Spaghetti, pesto al prezzemolo e mandole, bottarga

spaghiprezzemolobottarga

Erano giorni, settimane, che li volevo provare e finalmente eccoli sulla mia e la vostra tavola! Una sorpresa, un’esplosione di gusto e di profumo, quasi un primo di mare… del tutto inaspettato! Provatelo subito perché è veloce da eseguire e metterà d’accordo tutti.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di spaghetti gluten free @Rummo, un mazzetto di prezzemolo, 1 punta d’aglio, 50 grammi di parmigiano reggiano, una manciata di mandorle tostate, sale, 1 cucchiaio di polvere di bottarga di tonno, olio evo.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta. Lavare molto bene le foglie di prezzemolo (togliendo invece i gambi), asciugarle e metterle nel mixer con olio e poco sale. Aggiungere il formaggio. Frullare pochi secondi, quindi aggiungete le mandorle e l’aglio. Frullare ancora alcuni secondi. Tenete da parte. Scolate la pasta al dente, conditela con la pasta e servite spolverizzando ogni piatto con la bottarga.

Mezze maniche piccanti con finferli e Branzi

mezzemanichefinferlie branzi

Proseguiamo con le ricette a mezza strada tra l’estate e l’inizio autunno… due soli ingredienti ma di assoluta qualità ed eccellenza. Non vi dico altro altro se non… provatela.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di mezze maniche @Rummo, 200 g di funghi tipo finferli, 50 g di formaggio tipo Branzi (non troppo stagionato), 1 rametto di rosmarino, 1 spicchio d’aglio, olio evo, sale, pepe.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta e una presa di sale grosso. Lavate bene i finferli e successivamente tamponateli con carta da cucina. Prendete un tegame antiaderente, versate 2 o 3 cucchiai di olio evo, i funghi lavati e tagliati a striscioline, uno spicchio d’aglio steccato, poco sale e pepe. Unire anche un rametto di rosmarino. Regolate di sale. Cuoceteli per 15 minuti e se per caso dovessero asciugarsi troppo unite poca acqua di cottura. Buttate la pasta e lessatela al dente. Tagliate a bastoncini il formaggio e tenetelo da parte. Scolate la pasta e trasferitela nel tegame dei funghi spadellando per un minuto per amalgamare i sapori. Servite con bastoncini di formaggio appoggiati sopra.

Vellutata di cavolo nero e zucca fritta

IMG_4156

Ingredienti per 2 persone: 1 mazzo di cavolo nero (circa 300 g pulito), 50 g porro, 1 patata di medie dimensioni, 1 pizzico di sale, 100 g di zucca mantovana, una manciata di mandorle già tostate, 1/2 bicchiere di bevanda alla soia, pane grattugiato gluten-free, olio di semi di arachide, olio evo.

Procedimento: lavate accuratamente le foglie del cavolo, togliete la parte più dura dei gambi e tagliatele a strisce. Tagliate a rondelle il porro e a dadini le patate. Fate rosolare il porro con olio evo, aggiungete le patate e fate cuocere a fuoco medio per una decina di minuti; aggiungete il cavolo. Salate, mettete il coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per una ventina di minuti. Assaggiate e regolate di sale. Nel frattempo riducete a bastoncini la zucca, che dapprima passerete nella bevanda alla soia e poi nel pan grattato un pò salato. Scaldate l’olio in una casseruola alta e stretta. Friggete la zucca fino alla doratura. Passate tutto con il frullatore ad immersione rendendo le verdure belle cremose, inpiattate servendo con un filo di olio evo, qualche pezzettino di zucca fritta e qualche scaglia di mandorla.

Risotto, zucca, porcini e riduzione al vino rosso

risozuccariduzioneporcini

Ci avviciniamo, ma non troppo, all’autunno e arrivano i tipici prodotti di questa stagione. In questa occasione vi propongo un riso che di base avrete già visto ma in più ho aggiunto una punta di acidità data dal vino rosso a contrastare la dolcezza della zucca. Buon appetito.

Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso Carnaroli, 200 g di zucca Moscato di Provenza (anche una mantovana andrà bene), una manciata di funghi porcini secchi (i miei arrivano dalla Lunigiana), 50 g di porro, 1 tazzina da caffè di vino rosso tipo Valpollicella, sale, pepe, 1/2 spicchio d’aglio, olio evo, 1 litro di brodo vegetale caldo.

Procedimento: come prima cosa versate il vino in un pentolino, mettetelo sulla fiamma più bassa che avete e lasciatelo andare così fino a che si ridurrà. Mettete in ammollo i funghi in una tazza di acqua tiepida. Nel frattempo, preparate il soffritto per il risotto: in una casseruola mettete il porro a rondelle, una punta d’aglio (senz’anima), un giro d’olio d’oliva. Nel momento in cui il porro diventa lucido, unite la zucca ridotta a tocchetti. Insaporitela, salate leggermente. Unite anche i funghi, scolati e strizzati. Aggiungete infine il riso, che cuocerà in circa 20′. Unite 1 mestolo alla volta di brodo caldo e portate a termine la cottura. Spegnete la fiamma e mantecate con poco olio. Servite caldo con poche gocce di riduzione di vino rosso.

Caserecce aglio, olio, peperoncino e finferli

caserecce aglioolioQuando ti prende la voglia di pasta, ma non la solita, banale… ecco che mi sono immaginata questo piatto così… per soddisfare vista e palato.

Partendo da una base classica, arricchita poi da un tocco di sottobosco… croccante. Vi lascio la ricetta!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pasta tipo caserecce di legumi (Felicia), 100 g di finferli freschi, 2 spicchi di aglio, due cucchiai di prezzemolo fresco, pane grattuggiato q.b., sale, olio evo.

Procedimento: come prima cosa pulite bene i funghi scegliendo quelli non troppo grandi per non doverli tagliare e quindi lasciare interi. Asciugateli con un panno da cucina. Nel frattempo mettete a scaldare abbondante acqua salata per la pasta. Lavate e tritate bene il prezzemolo. In una piccola casseruola del diametro di 10/12 cm mettete 1 dito di olio, l’aglio e il peperoncino. Scaldate bene l’olio ma non bruciate l’aglio. In un’altra mettete una manciata di pane grattugiato, poco sale e 1 spicchio di aglio pestato ma intero. Poco olio e unite anche i funghi. Cuocete 5 minuti a fiamma bassa senza bruciare ne il pane ne l’aglio. Nel caso unite 1 cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Lessate la pasta al dente e conditela prima con aglio e olio e poi, dopo aver ben amalgamato, anche con i funghi.

Gratin di cavolfiori

gratindicavolfiore

Eccomi tornata in cucina dopo le tanto sognate vacanze estive. Iniziamo alla grande con un piatto super gustoso! Fatto a 4 mani (mia figlia ed io) per un risultato doppiamente buono. La ricetta riguarda solo il gratin ma quella del ragù la trovate a questo link!

Ingredienti: 400g di cavolfiori bianchi già lessati (non scotti), 1 uovo, 100 g di fagiolini già lessati, 50 g di riso basmati lessato al dente, 2 cucchiai di pesto alla genovese, 50 g di casera e grana, 1 mozzarella light, farina gialla fioretto e pane grattugiato q.b., 1 spicchio di aglio (facoltativo), sale, pepe bianco q.b.

Procedimento: in una terrina capiente riunite i cavolfiori (scolati bene), l’uovo, i fagiolini tagliati in tre parti, il pesto, il riso, il formaggio ridotto a cubetti, sale, pepe a piacere e una puntina di aglio se lo desiderate. Mescolate bene, dapprima con una forchetta poi anche con le mani se necessario. Ungete una teglia con poco olio, distribuite il composto all’interno e pareggiate bene con un cucchiaio. Spolverizzate di pane grattugiato e farina gialla e infornate per 20′ a 180°C modalità ventilato. Se volete una crosticina, gli ultimi 5 minuti cuocete in modalità grill. Potete servirlo direttamente così oppure accompagnato da un buon ragù vegetariano.

Mezze maniche in ratatouille

mezzemanicheratat

Eccoci tornati in cucina con un primo piatto che amo molto e faccio spessissimo. Oggi però vi passo anche la ricetta così saremo in molti ad amarlo. Le verdure arrivano tutte dal mercato: scegliete anche voi il meglio per la vostra alimentazione di tutti i giorni!

Ingredienti per 4 persone: 350 g di mezze penne (io ho usato Rummo perché gluten free), 1 zucchina media, 1 melanzana lunga, 6 pomodori ciliegini, 1 peperone giallo medio, una manciata di olive verdi e nere denocciolate, 1 manciata di fagiolini, 2 cucchiai di capperi, olio evo, erbe aromatiche secche e biologiche (le trovate anche nella grande distribuzione nello scaffale delle spezie), 1 spicchio di aglio, 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato, sale, pepe nero.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta con poco sale. A parte preparate un tegame antiaderente con dentro poco olio e uno spicchio di aglio. Lavate bene tutte le verdure e preparatevele davanti al tagliere. Il peperone lo taglierete a strisce sottili. La melanzana lunga a mezze rondelle e così anche la zucchina. i pomodori li dividerete in 4 spicchi; i fagiolini li taglierete a tocchetti di 3 cm. Deve il tutto avere la stessa dimensione e favorire una cottura abbastanza uniforme. Versate tutto nel largo tegame. Unite capperi ed olive e d avviate la cottura. Aggiungete un cucchiaio di acqua, di erbe, un pizzico di sale e di pepe. Regolate di sapore. Cuocete per una mezz’ora. Nel mentre avrete già buttato la pasta. Scolate al dente e travasate la pasta nel tegame. Unite 1 cucchiaio di olio, prezzemolo e spadellate un minuto.

Spaghetti in salsa di melanzane e mandorle

spagjimelanzaneemandorleCosa cuciniamo oggi? Vedo delle belle melanzane lunghe e viola… vedo delle ottime mandorle, un pochino di robiola di capra… pomodori secchi… si può fare! Poche parole e mettiamoci al lavoro.

Ingredienti per 2 persone: 160 g di spaghetti (i miei sono Rummo gluten free) 3 piccole melanzane lunghe, una manciata di mandorle già tostate, 3 cucchiai abbondanti di robiola di capra, 2 falde di pomodoro Pachino secco, 1/2 spicchio di aglio, olio evo, sale, pepe nero, rametti di timo.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta, salata. Lavate bene le melanzanemelanzane e tagliatele a rondelle. Lo spessore… direi mezzo centimetro. In un tegame antiaderente mettete poco olio e le melanzane. Salate e pepate. mandorleCercate di non aggiungere liquidi. Cuoceranno in circa 10′. Nel frattempo preparare un mixer e metteteci dentro le mandole, i pomodori secchi tagliati a strisce sottili, la ricotta, qualche fogliolina di timo (poca), sale, pepe. fase1Nel frattempo spegnete le melanzane. Buttate la pasta e lessatela al dente. Tenetene qualcuna per impiattare mentre il resto finisce nel mixer. Date una bella frullata. fase2Unite 1/2 mestolo di acqua di cottura. Ri-frullate. Regolate di sale e di pepe a piacere. Trasferite la salsa ben fluida nel tegame dove avete cotto le zucchine, unite un filo d’olio e spadellateci gli spaghetti. Servite con rametti di timo e chips di melanzana.

Farfalle integrali, zucchine, olive, capperi

farfalleintegraliPer la cena di stasera vi lascio una ricettina che ha una doppia valenza: può essere consumata fresca o calda. E in più è di gran gusto! Tutto il sapore del Sud Italia in un piatto.

Ingredienti per 4 persone: 350 g di farfalle integrali, 2 zucchine grandi, 100 g di olive nere leccesi (preferibilmente), un cucchiaio abbondante di capperi di salina, due cucchiai di prezzemolo fresco tritato, 1 spicchio di aglio, olio evo, sale, una manciata di noci già tostate (Piemontesi… mi raccomando… sono le migliori), pepe bianco.

Procedimento: come sempre, iniziamo con il mettere a scaldare abbondante acqua per la pasta, salata ma non troppo. A parte in un tegame mettete dell’olio, uno spicchio d’aglio steccato (per poterlo recuperare), le zucchine tagliate a dadini di un cm di lato, le olive senza nocciolo, i capperi dissalati. Avviate la cottura a freddo e a fiamma media. Se il tutto tende ad asciugarsi, aggiungere un mescolino scarso di acqua di cottura. Cuocete per il tempo di cottura delle farfalle quindi circa 15 minuti. Lessate la pasta un pò al dente. Con l’aiuto di un pesta bistecche, o di un mixer, triturare grossolanamente le noci, ma non polverizzatele. Tenete da parte 1/2 bicchiere di acqua. Scolate la pasta, versatela poi nel tegame e incorporate gli ingredienti spadellando per un paio di minuti. Unite noci e prezzemolo. Servite subito!

Se volete gustarla fresca, prepartela in anticipo e lasciatela freddare a temperatura ambiente e mangiatela dopo qualche ora, anche in spiaggia, in piscina, in gita, insomma dove preferite.

Insalata di riso dolce-salata

insalatadiriso

Le Jar sono sempre più di gran moda in cucina: comode, igieniche, simpatiche da presentare e facili da trasportare. In ufficio, in gita, in spiaggia, al parco, in piscina… ma sempre divertenti. Sono perfetti da presentare anche in occasione di una cena in terrazza… e questa insalata è perfetta per questa occasione.

Ingredienti per 2 persone: due manciate abbondanti di riso Basmati integrale (se vi è possibile), un cuore di sedano, due cucchiai di capperi dissalati, 4 carote baby, due fette di melone, due cucchiai di prezzemolo, 1 peperone rosso piccolo, 50 g di formaggio a vostra scelta purché sapido e solido (feta, primosale, quartirolo…) io ho usato un cacio-ricotta pugliese che si è sposato deliziosamente, olio evo, sale e pepe.

Procedimento: lessate il riso in acqua leggermente salata (ci vorranno circa 10′). Nel frattempo riducete a dadini tutti gli ingredienti che andranno inseriti tutti a crudo quindi tagliateli piccoli. Condite con un filo d’olio, il prezzemolo, sale e pepe. Scolate il riso e lasciatelo raffreddare per bene. a questo punto unite riso e ingredienti, amalgamate bene il tutto e servite in Jar con un ciuffo di sedano.