Polpette di melanzane e curry

polpettedimeanzane

Tutti le amano! Partendo da quelle a base di carne fino ad arrivare a quelle a base di pesce, di ortaggi, di cereali, di legumi.

La ricetta di oggi è pressochè un esperimento: le mie polpette di melanzane prevedono pochi ingredienti e facilmente reperibili per un risultato goloso e anche economico. Possono essere servite come finger food, come antipasto e anche come secondo piatto vegetariano. Le polpette di melanzane si preparano in circa 30′ e si cuociono in soli 10 minuti. Se preferite la leggerezza potete evitare la frittura e cuocere le polpette di melanzane al forno con un po’ di olio.

Ingredienti per 4 persone: 2 melanzane medie, 2 pugni di miglio (circa 100 g), 100 g di grana padano grattugiato, un mazzetto di basilico, un rametto di timo, 100 g di pane grattugiato, 1 spicchio d’aglio, un cucchiaio di curry, sale, pepe, olio evo, farina di mais tipo “Fioretto”.

Procedimento: come primo passo mettete d’acqua a scaldare in una casseruola alta e stretta. Al momento del bollore, salate e lessate il miglio precedentemente risciacquato per circa 10′. A parte, lavate bene le melanzane e tagliatele a cubetti. Versate 3 cucchiai di olio in un tegame antiaderente, unite uno spicchio di aglio e le melanzane. Avviate la cottura a freddo. Mescolate di continuo tenendo la fiamma piuttosto “allegra”. Dopo circa 10′ unite un cucchiaio di curry, qualche foglia di timo fresco e di basilico spezzato con le mani. Unite 1/2 bicchiere d’acqua. Salate e pepate a piacere. Cuocete per altri 10 minuti poi spegnete. Trasferite la verdura in un mixer e frullate il tutto. Fatto questo riunite in una ciotola grande le melanzane, il miglio, il pangrattato, il grana. Incorporate tutti gli ingredienti prima con un cucchiaio poi con le mani. Assaggiate e regolate di sapore se necessario. In un piatto versate un paio di manciate di farina di mais. Per cuocere le polpette usate lo stesso tegame antiaderente usato in precedenza leggermente unto d’olio. Ungetevi le mani con olio evo e create delle polpette che passerete prima nel mais e poi subito nel tegame. Fate così fino ad esaurimento del composto. Servite calde sono fantastiche!

PS: la mia versione è ricca sia di basilico, di timo e anche molto ricca di curry!!

 

Finger di polenta, radicchio, taleggio e crema al tartufo

Cosa succede nella mia cucina quando avanza, se avanza, la polenta? Si inventa un nuovo piatto.
Perché la polenta è versatile, diventa finger food, diventa a volte anche dolce… oggi la mia proposta vale come antipasto ma anche come piatto unico. Provatela così. Non ve ne pentirete… vi ho mai dato un consiglio sbagliato…?!
Buona appetito!

polentafingerfood

Ingredienti: 500 g di polenta già cotta, 300 g di taleggio morbido stagionato, 1 cespo di radicchio di Chioggia, grana padano, crema al tartufo, pepe nero, olio evo.
Procedimento: tagliate a fette la polenta in fette alte mezzo cm. Nel mentre accendete la piastra. Lavate il radicchio, mettetelo in un’insalatiera e conditelo a foglia intera con olio e pepe nero. Trasferitelo sulla piastra e fatelo appassire leggermente. Insieme piastrate anche la polenta. Quando la girerete, appoggiatevi sopra un pezzetto di taleggio. Preparate un piatto da portata che avrete tenuto in caldo (magari in forno a 50°, magari un piatto in ardesia…) Disponete mucchietti di radicchio a distanza regolare, appoggiate la polenta con il taleggio, unite qualche scaglia di grana e una punta di crema al tartufo. (la foto vi sarà d’aiuto). Un giro di olio evo, una macinata di pepe e il gioco è fatto!

Omelettes con zucchine e gamberi

omelettegamberizucchinemost

Se amate le uova, ed in particolare le omelettes questa ricetta dovete proprio sperimentarla. È semplice, è bella da vedere e infine perché è proprio buona. L’omelette, è un piatto di origine francese. Può esistere in versione salata o dolce e viene preparata come una frittata, con la differenza che viene cotta solo da una parte e poi ripiegata in due su se stessa come formare una mezzaluna. Nel nostro caso facciamo una versione “gourmet” disposta in torretta, arricchita di curcuma e mostarda di Digione al Ribes che ben si sposa a questi sapori. Semplice ma molto gustosa, ottima da presentare anche per un brunch casalingo di classe!

Ecco gli ingredienti x 4 torrette: 4 uova, 3 zucchine piccole, 2 cucchiai di curcuma, 200 g di gamberetti già sgusciati, 50 g di prezzemolo, misticanza per la decorazione dei piatti, pepe nero, olio evo, sale, 1 scalogno, mostarda di Digione (a gusto).

Procedimento: battete le uova con la curcuma, il sale e il pepe. Tritate il prezzemolo già lavato a coltello e aggiungetelo. Lasciate da parte. Pulite le zucchine e tagliatele a rondelle con l’aiuto di una mandolina. Tritate lo scalogno finemente e trasferitelo in un tegame anti-aderente con poco olio. Non appena il soffritto prende calore, aggiungete le zucchine, i gamberetti, salate, pepate e cuocetele a fuoco allegro per 10′ unendo anche 2/3 cucchiai di acqua. A fine cottura trasferite tutto nell’uovo battuto, mescolate velocemente incorporandole uniformemente.
Recuperando il tegame usato, mettete poco olio e con l’aiuto di un mestolo cuocete delle frittatine. La dimensione ideale è di 8/10 cm di diametro. Esaurite tutto l’impasto. Procuratevi dei bastoncini in legno carini (magari in bambù con il nodino in cima). Lavate l’insalata. Impiatate come nella foto ovvero creando un letto di insalata, sovrapponendo 3 fritatte per commensale, mettendo in cima un paio di gamberi, fermando il tutto con il bastoncino. Guarnite con un cucchiaino di mostarda. Il gioco e fatto e il pranzo risolto! Buona giornata!

Torta salata tricolore

Una torta salata colorata, gustosa e un pò furba: gli ingredienti sono un pò quelli che abbiamo sempre in frigo quindi facili da reperire.
Quindi mettiamoci a cucinare!

tortasalata1

Ingredienti: una sfoglia salata senza glutine possibilmente rotonda, 3 uova, 300 g di spinacini novelli, 300 g di mozzarella di bufala,4-5 falde di pomodori secchi sott’olio, 100 g di grana padano grattugiato, 4 fette di scamorza affumicata, sale, pepe.
Procedimento: srotolate la sfoglia ben decongelata ed adagiatela all’interno di una teglia senza togliere la propria carta forno. Bucate il fondo con i rebbi di una forchetta. In una ciotola battete le uova con sale, pepe, formaggio. Scottate gli spinaci per un minuto in acqua bollente; scolateli bene ed uniteli alle uova. Mescolate bene e regolate di sapore. Versate il composto nella teglia. Distribuite la mozzarella, la scamorza e i pomodori sulla superficie. Ripiegate i bordi della sfoglia verso l’interno. Spennellate con olio evo e pennello da cucina. Infornate a 170°C per 20 minuti. Sarà ottima bella calda ma anche tiepida.

tortasalata2

FINGER DI ZUCCHINE E DATTERINI CARAMELLATI ALLA CANNELLA

roll1

“Conosciute sin d’antichità e menzionate all’epoca di Carlo Magno e i Franchi, venivano appunto coltivate in epoca Medioevale. Anche se i botanici del tempo iniziarono a segnalarne la presenza nel XVI secolo.”

Ingredienti per 4 persone: 3 zucchine, una manciata di pomodori datterini gialli, un cucchiaio grande di olio evo, 2 cucchiai di aceto, 1 cucchiaino da caffè di cannella, sale, pepe nero.

Procedimento: fate bollire una buona quantità di acqua salata e aceto. Lavate e spuntate le zucchine. Con l’ausilio di una mandolina tagliate a strisce le zucchine e scottatele in acqua e aceto per 5 minuti. Scolatele e disponetele su carta assorbente. Scottate i pomodori in acqua bollente per 2 minuti, scolateli subito e trasferiteli in una bacinella con acqua fredda. Tutto ciò per facilitare l’operazione di “spellatura”. Prendete un tegame anti-aderente, versate l’olio e saltate a fuoco vivo le zucchine per 2′. Regolate il sapore con sale e pepe macinato. A parte in un tegamino fate saltare i pomodori con poco olio, sale e una spolverata di cannella. Cuocete per 5 minuti. Assemblate il finger posizionando un pomodorino al centro di ogni striscia di zucchina, arrotolate e fissate con un bastoncino in legno. Posizionate in un bicchiere di vetro, spolverizzate di cannella, un filino d’olio e servite subito.

Tartine avocado&salmone fumè

3992282Ingredienti per 4 persone (2 tartine a testa): 4 fette di pane in cassetta integrale, 1 avocado non troppo maturo, 50 g di porro, 50 g di rucola, il succo di 1/2 limone, 100 g di salmone affumicato, pepe nero, olio evo.
Procedimento: lavate bene l’avocado e tagliatelo a metà; staccate il nocciolo centrale, togliete eventuali impurità poi con un cucchiaio trasferite tutta la polpa in un piccolo mixer. Unite il porro tagliato a rondelle, il succo di limone, la rucola, 2 cucchiai di olio evo, un’abbondate macinata di pepe nero, sale a piacere. 
Mixate velocemente per un paio di minuti. Regolate di sale. 
Nel frattempo che lasciate riposare in frigo la crema, tostate in padella il pane in cassetta, da entrambe le parti;  già tagliato a dischetti. 
Per un effetto più abbrustolito sporcate il fondo con un cucchiaino di olio. 
Preparate le vostre tartine: spalmate su ogni disco un cucchiaio di salsa, tagliate una fettina di salmone e arrotolatela come se fosse una piccola rosa e adagiatela sulla salsa. Decorate con rucola fresca e un’abbondante macinata di pepe nero. 

Piadina Gourmet

7988814Ingredienti per 4 persone: 4 piadine biologiche di farro, 200 g di stracciatella di bufala, 100 g di spinaci novelli, 100 g di melanzane lunghe, salsa al tartufo, olio evo, sale, pepe, 1 cucchiaio di erba cipollina tritata.
Procedimento: con l’aiuto di un coppa pasta  ricavate (diametro 8/10cm) delle forme circolari dalla piadina. Ne serviranno 3 per ogni commensale. Nel frattempo, scaldate leggermente una griglia su fuoco medio. Lavate bene e tagliate in dischi le melanzane. Poggiatele subito sulla griglia dopo averle salate e pepate. Fate lo spesso con la piadina, facendo attenzione a non bruciarla.
Assemblate la torretta partendo dal basso: piadina, una forchettata di stracciatella, due foglie di spinaci, piadina, melanzana, stracciatella, erba cipollina, piadina, spinaci, stracciatella erba cipollina. Fermatela con uno spiedo in legno, distribuite un cucchiaio di salsa al tartufo e e olio evo su ogni piatto. Cospargete con erba cipollina a piacere.

Sfoglie arcobaleno

1546441Ingredienti per 5/6 sfoglie: un rotolo rettangolare di pasta sfoglia surgelata (esiste anche senza glutine della Buitoni… quella usata da me), 1 zucchina, 200 g di salmone affumicato, 2 uova intere, 50 g di grana grattugiato, Olio evo, 5 pomodori datterini, 2 cucchiai di prezzemolo tritato fresco, sale, pepe, una base in silicone per muffin oppure delle cocotte.

Procedimento: stendete bene il rotolo di pasta sfoglia scongelata e con l’aiuto di un coppa pasta del diametro superiore a quello delle vostre basi, intagliate le forme che andrete a posizionare all’interno precedentemente unte con poco olio. In una ciotola battete le uova con il formaggio, il prezzemolo, sale e pepe. Con l’aiuto di una mandolina tagliate a fette sottili le zucchine (usando il lato più lungo). Stendete due fette di zucchina affiancate, poggiate sopra una striscia di salmone, fate un rotolino avvolgendolo sulle dita della mano. Posizionatelo all’interno della pasta sfoglia. Fate così per gli altri 4/5 rotolini. Al centro di ogni rotolino inserite un pomodorino intero e per finire, versate qualche cucchiaio di uovo sempre all’interno della base in sfoglia ma senza arrivare al bordo. Metà sarà sufficiente. Infornate a 180° per 15’/20′ al massimo!

“Questa ricetta si presta ottimamente come antipasto, finger-food per un buffet in piedi, pic nic!”

Bicchierini Tricolore

1516613Ingredienti per 4 persone: 200 g di spinaci novelli, 200 g di ricotta di capra, 200 g di pomodori datterini, 1 cipollotto, noce moscata, 1/2 spicchio di aglio, 1/2 peperoncino, sale, pepe bianco, olio evo.
Procedimento: in un tegamino antiaderente scottate leggermente gli spinaci mondati e lavati bene. Basteranno 2′. Unite 1 cucchiaio di olio, pochissimo aglio, un pizzico di sale. Cuocete per due minuti. Eliminate l’aglio e frullate il tutto in un mixer. Suddividete il composto in 4/6 bicchierini tipo finger food. Passate alla ricotta che dovrete setacciare in un colino. Da li insaporitela con poco cipollotto tritato finemente, un pizzico di sale e pepe nero. Unite 1/2 cucchiaio d’olio per la fluidità. Suddividete anche questo composto nei bicchierini. Infine tagliate a dadini piccolissimi i pomodori. Riuniteli in un mixer con cipollotto, sale, pepe e peperoncino. Frullate per pochissimi secondi e trasferite il composto a completare il bicchierino. Se non li consumate subito potete conservarli, coperti, in frigo. Toglieteli 5 minuti prima del servizio.

Uova di quaglia in cialda di parmigiano

7233912Ingredienti per 4 persone: 8 uova di quaglia, 300 g di parmigiano grattugiato, scalogno, 50 g di pesto alla genovese già pronto, 8/10 foglie di spinaci freschi, 50 g di carote tagliate a julienne, 4 cucchiai di olio evo, sale, pepe.
Procedimento: Come prima fase dedichiamoci alla preparazione delle cialde: scaldate un tegamino antiaderente del diametro di circa 20 cm. ; versate una dose ragionevole a coprire il fondo del tegamino. Il formaggio tenderà a sciogliersi e ad aggregarsi. Sollevate leggermente i bordi. Decidete in anticipo che forma dare al contenitore: io ho usato un bicchiere di vetro ma potete usare anche ciotole in coccio, in ceramica… Il passaggio successivo comporta un pò di impegno. Fate scivolare la “frittella di grana” sulla ciotola rovesciata e aiutatela con le mani a raggiungere la forma. Lasciatela raffreddare e poi passate alla successiva fino ad esaurire l’ingrediente. Nel frattempo rassodate le uova di quaglia. Condite gli spinacini e le carote con olio, sale e pepe. Adagiate l’insalatina sul fondo di ogni cialda. Tagliate a metà le uova e diponetene due per ogni contenitore. Completate con un cucchiaino di pesto.