Zucca arrostita in agrodolce

Una ricetta legata a sapori antichi, rustici… per una materia prima d’eccellenza. Pochissimi ingredienti: zucca, aglio, olio extravergine, porro, rosmarino, sale e aceto. A piacere si possono aggiunge anche i semi di zucca per dare un po’ di croccantezza. E’ importante non tagliare la zucca a pezzi troppo sottili ma piuttosto dei cubetti, come anche non arrostirla esageratamente: deve restare consistente, non si deve disfare.
La quantità di aceto è una spruzzata, anche perchè dipende molto dal vostro gusto. Se non siete abituati al gusto acre, agro, forse è bene che vi manteniate su una dose minima.
zuccaagrodolce

Ingredienti per 4 persone: 500 g di zucca (peso senza la buccia), 2 mazzetti di rosmarino, 50 g di porro, 2 spicchi di aglio, 1/2 bicchiere di aceto bianco, sale, olio evo e pepe.
Procedimento: dopo averla lavata, privata della buccia, tagliate la zucca a cubetti di circa 2 cm scarsi. In un tegame antiaderente e a sponde alte mettete, dell’olio evo, gli spicchi d’aglio lavati ma con la buccia… leggermente schiacciati con il dorso della mano, il porro tagliato fine. Dopo 2 minuti, a fiamma media, unite subito la zucca e alzate la fiamma. Mescolate spesso. Salate, e pepate. Mettete una spruzzata di aceto e fate evaporare. Unite una manciata di aghi di rosmarino fresco.Non appena la zucca inizia a fare la crosticina, tenete d’occhio la cottura. Cuocete in tutto per 15/20 minuti al massimo. Il tempo giusto va comunque stabilito nella consistenza. Deve essere cotta ma non spappolata. Servitela calda. O riscaldata il giorno dopo… meravigliosa!

FINGER DI ZUCCHINE E DATTERINI CARAMELLATI ALLA CANNELLA

roll1

“Conosciute sin d’antichità e menzionate all’epoca di Carlo Magno e i Franchi, venivano appunto coltivate in epoca Medioevale. Anche se i botanici del tempo iniziarono a segnalarne la presenza nel XVI secolo.”

Ingredienti per 4 persone: 3 zucchine, una manciata di pomodori datterini gialli, un cucchiaio grande di olio evo, 2 cucchiai di aceto, 1 cucchiaino da caffè di cannella, sale, pepe nero.

Procedimento: fate bollire una buona quantità di acqua salata e aceto. Lavate e spuntate le zucchine. Con l’ausilio di una mandolina tagliate a strisce le zucchine e scottatele in acqua e aceto per 5 minuti. Scolatele e disponetele su carta assorbente. Scottate i pomodori in acqua bollente per 2 minuti, scolateli subito e trasferiteli in una bacinella con acqua fredda. Tutto ciò per facilitare l’operazione di “spellatura”. Prendete un tegame anti-aderente, versate l’olio e saltate a fuoco vivo le zucchine per 2′. Regolate il sapore con sale e pepe macinato. A parte in un tegamino fate saltare i pomodori con poco olio, sale e una spolverata di cannella. Cuocete per 5 minuti. Assemblate il finger posizionando un pomodorino al centro di ogni striscia di zucchina, arrotolate e fissate con un bastoncino in legno. Posizionate in un bicchiere di vetro, spolverizzate di cannella, un filino d’olio e servite subito.

Pennette al ragout di tempeh e zucca (ricetta passo-passo)

img-7763Ingredienti per 4 persone: 350g di penne (Barilla senza glutine), 2 panetti di tempeh (soia disidratata), 100 g di zucca mantovana, 1 cipolla rossa di Tropea, 1 gamba di sedano bianco, olio evo, 4 cucchiai di concentrato di pomodoro, sale, pepe.
Procedimento: come mostrato nelle immagini, lavate bene sedano, zucca e cipolla di Tropea. Affettate il tutto e riducete a piccolissimi dadini. In una casseruola antiaderente mettete 4 cucchiai di olio e le verdure. Unite 4 cucchiai di acqua. Stufate per 10′. Unite il tempeh ridotto a cubetti schiacciandolo con il cucchiaio. Aggiungete infine il concentrato, sale, pepe a piacere, 1/2 tazza di acqua e cuocete per 40′. Lessate la pasta al dente e conditela con questa straordinaria salsa.

Vi chiederete… cos’è il tempeh???
Il tempeh o tempè è un alimento fermentato ricavato dai semi di soia gialla, molto popolare in Indonesia e in altre nazioni del sud-est asiatico. È noto anche come “carne di soia”. Ha un sapore complesso ed intenso: una combinazione di noci, e funghi, ma alcune ricette esaltano alcune somiglianze con la carne.
Si congela facilmente ed è disponibile in molti paesi occidentali, soprattutto nei supermercati etnici e nei negozi dietetici.

100 g di prodotto apporta circa 166 kcalorie, contiene 20,7 g di proteine, 6,4 g di lipidi, 6,4 g di carboidrati e 4,1 g di fibra.

Insalata di riso… insolita

risoefagioliIngredienti per 4 persone: 300 g di riso semi-integrale, 200 g di fagiolini già sbollentati, 200 g di fagioli rossi lessati, una manciata di funghi porcini surgelati (anche misti), 1 manciata di piselli sbollentati o surgelati, 1 cucchiaio di curry, 1/2 scalogno , olio Evo, sala di soia, pepe nero.
Procedimento: mettiamo a lessare il riso (precedentemente risciacquato sotto acqua corrente) in acqua salata (anche il giorno prima). In un tegame antiaderente mettete 2 cucchiai di olio, funghi e piselli ancora congelati, lo scalogno tritato finemente, il curry. Stufate per 10′ poi unite i fagliolini ed i fagioli rossi. Bagnate con poca salsa di soia e regolate di sale. Cuocete per altri 5 minuti. Unite il riso e alzate leggermente la fiamma. Servite caldo.

Qui si tratta di un’insalata dal grande contenuto di proteine vegetali, in perfetto stile vegetariano/vegano ma anche per chi deve tenere controllati peso e calorie con un piatto unico sostanzioso.