Risotto ai carciofi, salsa ai funghi porcini e olio al tartufo

risocarciofiIngredienti per 4 persone: 320 g di riso Carnaroli, 2 carciofi con le spine grandi, 200 g funghi porcini (anche surgelati quando non è stagione), 2 cucchiaini di olio al tartufo, aglio, pepe nero, sale, 1/2 scalogno, 1 litro di brodo vegetale o acqua calda, olio evo, 1/2 limone.

Procedimento: pulite i carciofi privandoli delle spine e della tipica “barbetta” che trovate all’interno. Tagliateli a spicchi sottili e lasciateli in acqua e limone per non farli annerire. In una wok o in una casseruola capiente preparate il soffritto per il risotto fatto con lo scalogno, 1/4 di spicchio d’aglio e poco olio d’oliva. Avviate la fiamma; quando il soffritto si imbiondisce, versate il riso e tostatelo fino a che non sarà lucido. Unite i carciofi e metà dei funghi scongelati; aggiungete due mestoli di brodo e cominciate a cuocere il riso. Sistemate di sale. Continuate così fino alla cottura finale. In una piccola casseruola mettete un cucchiaio di olio, poco aglio e il resto dei funghi che cuocerete per 5 minuti. Regolate di sale. Frullateli con un mixer ad immersione e aggiungete l’olio al tartufo. A 2 minuti dalla cottura finale del riso unite questa salsa. Spegnete… una spolverizzata di pepe nero e il piatto è servito!

Polpette con cima di rapa e funghi

polpettein verde

Erano giorni che cercavo di mettere insieme un’impasto che mi soddisfacesse pienamente. E invece, in un pomeriggio piovoso, l’ispirazione mi ha portato a confezionare queste fantastiche polpettine vegetariane. Niente uova, niente latticini.

E poi le polpette piacciono proprio a tutti…

Ingredienti: 200 g di cime di rapa già lessate e strizzate, 50 g cucchiai di parmigiano, 50 g di pan grattato (potrebbe occorrerne di più per la panatura finale), 100 g di funghi porcini surgelati, 50 g di spinaci lessati e strizzati, 4 patate novelle lessate, sale, pepe, peperoncino secco (se vi va).

Procedimento: in un tegame scaldate poco olio e uno spicchio d’aglio al quale unirete i funghi. Salateli e pepateli. Cuoceteli fino a che saranno morbidi. Ci vorranno 10/13 minuti. Nel frattempo, in un mixer, mettete le cime, gli spinaci, le patate lessate, aggiungete il parmigiano e frullate. Salate e pepate. Togliete dal mixer: unite il pane grattugiato, i funghi e mescolate con un cucchiaio. Quando l’impasto sarà abbastanza compatto ma non duro sarà pronto. Formate delle polpettine e ripassatele nel pane grattugiato. In un tegame antiderente con sponde alte mettete abbondante olio di semi e friggete le polpette. per un’alternativa più “#healthy” disponetele in una teglia rivestita di carta forno e cuocetele a 170°C per 15/20′. Servite caldissime con una bella insalatina di misticanza.

Risotto porcini e gorgonzola

risofunghigorgoNiente di più goloso, intrigante ed appetitoso di un risotto caldo e fumante in un connubio davvero straordinario! Avevo dei porcini surgelati, conservati gelosamente… e giustamente castigati!

Ingredienti per 4 persone: 350g di riso Carnaroli, 300 g di porcini o funghi misti (anche surgelati vanno bene), 100 g di Gorgonzola Dop, 1 scalogno, 1 litro di brodo vegetale, sale e pepe nero, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, olio evo.
Procedimento: iniziate con un bel soffritto di scalogno e olio. Non appena prende colore, unite il riso che sfumerete con il vino bianco dopo un paio di minuti. Lasciate evaporare la parte alcolica e aggiungete il brodo che avrete messo già a scaldare a fiamma bassa. Regolate di sale. A metà cottura unite funghi tagliati a dadini. Spegnete la fiamma, unite il formaggio, una macinata di pepe e servite. Semplice ma buonissimo… Buon appetito!

Risotto con zucca e porcini secchi della Lunigiana

riso1

Buon giorno! Oggi niente di più classico e confortevole di un buon risotto con la zucca e degli ottimi funghi porcini secchi arrivati direttamente dalla Lunigiana. Una provenienza, una garanzia.

Ingredienti: 350 g di riso Carnaroli, 200 g di zucca mantovana, una manciata abbondante di funghi porcini secchi, 1/2 cipolla rossa di Tropea, 1 litro di brodo vegetale, olio evo, 100 g di grana padano, pepe nero.

Procedimento: lavate la zucca, privatela della buccia e tagliatela in piccoli dadini. Mettete i funghi in una tazza di acqua calda a rinvenire. Tenete in caldo il brodo. In una casseruola mettete la cipolla tritata finemente, poco olio e cominciate a avviare il soffritto. Unite il riso che tosterete finche non diventa traslucido. Passeranno un paio di minuti. A questo punto unite la zucca e un mestolo di brodo. Unite i funghi secchi che avrete strizzato e tagliuzzato grossolanamente. Il loro liquido andrà filtrato attraverso un canovaccio e aggiunto al riso a metà cottura. Man mano che il riso assorbe liquido unite un mestolo. Regolate di sale. Una volta portato a cottura, spegnete, mantecate con il formaggio e servite con una bella macinata di pepe nero.

Ricordate sempre che, per una cottura perfetta, il brodo non va messo tutto insieme, bensì un mestolo per volta.

riso2

Chicche alla zucca con burro, salvia e porcini

Morbidi e saporiti, gustosi ed invitanti, sono amati da tutti nella versione più classica… ma io li adoro fatti così. Con pochi ingredienti e un condimento semplice.
raviolo1
Ingredienti per 4 persone: 500 g di polpa di zucca mantovana già cotta possibilmente in forno, 100 g di patate lessate, 50 g di grana padano grattugiato, prezzemolo tritato,noce moscata, 300 g di farina 00, un pizzico di sale, un uovo, 80 g di burro, qualche foglia di salvia, funghi porcini secchi.

Procedimento per cuocere la zucca: pulite la zucca dalla buccia, tagliatela a pezzettoni, mettetela in teglia su un foglio di carta forno e cuocete per 20 minuti circa.

Procedimento per gli gnocchi: passate la zucca e la patata lessa allo schiacciapatate. Riunite il tutto in una zuppiera ampia. Unite la farina poco alla volta, l’uovo, il sale, il formaggio, la noce moscata, il prezzemolo tritato a coltello; impastate bene. Se l’impasto risulta già elastico e ben idratato non servirà tutta la farina. Fate riposare qualche minuto e nel frattempo sciogliete il burro con la salvia e mettete ad ammollare i funghi, che unirete al burro, in acqua tiepida. Una tazza andrà bene.

impasto

Riprendete l’impasto e suddividetelo in varie parti. Create delle sferette grandi quanto una noce. Mettete a bollire abbondante acqua calda salata.
Lessate gli gnocchi tutti insieme e quando verranno a galla scolateli e conditeli con il burro fuso e i funghi scolati. Potete anche eventualmente passarli in forno 10 minuti con lo stesso condimento ma una abbondante spolverata di grana e pangrattato come variante.

Vi conquisteranno!

Polenta integrale al tartufo con porcini e gorgonzola

Ecco uno dei miei piatti, cosidetti “unici” che amo da sempre… un cibo antico arricchito da un’olio al tartufo nero intenso e persistente, funghi porcini e un cremoso Gorgonzola dolce DOP.
Che dire? Ecco la ricetta!

polentaintegrale1

Ingredienti per 4 persone: 200 g di farina di mais integrale, olio al tartufo, 200 g di porcini (anche surgelati andranno bene), 300 g di Gorgonzola DOP, sale.
Procedimento: in una casseruola cuocete la polenta in un litro di acqua salata non appena raggiunge il bollore. Mescolate continuamente. A metà cottura unite i funghi. Nel frattempo A cottura completata (se non è istantanea ci vorrà almeno un’ora), sistematela in una pirofila.Fate un primo strato basso di polenta, disponete pezzetti di gorgonzola e un filo di olio al tartufo; ricoprite di polenta e ricominciate fino alla fine degli ingredienti.

polenta2

Gramigna risottata con porcini e luganega

5088522Il 4 marzo 2016 celebriamo il 4 marzo 1943, esplorando la cucina lombarda: è il nostro modo di festeggiare (il giorno di nascita di) un artista che “masticava” non solo musica DOC ma anche buona cucina. 
Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta tipo gramigna, 250 g di luganega lodigiana, 200 g di funghi porcini (meglio freschi ma data la stagione anche surgelati vanno bene) un ramo di rosmarino, sale, pepe, 1/2 litro di brodo vegetale o acqua calda, olio evo, 1/2 scalogno.
Procedimento: in un largo tegame (o in una Wok) versate 4 cucchiai di olio Evo, lo scalogno tritato e la luganega, spellata e sbriciolata in tocchetti piccoli. Accendete il fuoco a fiamma media e iniziate a creare la base del condimento. Non appena il salume comincia a sbianchire, unite i funghi tagliati a dadini e un cucchiaio di rosmarino tritato fine. Insaporite altri 5 minuti poi versate la pasta. Cuocerà come il risotto ed il sapore ci guadagnerà. Aggiungete pochi cucchiai di brodo o acqua calda per tenerla sempre umida, all’onda. Regolate di sale. Una volta cotta, servite con altro rosmarino e pepe nero.