che siano cotti, toccateli: devono essere al dente, cioè morbidi. Quando sono pronti, togliete la pentola dal fuoco ma non scolateli. Intanto preparate le uova: mettete a scaldare poco olio in un tegame antiaderente e aggiungete le uova. Per dare una forma diversa all’uovo potete anche cuocerlo all’interno di una formina in metallo.
Cuocete un uovo a persona: cercate di non rompere il tuorlo ed evitate che il bianco si cuocia troppo e diventi duro. In un mixer preparate il prezzemolo glia lavato, le due acciughine, olio e frullate. Tenete da parte.
Scolate gli asparagi e metteteli nel piatto da portata.
Quando l’uovo è cotto va adagiato sulle punte degli asparagi: irrorate gli asparagi col olio di cottura, la salsina al prezzemolo, olio al tartufo sul tuorlo e servite.

Rotolo di frittata filante

rotolofilante

Oggi vi lasci la ricetta di questa frittata golosissima! Già la foto vi dovrebbe convincere a provarla… la scamorza filante non vi fa venire l’acquolina?

Ingredienti per una frittata di 20 cm: 2 uova bio intere, 1 cipolla rossa di Tropea piccolina, 4 fette di scamorza affumicata, 50 g di grana padano 12 mesi (deve essere poco stagionato), 1 cucchiaio di menta tritata, una manciata di spinaci novelli, 3 falde di pomodoro secco di Pachino, olio evo, sale e pepe q.b.

Procedimento: in una ciotola capiente di media dimensione aprite le due uova, unite la cipolla ridotta a fettine sottilissime, il formaggio, i pomodori tagliati a listarelle, metà degli spinaci crudi spezzati a mano,la mentuccia, sale e pepe. Mescolate energicamente e regolate di sapore. Scaldate un tegame antiaderente e poco olio. Versate il composto della frittata e cuocete a fuoco medio-basso e coperto. Dopo 5 minuti controllate se il fondo si è cominciato a colorire e se la superficie si è un pò rassodata. fase1

Appoggiate sopra le rimanenti foglie di spinaci a coprire la superficie. Fatele aderire. Cuocete un minuto e poi voltate la frittata senza romperla. Cuocete due minuti scarsi e trasferitela su un foglio di alluminio. Coprite la superficie con la scamorza affumicata poi arrotolate la frittata aiutandovi con il foglio sottostante.

Sigillate come una caramella e lasciate cosi per un paio di minuti. Servite il vostro rotolo tagliato a fettine. fermata da bastoncini in legno.

 

Frittata in torretta con asparagi e fave

fritattaPic-nic, pranzo in ufficio, prima gita la mare o montagna… calda o fredda… la frittata è buona sempre sempre! Se poi è arricchita di primizie e colore ancora meglio! Se poi la gustate nel weekend con la persona del cuore… Top!

Ingredienti per due persone: 4 uova grandi bio, 100g di grana grattugiato, 50 g di porro, 150 g di asparagi e 150 g di fave freschi, 5 pomodori pizzuttelli, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, sale, pepe, olio evo.

IMG_3105Procedimento: in acqua già a bollore lessate asparagi e fave per 10′. Scolateli e metteteli da parte, una volta tagliati a “cubetti”. In un recipiente battete le uova con il formaggio, il prezzemolo, il sale e il pepe. Unite i pomodori tagliati piccolini e il resto delle verdure verdi (100 g di entrambe), porri compresi tagliati a rondelle. In un tegame anti-aderente scaldate poco IMG_3106olio e cuocete un paio di frittate (dividete il composto). Con l’aiuto di un coppa pasta, ricavate dei dischi che “impilerete” alternando le verdure rimaste.

Fermate tutto con un bastoncino di legno e il gioco è fatto!

Frittata ripiena ai carciofi e scamorza

frittatacarciofi

Continuo la serie di ricette con i carciofi che sono ancora di stagione e super saporiti. Oggi abbiamo una bella frittata facile da fare e gustosissima, ottima come piatto unico.

Ingredienti per 2 persone: 4 uova medie fresche, 2 carciofi medi già lessati, 4 fette di scamorza affumicata, 50 g di porro, 50 g di parmigiano, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, 1 bicchierino di latte, sale, pepe.

Procedimento: in una zuppiera rompete le uova, unite i carciofi ridotti a tocchetti, il porro tagliato a rondelle, il formaggio grattugiato, il prezzemolo, il latte, sale, pepe. Battete energicamente con una frusta.

Mettete a scaldare un tegame antiaderente unto di olio. Versatevi il composto e cuocete coperto per 5′. Controllate se la frittata ha creato una crosticina tale da poterla girage senza incidenti di rottura… fatto questo adagiatevi sopra le fette di scamorza e dopo 2 minuti ripiegatela a mezzaluna. Coprite per 2/3 minuti poi servite, magari accompagnata da una fresca misticanza.

 

Omelettes con zucchine e gamberi

omelettegamberizucchinemost

Se amate le uova, ed in particolare le omelettes questa ricetta dovete proprio sperimentarla. È semplice, è bella da vedere e infine perché è proprio buona. L’omelette, è un piatto di origine francese. Può esistere in versione salata o dolce e viene preparata come una frittata, con la differenza che viene cotta solo da una parte e poi ripiegata in due su se stessa come formare una mezzaluna. Nel nostro caso facciamo una versione “gourmet” disposta in torretta, arricchita di curcuma e mostarda di Digione al Ribes che ben si sposa a questi sapori. Semplice ma molto gustosa, ottima da presentare anche per un brunch casalingo di classe!

Ecco gli ingredienti x 4 torrette: 4 uova, 3 zucchine piccole, 2 cucchiai di curcuma, 200 g di gamberetti già sgusciati, 50 g di prezzemolo, misticanza per la decorazione dei piatti, pepe nero, olio evo, sale, 1 scalogno, mostarda di Digione (a gusto).

Procedimento: battete le uova con la curcuma, il sale e il pepe. Tritate il prezzemolo già lavato a coltello e aggiungetelo. Lasciate da parte. Pulite le zucchine e tagliatele a rondelle con l’aiuto di una mandolina. Tritate lo scalogno finemente e trasferitelo in un tegame anti-aderente con poco olio. Non appena il soffritto prende calore, aggiungete le zucchine, i gamberetti, salate, pepate e cuocetele a fuoco allegro per 10′ unendo anche 2/3 cucchiai di acqua. A fine cottura trasferite tutto nell’uovo battuto, mescolate velocemente incorporandole uniformemente.
Recuperando il tegame usato, mettete poco olio e con l’aiuto di un mestolo cuocete delle frittatine. La dimensione ideale è di 8/10 cm di diametro. Esaurite tutto l’impasto. Procuratevi dei bastoncini in legno carini (magari in bambù con il nodino in cima). Lavate l’insalata. Impiatate come nella foto ovvero creando un letto di insalata, sovrapponendo 3 fritatte per commensale, mettendo in cima un paio di gamberi, fermando il tutto con il bastoncino. Guarnite con un cucchiaino di mostarda. Il gioco e fatto e il pranzo risolto! Buona giornata!

Uova in purgatorio con piselli

9805449Ingredienti per 8 persone: 4 uova freschissime e grandi, 400 g di piselli freschi o surgelati, 3 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro, una manciata di prezzemolo tritato, un porro, sale, pepe, olio evo.
Procedimento: in un tegame largo antiaderente fate soffriggere il porro con 4 cucchiai di olio. Subito dopo 2 minuti, versate i piselli e fate insaporire. Regolate di sale e di pepe. Unite il concentrato di pomodoro e 1/2 bicchiere di acqua tiepida. Cuocete per 15 minuti.
A questo punto aprite le uova direttamente sui piselli, distanziandoli leggermente. Salate e pepate leggermente; mettete la fiamma al minimo e coprite con un coperchio. Cuocete per 5 minuti fino a quando il tuorlo si sarà leggermente rassodato. Spegnete e servite con una spolverata di prezzemolo.

Uova al tartufo

7292371Ingredienti per 8 persone: 8 uova freschissime e grandi, un peperone rosso e uno giallo, olio al tartufo, sale e pepe.
Procedimento: lavate bene i due peperoni; ricavatene 4 fette alte circa 1 cm da quello rosso e 4 da quello giallo, tagliandolo ovviamente nel senso della larghezza. A questo punto potete foderate una teglia con un foglio di carta forno. Ungete con pochissimo olio e disponetevi le forme dei peperoni. Aprite un uovo all’interno di ogni “forma”; condite con sale, pepe e olio al tartufo. Infornate a 160°C, già caldo; fino a che il bianco non si sarà rappreso.
Una soluzione divertente per ospiti improvvisi o per divertire i vostri bambini ovviamente togliendo il tartufo se non piace!

Crostoni di uova e verdure stufate (ricetta passo-passo)

2172110Ingredienti per 2 persone: 4 fette di pane in cassetta (tipo integrale o ai cereali), 4 uova, 100 g di piselli surgelati o freschi, 100 g di spinacini freschi, 50 g di burro, olio Evo, 1/2 porro, 2 cucchiai di olio al tartufo, sale e pepe.
Procedimento: disponete dei fiocchetti di burro sulle fette di pane in cassetta e adagiatele sul fondo di una teglia foderata di carta forno.
In due tegamini separati (o anche due casseruole) mettere del porro e 2 cucchiai di olio. 
Unite, in uno i piselli, nell’altro gli spinacini. Per i piselli serviranno almeno 15′. Per gli spinaci 2/3 minuti. Regolate di sale e di pepe. Nel frattempo, pre-riscaldate il forno a 160°C.
Disponte la vostra verdura, ormai cotta, sui crostoni. Aprite le uova direttamente sulla verdura. Aggiungete un filo d’olio al tartufo (se lo gradite) e infornate fino a che l’albume dell’uovo si sarà leggermente rassodato.

Una preparazione davvero facile facile e, tutto sommato, molto gustosa e gradita ai più piccoli della famiglia. Vogliamo tagliare delle calorie? Invece del burro… un filo di olio evo sui crostoni.