Tempeh e belga alla piastra in marinatura

tempeh-belgaQuesto è un piatto che si addice a chi ha scelto un’alimentazione vegetariana o vegana… ma anche per chi è curioso di assaggiare nuovi sapori e non teme accostamenti particolari.

Ingredienti per due persone: 2 panetti di tempeh, 2 cespi di belga, 1/2 bicchiere di salsa di soia (quella con poco sale… tappo verde), un cucchiaio di cumino in semi, rametti di tipo, olio evo.

Procedimento: in una pirofila versate la soia, il cimino, poco olio e i rametti di timo; mescolate bene. A parte, tagliate a fette il tempeh e disponetelo nella marinatura. La belga andrà divisa in 4/6 parti lavata sotto acqua corrente e anch’essa messa in marinatura. Lasciate il tutto a riposare per circa 20′. Scaldate una piastra/bistecchiera e quando sarà ben calda scolate il tutto dalla pirofila per procedere alla cottura. Il tempeh dovrà risultare ben dorato, quasi croccante. Il tempo di cottura totale è di circa 7/9 minuti.

Servite ovviamente con un filo di condimento della marinatura.

Polpette di zucchine, feta e salsa di pomodoro piccante

polpetteLe zucchine sono perfette per i mesi estivi perché si prestano a tante preparazioni e a casa mia non mancano mai. La ricetta di oggi è per me un grande classico. Amo le polpette fatte al forno o in padella con poco olio e questa versione con feta è davvero molto gustosa… anche perchè è fritta…  vuoi rifarla anche a casa tua?

 

Ingredienti per 16 polpette: 2 zucchine, 50 g di spinaci novelli, 100 g feta, 1 patata grande lessa (pari a 250g), 1 tuorlo d’uovo, 1 limone bio, 1 scalogno, 50 g di parmigiano reggiano 24 mesi, 1 spicchio di aglio, pangrattato q.b., menta fresca, basilico fresco, sale, pepe, olio di semi di girasole.

Per la salsa (da preparare anche in anticipo): 500g di pomodori di pachino, 1 scalogno, peperoncino piccante secco, origano, una punta d’aglio, olio evo, sale. In questo caso procedete semplicemente con tutto a freddo: scalogno e pomodoro tagliato a tocchetti, il resto degli ingredienti in quantità a piacere e secondo il gusto personale; cottura breve di 20′.

Procedimento: lavate bene le zucchine, grattugiatele in una ciotola e strizzale molto bene. Unisci lo scalogno tritato fine, una punta d’aglio, la feta sbriciolata con le mani, gli spinaci tagliati a coltello, la scorza di mezzo limone, basilico e menta tritati, un tuorlo, la patata schiacciata grossolanamente e infine sale e pepe. Nel frattempo, mettete a scaldare abbondante olioin una casseruola a sponde alte. Impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungete il pangrattato per ottenere la giusta consistenza (circa 2-3 cucchiai) e formate tante polpette della dimensione di una noce circa. Friggete le polpette in olio ben caldo finché non saranno ben dorate. Scolatele e servite calde sulla salsa di pomodoro fresco che avrete preparato anche il giorno prima.

In alternativa si possono cuocere anche in forno. Basterà disporle sulla placca con carta forno appena unta di olio evo e cuocetele per 20′ a 180°.

In alternativa alle patate potete usare (a parità di peso) dei legumi tipo fagioli rossi, ceci o lenticchie.

Pasta fredda “Bella Italia”… in vasetto

pasta bella italia2La pasta nel barattolo è una delle mode del momento ed è comunemente chiamata anche food jar (ne ho parlato anche sul blog di Milano al Quadrato e dove trovate altre ricettine). In sintesi… cibo che viene conservato e servito nel barattolo. Il food jar è ormai un trend da ufficio, ma anche molto usato alcuni ristoranti , in occasione di picnic… perchè?… il barattolo consente di conservare al meglio gli alimenti che contiene. Il food jar prevede infatti che la pietanza sia confezionata a strati, tenendo separati gli ingredienti.

Al momento di mangiare, basterà agitare il barattolo per avere un piatto perfettamente amalgamato. L’idea di oggi è carina, un pò patriottica nei toni… ma davvero interessare e veloce da preparare!

Ingredienti per due vasetti da circa 250 cl: 130 g di pasta tipo mezze maniche (io ho usato la #Rummo Gluten free), 6 pomodori di pachino, 2 peperoni verdi tipo friggitelli, 50 g di formaggio tipo primosale, 6 gherigli di noce, origano secco, olio evo, sale, basilico.

pastabellaitalia1Procedimento: l’unica cottura che dovrete affrontare è quella della pasta che andrà poi scolata al dente e raffreddata prima di inserirla nel vasetto. Unite un cucchiaio di olio e regolate di sale.  Procedete al taglio a cubetti di pomodori e formaggio; tagliare a rondelle i peperoni.  Si parte con la pasta sul fondo e infine gli altri ingredienti partendo dai pomodori, inserendo poi peperoni e basilico spezzettato a mano.  Aggiungere il formaggio, l’origano e le noci spezzate. Un po’ d’olio e potete chiudere il vasetto.

Farfalle al farro con pomodori, taccole e ricotta

 

pastataccole

 

Le taccole, chiamate anche piselli mangiatutto, sono dei legumi tipici della primavera che non vanno sgranati ma si possono mangiare nella loro interezza. Sono ricche di fibre e quindi aiutano la regolarità intestinale. Grazie poi alla buona quantità di vitamine e sali minerali che contengono, questi legumi possono essere considerati un integratore naturale. Il contenuto calorico delle taccole è basso, s circa 41 kcal ogni 100 g di legume crudo. Quindi… cosa aspettate a provare questo splendido piatto?

Ingredienti per 2 persone: 160 g di pasta al farro, 150 g di pomodori tipo “Canestrino”, 150 g di taccole, 1 scalogno, peperoncino secco, 1 spicchio d’aglio, olio evo, un rametto di maggiorana, un rametto di timo, 50 g di ricotta semi stagionata, 5 foglie di basilico fresco, sale.

Procedimento: mettete a bollire una pentola di media misura e scottate per 5′ le taccole private delle codine all’estremità. Scolatele e tagliatele a losanghe di circa 3 cm. quella stessa pentola va rabboccata d’acqua e usata per lessare la pasta, aggiungendo poco sale. A parte,in un largo tegame antiaderente, prepariamo il condimento per la salsa: 4/5 cucchiai di olio evo e lo scalogno tagliato a fettine sottili saranno il primo passo del soffritto. Fiamma medio-bassa… unite le taccole e i pomodori tagliati a fettine. Mescolate bene e aggiungete basilico, maggiorana e timo. Salate leggermente. Cuocete per 15′. Nel frattempo tagliate la ricotta a fettine sottili. Lessate la pasta al dente (conservate poca acqua di cottura) e dopo averla scolata trasferitela direttamente nel tegame. Amalgamate bene il tutto e poi servite ogni piatto con una pioggia di ricotta.

 

Casarecce aglio, olio, peperoncino… e cavolfiore giallo

casarecce aglio olio cavolfioreUn classico della tradizione rivisto (ma non corretto), con l’aggiunta di semplice cavolfiore giallo. Un mix di ingredienti che non delude, equilibrato e soddisfacente al palato… da provare!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di casarecce con farina di cece #Feliciaglutenfree (o quelle che preferite), 2 spicchi di aglio, peperoncino fresco, 1 cucchiaio di origano fresco, 150 g di cavolfiori gialli già lessati al dente (10′ di cottura basteranno), sale.

Procedimento: mettete a scaldare acqua per la pasta con poco sale. Nel mentre, in un largo tegame antiaderente, mettete l’aglio, sufficiente olio evo (siate generosi ma non esagerati…), il peperoncino nella misura che sopportate e avviate la fiamma. Occhio a non bruciare l’aglio quindi fiamma medio/bassa. Unite i ciuffetti del cavolfiore e l’origano.

Tenete acqua di cottura per scongiurare un condimento poco idratato. Lessate la pasta al dente per evitare che in fase di spadellamento non passi di cottura. Servite e sognate!

 

Risotto con asparagi, spinaci e gamberi al curry

risoasparagiegamberiLa scusa era inaugurare e pranzare in giardino… ogni espediente è buono per guastare un risottino semplice ma gustoso. Essendo innamorata dei risotti vi propongo questo che è una specie di orto mare ma più raffinato direi…

Ingredienti per 2 persone: 200 g di riso tipo Carnaroli (anche un Roma… all’occorrenza va bene), 200 g di punte d’asparagi, 100 g di spinaci novelli, 6 gamberi di media misura e freschi, 1 scalogno, olio evo, 1 cucchiaio di curry, 1/2 limone piccolo, 1 litro di brodo vegetale.

Procedimento: sistemate una casseruola sul fuoco basso con poco olio, scalogno lavato e affettato finemente, gli asparagi tagliati in piccole parti tipo rondelle. Non appenna lo scalogno imbiondisce unite il riso; tostatelo dopo di che avviate la cottura con 2 mestoli di brodo vegetale caldo. Ci vorranno circa 20′ di cottura in tutto. A circa 5 minuti dalla fine inserite anche gli spinaci. A parte in un piccolo tegame mettete poco olio, i gamberi (se preferite, privateli del carapace), un cucchiaio di curry. Cuocete per 10′ in tutto. Sfumate con il succo di mezzo limone e tenete al caldo. A cottura ultimata, impiattate il risotto e sulla sommità appoggiate 3 gamberi ciascuno e il loro sughetto. Buon appetito!

Spaghetti di saraceno con avocado, spinaci, pistacchio

spaghetti avoSul mio blog esiste una ricetta simile ma ho voluto dare uno sprint in più al gusto della precedente, più morbido e delicato. È sempre molto fresca e ve la potete fare tutta l’estate, anche in vacanza se volete… in più fa bene alla salute!

Strumenti: mixer da tavolo, scavino.

Ingredienti per 4 persone: 350 g di spaghetti al grano saraceno #feliciaglutenfree, 2 avocado medi e maturi, 1 limone bio, due manciate di spinaci novelli, 50 g di pistacchi, fili di erba cipollina, olio evo, sale, pepe.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta con poco sale. A parte pulite l’avocado incidendolo per la lunghezza e liberandolo dal nocciolo interno. Con l’aiuto dello scavino svuotate la polpa e trasferitela direttamente nel mixer, al quale unirete gli spinaci, 2/3 dei pistacchi, 2 fili di erba cipollina, una spruzzata di limone, poco sale, pepe macinato, olio evo per aumentare la fluidità… circa 4 cucchiai. Frullate il tutto per 1 minuto buono. Controllate che tutto si sia sminuzzato. Lessate al dente la pasta. Scolatela e conditela sul fuoco con questa salsa. Servite con poca granella di pistacchi, erba cipollina sulla sommità.

Mezzi paccheri cremosi all’ortolana

0a0cb9e4-7289-4cb0-bc5e-ea499a25063eOggi, e come ogni tanto faccio, ospito la ricetta di amici o parenti… oggi è il turno mia nipote Sara. Nei pomeriggi di intenso studio pre-laurea, si rende necessaria una pausa… un pò di decompressione.  Per l’occasione condivido con voi la sua proposta colorata e gustosa di primo piatto, già molto estivo e da realizzare in poco tempo. Non mancate di provarlo!

Ingredienti per 3 persone: 300 g di pasta secca tipo mezzi paccheri (o mezze maniche… una pasta corta, rigata possibilmente), 1 zucchina media, 1/2 peperone giallo, 1/2 peperone rosso, 1/2 cipolla bianca, 125 g di ricotta vaccina non fredda, olio evo, sale, pepe.

Strumenti: un mixer ad immersione

50b674b0-7f8e-4dc5-861c-f2db70902425Procedimento: in un tegame antiaderente mettete poco olio, zucchina e peperoni ridotti a fettine o a cubetti. Salate leggermente. Cuocete la verdura per circa 20/25′ a fiamma bassa. Devono risultare morbide ma non sfatte. Mettete a bollire abbondante acqua salata. A cottura ultimata delle verdure frullatene 2/3, unite la ricotta e incorporate9b84ac95-2814-4437-bbc1-590f42f6cf47 bene gli ingredienti. Regolate di sale e di pepe. Lasciate alcune verdure intere per il servizio finale. Lessate la pasta al dente e conservate poca acqua di cottura se dovesse servire. Condite la pasta con la salsa ottenuta, le verdurine avanzate… e buon appetito!

Risotto ai carciofi, salsa ai funghi porcini e olio al tartufo

risocarciofiIngredienti per 4 persone: 320 g di riso Carnaroli, 2 carciofi con le spine grandi, 200 g funghi porcini (anche surgelati quando non è stagione), 2 cucchiaini di olio al tartufo, aglio, pepe nero, sale, 1/2 scalogno, 1 litro di brodo vegetale o acqua calda, olio evo, 1/2 limone.

Procedimento: pulite i carciofi privandoli delle spine e della tipica “barbetta” che trovate all’interno. Tagliateli a spicchi sottili e lasciateli in acqua e limone per non farli annerire. In una wok o in una casseruola capiente preparate il soffritto per il risotto fatto con lo scalogno, 1/4 di spicchio d’aglio e poco olio d’oliva. Avviate la fiamma; quando il soffritto si imbiondisce, versate il riso e tostatelo fino a che non sarà lucido. Unite i carciofi e metà dei funghi scongelati; aggiungete due mestoli di brodo e cominciate a cuocere il riso. Sistemate di sale. Continuate così fino alla cottura finale. In una piccola casseruola mettete un cucchiaio di olio, poco aglio e il resto dei funghi che cuocerete per 5 minuti. Regolate di sale. Frullateli con un mixer ad immersione e aggiungete l’olio al tartufo. A 2 minuti dalla cottura finale del riso unite questa salsa. Spegnete… una spolverizzata di pepe nero e il piatto è servito!

Casarecce con ragù in verde

casarecce inverde

Buongiorno! Eccomi di nuovo pronta per una nuova proposta: oggi si parla di energia verde a 360°. Mi sono cimentata in un esperimento per valutare se questi ortaggi potessero funzionare insieme. Fave, asparagi, carciofi… tutto rigorosamente fresco… un tocco di rosso dato dai pomodori ciliegini secchi, la croccantezza del pistacchio… beh… vi sorprenderà come questi tre sapori arrivano al palato ben distinti. Vi consiglio di provarli in questo periodo che siamo ancora in stagione.

Strumenti: un piccolo mixer elettrico.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di casarecce ai ceci @felicia gluten-free, 100 g di fave fresche, 5 asparagi verdi, 2 carciofi, 50 g di granella di pistacchi, 4 falde di pomodori ciliegini secchi, aglio, olio evo, sale, pepe.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta con poco sale. A parte mettete a bollire altra acqua in una casseruola di piccole dimensioni che vi servirà per scottare le verdure che avrete già lavato. Gli asparagi vanno tagliati a rondelle (tenendo da parte le cime), i carciofi tagliati a spicchietti privandoli della “barbetta”. Scottate le tre verdure tutte insieme per 5 minuti poi scolatele. In un tegame antiaderente mettete un pò d’olio, lo spicchio d’aglio. Saltate tutte le verdure per circa 10′. Prelevatene 2/3 (escludendo l’aglio) e frullatele in un mixer con un pò d’olio, due cucchiai di acqua di cottura della pasta, i pomodori secchi tagliati a strisce, un cucchiaio di pistacchi,  sale e pepe. Trasferite il composto nel tegame antiaderente. Scolate la pasta al dente e unitela al ragù con poca acqua di cottura per rendere il tutto più fluido. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e servite con granella di pistacchi.