Risotto agli asparagi e pistacchi

risottoasparagipistacchiLa mia passione per i risotti è infinita e qui ne trovate l’ennesima, gustosa versione. Dolce ma non troppo, semplice ma elegante, buono anzi buonissimo!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di riso tipo Carnaroli (anche un Roma… all’occorrenza va bene), 200 g di punte d’asparagi, 50 g di pistacchi, 1 scalogno, olio evo, 1 litro di brodo vegetale, pepe nero.

Procedimento: sistemate una casseruola sul fuoco basso con poco olio, scalogno lavato e affettato finemente, gli asparagi tagliati in piccole parti tipo rondelle tenendo a parte le punte che inserirete a metà cottura. Non appena lo scalogno imbiondisce unite il riso; tostatelo dopo di che avviate la cottura con 2 mestoli di brodo vegetale caldo. Ci vorranno circa 20′ di cottura in tutto. A circa 5 minuti dalla fine inserite i pistacchi tagliati a coltello (tenetene qualcuno per la fine). Cuocete per 10′ in tutto. A cottura ultimata, impiattate il risotto e sulla sommità cospargete con pepe nero macinato fresco e con pistacchi tagliati grossolanamente. Buon appetito!

Parmigiana Vegan

parmvegan

Oggi rendo felici molti amici vegani e molti amici intolleranti al lattosio… e mettiamoci anche i celiaci… la parmigiana sta bene su tutto! Ed oggi ve la propongo anche così! Comunque saporita, sempre gradita!

mozzarisellaIngredienti per 2 persone: 2 melanzane viola lunghe, 300 ml di passata di pomodoro (io uso sempre #Mutti), basilico fresco, vegparmigiano (una busta), 1 confezione di mozzarisella, sale, pepe, aglio, olio evo.

Procedimento: scaldiamo una piastra antiaderente in ghisa o acciaio. Lavate bene e tagliate a fette sottili le melanzane per il verso della lunghezza: uno spessore di 1/2 cm basterà. Grigliatele da entrambe le parti. Nel frattempo in una piccola casseruola scaldate la passata di pomodoro con poco olio evo e uno spicchio d’aglio. Regolate di sale e pepe. Unite foglie di basilico fresco.

Risotto al melone e toma di capra

risottomelone

Oggi per voi e ieri sera solo per me, un risottino un po’ particolare ma molto apprezzato per il perfetto equilibrio tra la dolcezza del melone e il carattere deciso della toma di capra. Quasi una ricetta di passaggio tra estate e autunno…

E con questo, vi auguro buon appetito!

Ingredienti per 4 persone:

350g di riso tipo Carnaroli, 400 g di melone retato, 100 g di toma di capra, brodo vegetale, 1/2 bicchiere di vino bianco , 1 porro, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, olio evo, sale e pepe

Procedimento: tagliate il melone a cubetti e riducete a rondelle il porro lavato. Quest’ultimo fatelo appassire con un filo d’olio a fiamma bassa facendo attenzione a non farlo colorare (in caso, aggiungere un goccio d’acqua), unite metà dei cubetti di melone e il riso, sfumate con il vino bianco e portate a cottura aggiungendo brodo vegetale ogni volta che il liquido di cottura si sarà assorbito.

passaggiA pochi minuti dalla fine della cottura, aggiungete il resto del melone e il formaggio a cubettini.
Mantecate energicamente, unite il prezzemolo e servite all’onda decorando i piatti a piacere con una fettina di melone.

Penne rigate cacio e pepe

pennecacioepepe

Le penne cacio e pepe sono un primo piatto simbolo della cucina laziale. La preparazione è molto semplice e veloce e bastano solo 2 ingredienti. Oltre alla pasta, sono sufficienti il pecorino romano grattugiato e il pepe nero.

Pochi segreti, tanto gusto

La pasta cacio e pepe richiede poco tempo di preparazione ma solo qualche piccola astuzia per farla buona come l’originale:

  • la pasta va’ scolata  ben al dente;
  • conservate l’acqua calda della cottura perché è fondamentale per ottenere una crema di formaggio della giusta consistenza;
  • 2 o 3 tre mestoli d’acqua di cottura della pasta daranno il loro contributo.

Ingredienti: 400 g di penne rigate (#pasta Rummo), 100 g di pecorino romano, pepe a piacere, sale grosso.

Procedimento: lessate le penne secondo i tempi indicati (ma leggermente al dente) e nel frattempo grattugiate il pecorino romano in una ciotola e versatevi dell’acqua di cottura della pasta. Mescolate il tutto con una frusta fino a quando il risultato ottenuto sia una crema senza grumi. Fate saltare la pasta in una padella di generose dimensioni. Aggiungete la crema di formaggio e mescolate con cura. Aggiungere qualche cucchiaiata (2 o 3) dell’acqua di cottura della pasta se la crema dovesse tirare troppo. Terminate la preparazione evitando che si asciughitutto, dovrà risultare un composto cremoso; quindi condite con abbondante pepe macinato fresco. Mescolate e quindi servite subito!

Calamarata in salsa di ricotta, pistacchi e basilico

calamarataric,bas,pisIniziamo questa settimana d’agosto con un piatto gustosissimo, avvolgente nella texture e nei contenuti. E poi, è veloce veloce.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pasta tipo calamarata Rummo, 50 g di pistacchi, 100 g di ricotta fresca di capra, un mazzetto di basilico, 1 spicchio d’aglio, pepe nero, olio evo.

Strumenti: un mixer

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta, già salata. Scottate le fave in una casseruola di acqua già a bollore e salata per 5/7 minuti circa.

Trasferite in un bicchiere da mixer, con qualche foglia di basilico fresco, la ricotta, l’olio (indicativamente 4 cucchiai abbondanti), una punta d’aglio, il pepe nero e un pizzico di sale. Frullate per un paio di minuti. Tenete da parte qualche foglia piccola di basilico e pistacchi. Scolate la pasta al dente, conservando una tazzina d’acqua di cottura per la mantecatura finale. Condite la pasta con la salsa, amalgamate bene. Servite completando con i pistacchio, foglioline di basilico e spolverata di pepe a piacere.

Funghi ripieni di riso

funghiripienidiriso

Oggi vi propongo una ricettina furba che da sola fa da piatto unico efa molto vacanza. Useremo una qualità di fungo grande e carnosa, molto adatta a queste preparazioni. Ecco come farli!

Ingredienti per 4 persone: 4 funghi tipo portobello grandi, 200 g di riso Carnaroli, 50 g di grana padano grattugiato, 1 uovo, rosmarino fresco, salvia, 1 cucchiaio di funghi secchi (porcini), sale, pepe, aglio, olio evo, pane grattuggiato q.b..

Procedimento: Lessate al dente il riso in acqua salata. Nel frattempo, pulite, con un panno umido, i funghi portobello da terra e residui. Passate poi alla rimozione del gambo ed aiutandovi con un cucchiaino, rimuovete delicatamente anche tutte le lamelle, che terrete da parte. Terminata questa operazione, passate alla cubettatura del gambo. Versate in una padella qualche cucchiaio di olio evo e fatevi imbiondire lo spicchio d’aglio schiacciato e tritato finemente. Unite gambi, lamelle e funghi secchi precedentemente ammollati in acqua calda; fate insaporire per 5 minuti. Unite del rosmarino tritato finemente. Tenete in caldo. Scolate il riso, trasferitelo in una ciotola e conditelo con i funghi. Unite un tuorlo d’uovo, il formaggio, regolate di sale e pepe e riempiteci i funghi. Adagiateli in una teglia foderata di carta forno e unta con un pò d’olio. Mettete del rosmarino e della salvia per profumare. Cospargete di pane grattuggiato e infornate a 180° per 20 minuti circa.

Spaghetti aglio, olio, peperoncino e friggitelli

aglio olio friggi

Ci sono diverse ricette che sono straordinarie all’origine ma che mi diverto a modificare, ad aggiungere un ingrediente. La classica aglio, olio, peperoncino è una delle cose più buone in assoluto ma… provate ad immaginare come sarebbe con dei peperoni friggitelli e pane grattato? Un capolavoro… a mio dire… ma voi? Non avete voglia di provarla? Ecco ingredienti e procedimento.

Ingredienti per 2 persone: 350 g di spaghetti glutenfree al grano saraceno (o come preferite), 6 peperoni friggitelli, 1 peperoncino verde piccante, una tazzina di pane grattato, 2 spicchi di aglio, olio evo q.b, sale grosso.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta, leggermente salata. Nel frattempo lavate i peperoni, tagliateli a striscioline e privateli dei semi interni. Predisponete un tegame antiaderente, versate dell’olio, l’aglio, i peperoni, peperoncino piccante (una punta) e cuoceteli a fuoco medio per circa 12/15 minuti, regolando di sale fino. Lessate gli spaghetti al dente. Non appena i peperoni sono pronti… tenete in caldo e uniteli agli spaghetti con il pane grattato e un mestolino di acqua di cottura. Unite un filo d’olio e potete andare a tavola!

Quiche millegusti

quicheOggi vi propongo una torta salata ma con base brisè ocn davvero tanti sapori, colori e profumi, da portare in gita, al mare, per un pranzo in terrazza… da fare on brisè già pronta oppure con quella home made.

Ingredienti per 2 persone:

1 rotolo di brisè (oppure vi lascio la mia ricetta*), 200 g di ricotta di capra, un mazzetto di erba cipollina, qualche rametto di timo, 4 pomodori pachino, 4 uova di quaglia, 2 fiori di zucca con la loro zucchina, 200 g di asparagi, 2 cucchiai di parmigiano reggiano, 1 uovo intero, sale.

Strumenti: una teglia ovale o tonda del diametro di circa 20-24cm

Procedimento: come primo passo stendete la brisè all’interno della teglia; togliete gli eccessi che conserverete per eventuali decorazioni. Fate aderire bene ai bordi; con la forchetta fate dei buchi e cuocete in forno il “guscio” per 10-12 minuti a 160-170° statico.

Lessate le uova di quaglia per 10-12 minuti. Scottate gli asparagi per 8 minuti… non devono stracuocere quindi provate la consistenza con una forchetta. In una ciotola riunite la ricotta, il formaggio grattugiato, il tuorlo d’uovo, l’erba cipollina lavata e tagliata finemente. Amalgamate bene tutti gli ingredienti. Sfornate il guscio di pasta e riempitelo di impasto. Adagiate gli asparagi sopra il composto con l’aiuto di una pinza. Aggiungete qualche rondella di zucchina, i pomodori ben lavati, i fiori di zucchina privati del calice e del pistillo interno.

Disponete anche qualche fogliolina di timo. Infine, con le strisce di pasta avanzata, potete creare delle treccine da disporre lungo il perimetro.

Spennellate i bordi con l’albume. Cuocete per altri 15’-16’ in forno già caldo a 170° statico, fino a che si raggiunga la doratura desiderata. A cottura ultimata servite con le uova di quaglia sgusciate e tagliate a metà. Si può gustare sia calda, sia tiepida.

*brisè home made

Ingredienti e procedimento per la pasta brisè: 250 g di farina 00 (io ho usato quella senza glutine), 150 g di burro freddo, 1 cucchiaio di latte, 1 uovo intero.

In una ciotola capiente (tipo insalatiera) setacciate 250 g di farina, unite il burro freddo a dadini, un pizzico di sale e cominciate a lavorare gli ingredienti dapprima con la punta delle dita poi un pò più energicamente. Unite un cucchiaio di latte, l’uovo e impastate bene fino ad ottenere un composto liscio ed uniforme. Fate una palla ed avvolgetela in pellicola trasparente che lascerete in frigo a riposare per 30′.

Frittelle di riso, cocco e gocce di cioccolato

frittelleEd oggi vi lascio una vecchia ricetta di famiglia, tradizionale e golosa che a tutti gli effetti risulta molto moderna.

Ingredienti per circa 14 frittelle: 200 g di riso bianco già lessato, 4 cucchiai di farina 00 ( anche gluten free) 4 cucchiai di farina di cocco, 4 cucchiai di zucchero a velo (+ altro zucchero per la spolverata finale), 2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente, una tazza di olio di semi di arachidi per friggere.

Strumenti: una ciotola in metallo, una casseruola a sponde alte, un colino spargi zucchero

Procedimento: in una ciotola riunite il riso lessato e raffreddato a temperatura ambiente. Aggiungere il cocco, lo zucchero a velo, le gocce di cioccolato. Mescolate bene l’impasto. Sporcate le mani con la farina bianca. Prendendo la misura di un cucchiaio da caffè, raccogliete l’impasto e create delle sferette. Procedete così fino alla fine.

Scaldate l’olio nella casseruola. Provate la temperatura con uno stuzzicadenti. Se si formano delle “bollicine” l’olio è pronto. Per velocizzare l’operazione potete inclinare la casseruola su di un lato. Immergete 1-2 sferette per volta e doratele per 30” non di più.

Giunti alla fine lasciatele raffreddare a temperatura ambiente. Prima del servizio, spolverizzare di zucchero a velo. Ideali per i bambini ma anche per i grandi più golosi… accompagnate da frutta o un buon caffè!

Calamarata con fave e feta

calamaratafavefetaUn piatto super estivo, con poche calorie, veloce da eseguire e leggero.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pasta tipo calamarata Rummo, 300 g di fave sgusciate, 100 g di feta light, un mazzetto di basilico, 4 cucchiai di pinoli, 1 spicchio d’aglio, pepe nero, olio evo.

Strumenti: un mixer

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta, già salata. Scottate le fave in una casseruola di acqua già a bollore e salata per 5/7 minuti circa. Scolatele e trasferitele in un bicchiere da mixer, con qualche foglia di basilico fresco, pinoli, olio (indicativamente 4 cucchiai abbondanti), pepe nero e un pizzico di sale. Frullate per un paio di minuti. Tenete da parte. Tagliate la feta a dadini. Scolate la pasta al dente, conservando una tazzina d’acqua di cottura per la mantecatura finale. Condite la pasta con la salsa, amalgamate bene. Servite completando con i dadini di formaggio, foglioline di basilico e spolverata di pepe.