Cucina del Sud: dalla libreria alla cucina.

books

Nuovo appuntamento con i consigli editoriali. Oggi vi propongo due volumi della collana In cucina con Slow Food: Ricette di Puglia e Ricette di Sicilia.
I volumi, come è ovvio, raccontano la cucina casalinga pugliese e quella siciliana che amo particolarmente e alla quale mi ispiro spesso.
La prima è una cucina che fa ampio uso di pasta fresca (orecchiette&Co.), verdure, erbe spontanee e olio di oliva. E ancora… proteine vegetali come legumi, seguiti da pesci e carni ovine, equine, suine.
Una cucina schietta, con sapori decisi e riconoscibili, facilmente adattabile alle diete vegetariane.
La seconda contiene una vasta scelta di ricette appartenenti ad una delle cucine più ricche del Mediterraneo, praticata ogni giorno dalle famiglie di tutta l’isola. C’è proprio tutto: dai prodotti di friggitoria ai panini imbottiti di frattaglie; dall’insalata di arance alle sarde, dai timballi ai golosissimi cannoli…

Le ricette sono ben spiegate e corredate da belle fotografie… quindi ve li consiglio entrambi caldamente!

Insalata siciliana

735952Ingredienti per un’insalata: 2 finocchi tondi, 2 arance tarocco, 200 g di olive nere, 1 cipolla media di Tropea, limone, olio, pepe.
Procedimento: lavate e pulite bene i finocchi e tagliateli a fette sottilissime,  conservando i ciuffetti alla sommità. Se non avete dimestichezza con i coltelli, aiutatevi con una mandolina. Sbucciate e tagliate a vivo (cioè senza la “pellicina”) le arance riducendole a piccoli spicchi. Scolate le olive dal loro liquido ma non risciacquatele. Lavate e tagliate finemente anche la cipolla.
Riunite tutto in una zuppiera e condite con olio, limone e pepe a volontà.

Le arance sono i frutti protagonisti dell’inverno. In Sicilia si consumano da sempre durante i pranzi, come un classico delle tavole invernali. Un mix di sapori che è in grado di far cambiare idea anche ai palati più difficili.
Ovviamente, inutile dirlo, fondamentale la bontà delle materie prime.

Pennette ai due pomodori e formaggio di Capra

pennepomprovolaIngredienti per 2 persone: 160 g di penne Barilla (Nuova Ricetta), 200 g di pomodori datterini maturi, 3 falde di pomodori secchi, 50 g di ricotta dura di capra oppure, come me, di primosale di capra Siciliano, un cucchiaio di capperi dissalati, un cucchiaio di origano fresco, 1 spicchio di aglio, 1 cipolla piccola di Tropea, olio Evo, sale, pepe.
Procedimento: mettete a scaldare abbondante acqua salata per lessare la pasta. Nel frattempo prepariamo il condimento: affettate finemente la cipolla, e a pezzetti i due tipi di pomodori; versate il tutto in un tegame a base larga con 4 cucchiai di olio. Dopo 2 minuti unite capperi e origano. Lasciate cuocere in tutto per 10′. Se si asciuga troppo il sugo aggiungete 2 cucchiai di acqua calda di cottura. Buttate la pasta che cuocerete al dente. Scolatela ed unitela al sugo per amalgamare i sapori. Servite caldissima con una pioggia di formaggio grattugiato a scaglie.

Tagliatelle di farro alle melanzane

tagliatellefarroallemelanzaneIngredienti per 4 persone: 250 g di tagliatelle di farro o integrali secche, una buona quantità di ragù di melanzane (del quale trovate la ricetta alla sezione Sughi&Salse del sito), sale per la pasta.
Procedimento: tutto molto semplice se avete già preparato il vostro condimento. Lessate al dente la pasta in acqua salata e dopo scolata, conditela abbondantemente. Se lo desiderate non guasterebbe una bella spolverata di pecorino!