Spaghetti in salsa di melanzane e mandorle

spagjimelanzaneemandorleCosa cuciniamo oggi? Vedo delle belle melanzane lunghe e viola… vedo delle ottime mandorle, un pochino di robiola di capra… pomodori secchi… si può fare! Poche parole e mettiamoci al lavoro.

Ingredienti per 2 persone: 160 g di spaghetti (i miei sono Rummo gluten free) 3 piccole melanzane lunghe, una manciata di mandorle già tostate, 3 cucchiai abbondanti di robiola di capra, 2 falde di pomodoro Pachino secco, 1/2 spicchio di aglio, olio evo, sale, pepe nero, rametti di timo.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta, salata. Lavate bene le melanzanemelanzane e tagliatele a rondelle. Lo spessore… direi mezzo centimetro. In un tegame antiaderente mettete poco olio e le melanzane. Salate e pepate. mandorleCercate di non aggiungere liquidi. Cuoceranno in circa 10′. Nel frattempo preparare un mixer e metteteci dentro le mandole, i pomodori secchi tagliati a strisce sottili, la ricotta, qualche fogliolina di timo (poca), sale, pepe. fase1Nel frattempo spegnete le melanzane. Buttate la pasta e lessatela al dente. Tenetene qualcuna per impiattare mentre il resto finisce nel mixer. Date una bella frullata. fase2Unite 1/2 mestolo di acqua di cottura. Ri-frullate. Regolate di sale e di pepe a piacere. Trasferite la salsa ben fluida nel tegame dove avete cotto le zucchine, unite un filo d’olio e spadellateci gli spaghetti. Servite con rametti di timo e chips di melanzana.

Polpette di melanzane e bufala

polpettemelanzaneebufalaAdoro le polpette in tutte le varianti e tra le mie preferite ci sono le polpette di melanzane, profumate e con un cuore morbido e filante.

Potete farle sia fritte che al forno, il risultato sarà comunque fantastico. E se poi avete della passata di pomodoro avanzata potete riciclarle il giorno dopo e riproporle in umido.

Ingredienti: 500 g di melanzane, 1 uovo, 4 fette di pane tipo pancarrè, 4 cucchiai di parmigiano reggiano, pangrattato q.b., prezzemolo fresco tritato, q.b., sale, olio extra vergine di oliva, 1-2 spicchio d’aglio, 80-100 g di mozzarella di bufala.

Procedimento: lavate le melanzane, tagliatele a cubetti e fatele rosolare in una padella antiaderente con un poco olio, aglio in camicia. Salate. Fate cuocere per circa 10′ fino a quando si saranno ammorbidite un pò. In una terrina sbriciolate il pane, aggiungete il formaggio, il basilico tritato, unite le melanzane cotte e l’uovo. Impastate, aggiungete del pangrattato fino ad avere un impasto ben amalgamato (io ne ho aggiunto 2 cucchiai rasi). Formate le polpette mettendo al centro un pezzetto di mozzarella. Potete prepararle anche in anticipo e conservare in frigo fino al momento di cuocerle.

Per la cottura in olio profondo: passate le polpette nel pangrattato e friggetele in un tegame a sponde medie e poche per volta per 3-4 minuti, fino a doratura desiderata. Scolatele e appoggiatele su un foglio di carta da cucina. Servitele subito!

Per la cottura in forno: rivestite una teglia con carta forno e mettete un po’ di olio, fate rotolare le polpette per ungerle bene tutte. Cuocerle in forno preriscaldato a 180° per circa 20-25′. Gli ultimi 10′ giratele per farle dorare bene.

Orecchiette di grano arso con melanzane e capperi

orecchiettemelanzane

La storia del grano arso è simile a quella di tanti prodotti che un tempo venivano adoperati solo dalla gente davvero povera, mentre oggi sono diventati prodotti di nicchia, per estimatori veri. Laddove c’erano campi di grano la gente con pochi mezzi economici andava a recuperare le spighe che i mietitori facevano cadere. Inoltre c’erano quelli che raccoglievano il grano arso: dopo la mietitura si dava fuoco alle ristoppie, e quei chicchi di grano che scivolavano a terra, anche se bruciati, venivano recuperati, macinati ed utilizzati per fare la pasta di casa.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di orecchiette di grano arso (io ho usato un nuovo prodotto… quelle di Tiberino ), 200 ml di passata di pomodoro, 2 peperoni friggitelli, 1 melanzana medio-piccola, un cucchiaio di capperi di salina, 3 foglie di basilico, 1 scalogno, sale, pepe, olio evo.

fasiProcedimento: iniziate con il preparare il condimento. In una casserruola mettete 1/2 scalogno affettato finemente, poco olio, la passata di pomodoro e le foglie di basilico spezzate a mano. Cuocete per 15′ e nel frattempo tagliate le melanzane a dadini e i peperoni a rondelle. Risciacquate i capperi e unite tutto alla salsa. Cuocete per altri 15′ regolando di sale e di pepe. Nel farttempo mettete a bollire abbondante acqua salata. Cuocete le orecchiette ma tenetele un filo al dente per gustare a pieno la “carnosità” dell’impasto. Scolatele, condite e gustate!!

Farfalle “one pot” all’ortolana

farfalleonepotCome promesso su MaQ ecco il test, la prova “provata” del metodo One Pot. Vi lascio ingredienti e procedimento! Buon appetito.

Ingredienti: 350 g di farfalle #Fiodipietra al farro, 1 litro di acqua calda, 300 g di pomodori datterini, 1/2 melanzana, 1/2 zucchina, 1/2 cipolla di Tropea, foglie di basilico, 2 cucchiai di olio evo, una presa di sale.

fase1Procedimento: tutto molto semplice… prendete una casseruola capiente e riempitela con un litro di acqua non fredda. All’interno mettete la pasta cruda, zucchine e melanzane tagliate a cubetti di circa 1,5 cm, la cipolla tagliata a fettine sottili, i pomodori tagliati a metà e tutto il resto. Avviate la fiamma e cuocete fino a che il liquido si è riassorbito mescolando spesso. Servite ben calde.fase2

A mio avviso la riuscita della ricetta è sempre un’incognita: nel mio caso la pasta era cotta bene (non al dente) e le verdure ben cotte ma in buona sostanza… lessate.

Polpette di melanzane e curry

polpettedimeanzane

Tutti le amano! Partendo da quelle a base di carne fino ad arrivare a quelle a base di pesce, di ortaggi, di cereali, di legumi.

La ricetta di oggi è pressochè un esperimento: le mie polpette di melanzane prevedono pochi ingredienti e facilmente reperibili per un risultato goloso e anche economico. Possono essere servite come finger food, come antipasto e anche come secondo piatto vegetariano. Le polpette di melanzane si preparano in circa 30′ e si cuociono in soli 10 minuti. Se preferite la leggerezza potete evitare la frittura e cuocere le polpette di melanzane al forno con un po’ di olio.

Ingredienti per 4 persone: 2 melanzane medie, 2 pugni di miglio (circa 100 g), 100 g di grana padano grattugiato, un mazzetto di basilico, un rametto di timo, 100 g di pane grattugiato, 1 spicchio d’aglio, un cucchiaio di curry, sale, pepe, olio evo, farina di mais tipo “Fioretto”.

Procedimento: come primo passo mettete d’acqua a scaldare in una casseruola alta e stretta. Al momento del bollore, salate e lessate il miglio precedentemente risciacquato per circa 10′. A parte, lavate bene le melanzane e tagliatele a cubetti. Versate 3 cucchiai di olio in un tegame antiaderente, unite uno spicchio di aglio e le melanzane. Avviate la cottura a freddo. Mescolate di continuo tenendo la fiamma piuttosto “allegra”. Dopo circa 10′ unite un cucchiaio di curry, qualche foglia di timo fresco e di basilico spezzato con le mani. Unite 1/2 bicchiere d’acqua. Salate e pepate a piacere. Cuocete per altri 10 minuti poi spegnete. Trasferite la verdura in un mixer e frullate il tutto. Fatto questo riunite in una ciotola grande le melanzane, il miglio, il pangrattato, il grana. Incorporate tutti gli ingredienti prima con un cucchiaio poi con le mani. Assaggiate e regolate di sapore se necessario. In un piatto versate un paio di manciate di farina di mais. Per cuocere le polpette usate lo stesso tegame antiaderente usato in precedenza leggermente unto d’olio. Ungetevi le mani con olio evo e create delle polpette che passerete prima nel mais e poi subito nel tegame. Fate così fino ad esaurimento del composto. Servite calde sono fantastiche!

PS: la mia versione è ricca sia di basilico, di timo e anche molto ricca di curry!!

 

Melanzane sott’olio

melanzane2Ingredienti per 4 vasetti da 250 ml: 2kg di melanzane tonde viola già pulite, 1 Litro di Aceto di Vino, 500ml di Acqua, 1/2 cucchiaio di Sale Grosso, 1 spicchio di Aglio, origano fresco ed essiccato a piacere, 1 litro di olio di oliva, peperoncino (facoltativo).
Procedimento: lavate bene le melanzane, togliamo la buccia e tagliamole a cubetti. Dobbiamo pesarne 2 kg già pulite. In una pentola grande, portiamo a bollore l’aceto, l’acqua e il sale. Preparate una zuppiera con dentro un asciugamano di cotone pulito. Scottiamo poco alla volta tutte le melanzane: due mestoli pieni di melanzane per soli tre minuti. Scolate bene con una schiumarola e ricominciate fino ad esaurimento. Fate intiepidire e poi, richiudendo il canovaccio, strizzate bene e fate uscire più liquido possibile.
Condite con aglio e origano. Mescolate bene e lasciate così per un’ora. Nel frattempo sterilizzate i vasetti (#4stagioniBormioli): portate a bollore acqua calda, immergete i vasetti, dopo 5 minuti anche i tappi. Bollite per 15/20′. Lasciate scolare su un asciugamano. A vasetti asciugati, riempiteli poco per volta aggiungendo l’olio e premendo con un cucchiaio da minestra, fino a raggiungere l’orlo. Chiudete saldamente con il tappo. Riponete in posto fresco per 24 ore. Riaprite i vasetti e aggiungete olio: le melanzane devono essere sempre coperte. Richiudete bene; lasciate passare 8 giorni e potrete gustarle. Resistono chiuse almeno un anno. 
 Ma… siete pronti a gustare le melanzane negli antipasti o usarle per farcire torte salate, preparare crostini, piadine e panini?

proced

Ragù alle melanzane

procedimentoIngredienti: 2 melanzane tonde viola belle sode, 1 cipolla bionda, un mazzetto di basilico fresco, una manciata di pomodori datterini maturi, 1 cucchiaio di Triplo concentrato di pomodoro Mutti, olio evo, sale, pepe.
Procedimento: lavate bene tutti gli ingredienti. Sbucciate le melanzane e tagliatele a dadini. Tagliate la buccia a strisce strette. Affettate i pomodori e la cipolla. Mettete tutto a freddo, basilico compreso, in un tegame antiaderente con 4/5 cucchiai di olio e iniziate a soffriggere a fuoco medio. Salate e pepate. Unite 1 mestolo di acqua tiepida e il concentrato. Cuocete con il coperchio e la fiamma bassa per altri 30′.
Potete gustare questa salsa con tagliatelle, casarecce, paccheri o anche come contorno leggero a pesce alla griglia o formaggi alla piastra.

Piadina Gourmet

7988814Ingredienti per 4 persone: 4 piadine biologiche di farro, 200 g di stracciatella di bufala, 100 g di spinaci novelli, 100 g di melanzane lunghe, salsa al tartufo, olio evo, sale, pepe, 1 cucchiaio di erba cipollina tritata.
Procedimento: con l’aiuto di un coppa pasta  ricavate (diametro 8/10cm) delle forme circolari dalla piadina. Ne serviranno 3 per ogni commensale. Nel frattempo, scaldate leggermente una griglia su fuoco medio. Lavate bene e tagliate in dischi le melanzane. Poggiatele subito sulla griglia dopo averle salate e pepate. Fate lo spesso con la piadina, facendo attenzione a non bruciarla.
Assemblate la torretta partendo dal basso: piadina, una forchettata di stracciatella, due foglie di spinaci, piadina, melanzana, stracciatella, erba cipollina, piadina, spinaci, stracciatella erba cipollina. Fermatela con uno spiedo in legno, distribuite un cucchiaio di salsa al tartufo e e olio evo su ogni piatto. Cospargete con erba cipollina a piacere.