Ceci all curcuma, tofu affumicato, spinaci

ceciallacurcumaOggi siamo all’insegna di #vegansoul, quindi un piatto unico dal sapore esplosivo e tutta salute. Tanto per fare un elenco di valori positivi… I ceci più diffusi sono di colore chiaro ma anche in Italia vengono ancora coltivate delle varietà antiche di colore scuro, praticamente nero, e che si trovano soprattutto in alcune zone della Toscana, dell’Umbria e della Puglia; sono un’ottima fonte di proteine di origine vegetale, sali, minerali, calcio, ferro, vitamina A e B. Il tofu è un alimento utilizzato soprattutto nella cucina Orientale e, sebbene il suo nome sia giapponese, ha origini cinesi. Conosciuto anche come “formaggio di soia”, questo prodotto si ricava – appunto – dalla cagliatura del latte di soia; non contiene lattosio, ma proteine vegetali e non animali. La curcuma è una spezia ricca di proprietà benefiche; il consumo migliora il funzionamento di stomaco e intestino e per di più aiuta a combattere il colesterolo, poiché facilita lo smaltimento dei lipidi in eccesso. Possiede proprietà antinfiammatorie, antitumorali, cicatrizzanti, digestive, antidepressive, antibatteriche… Quindi mettiamoci a cucinare!

Ingredienti per due persone: 300 g di ceci già ammollati e lessati, 2 panetti di tofu affumicato, un piatto fondo di spinaci novelli freschi; 3 cucchiai di curcuma, 3 cucchiai di semi di sesamo, olio evo, sale, pepe nero.

Procedimento: in una casseruola dalle sponde alte mettete un filo d’olio e i ceci poco scolati dalla loro acqua di cottura. Unite subito la curcuma e cominciate ad insaporire i due ingredienti. Salare leggermente. Cuocete per 10′. Nel frattempo… tostate i semi di sesamo a parte in un tegamino (senza olio) e tagliate a piccoli cubetti il tofu. Gli spinaci andranno solo ben lavati e poco scolati. Controllate l’umidita dei ceci e nel caso aggiungete un paio di cucchiai di acqua calda. Unite il tofu e gli spinaci. Lasciate passare altri 10′ minuti poi servite in ciotole con una spolverata di semi di sesamo.

Fusilli risottati con cime, olive nere e acciughe

fusillioliveecimeLegù è fatta solo con farina di legumi in proporzione variabile tra ceci, fagioli bianchi e piselli gialli decorticati. Abitualmente uso, nella mia alimentazione, pasta di legumi. Ma devo dire che anche questa marca mi ha ampiamente soddisfatto in gusto, consistenza e resa in cottura. Ho voluto provarla con un condimento molto “sud-mood” ed il risultato è stato davvero soddisfacente. E in più è gluten-free…

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pasta corta a base di farina di legumi, 200 g di cime di rapa, 100 g di olive nere di Gaeta, 4 filetti di acciughe del Mar Cantabrico, 1 spicchio di aglio, olio evo, sale, pepe.

Procedimento: in una casseruola antiaderente o in una wok (preferibile) mettete 4 cucchiai di olio evo e soffriggeteci uno spicchio di aglio e 2 filetti di acciuga. Procedete così, a fiamma bassa per 2 minuti poi unite le cime di rapa mondate, lavate e poco scolate. Regolate di sale e lasciatele insaporire per 5 minuti. A questo punto unite le olive leggermente passate sotto l’acqua corrente e la pasta che cuocerà in 3 minuti. Aggiungete 1/2 bicchiere di acqua tiepida e lasciate tirare il liquido, mescolando di frequente. Unite gli altri 2 filetti di acciuga. Terminate la cottura e servite subito!

Crema di zucca e ceci caramellali al miele

cremazuccaececi

Questa vellutata è un pò frutto di un esperimento: a mio giudizio riuscito benissimo! Il risultato è golosissimo, intrigante e di carattere oserei dire… Non porta via molto tempo… basta una mezz’ora da impegnare in un primo piatto anche elegante.

Ingredienti per 4 persone: 1 patata media, 750 g di zucca napoletana, 1-2 cipolla bianca, 200 g di ceci già lessati, 2 cucchiai di burro chiarificato, 4 cucchiai di miele di castagno, sale, rametti di rosmarino.

Procedimento: lessate in una casseruola la zucca ridotta a pezzettoni, la patata tagliata nella stessa misura, la cipolla. Non mettete troppa acqua ma un pizzicone di sale. Lessate per circa 20′ senza stracuocere. A metà cottura, prendete un tegame antiaderente, versate il burro e i ceci e insaporite a fuoco lento. Dopo 2/3 minuti unite il miele e amalgamate delicatamente i sapori. Cuocete per altri 2 minuti. Scolate bene la verdura; trasferitela in un mixer. Frullate per un paio di minuti; se risulta troppo cremosa, solita allungate con l’acqua di cottura ma non troppo. I ceci, quando impiatterete, non dovranno affondare. Servite la vostra vellutata con al centro un mucchietto di ceci e rosmarino fresco.

 

 

Mezze maniche piccanti con ceci, pomodori e piselli

mezzepennececi

@CucinaCre-attiva

Oggi vi propongo un primo piatto semplice ma super gustoso che mi sono portata in ufficio. Una pasta @Rummo senza glutine, spettacolare e di grande tenuta in cottura; un sughetto a base di verdura e legumi e per completare… peperoncino piccante per esaltare tutti i sapori.

Ingredienti per 2 persone: 180 g di pasta tipo mezze maniche, 150 g di ceci già lessati, 150 g di pomodori tipo Pachino, 100 g di piselli (surgelati), olio al peperoncino, peperoncino fresco, aglio, origano.

Procedimento: in una casseruola scaldate l’acqua per la pasta con poco sale. A parte, in un tegame antiaderente, mettete uno spicchio d’aglio intero, un cucchiaio di olio piccante, i ceci scolati e passati sotto l’acqua corrente. Cominciate ad insaporire a fuoco lento. Dopo 4/5 minuti unite piselli e pomodori. Se il tutto risultasse un pò asciutto unite poca acqua di cottura della pasta. Regolate di sale e aggiungete origano secco… una presina. Buttate la pasta e cuocetela al dente. Prima di scolare tenete del liquido di cottura. Versate la pasta nel condimento ed insaporite per un paio di minuti… gli elementi faranno amicizia ed il risultato sarà… esplosivo!

Pasta mista “ceci&zucca”

zuppaececi

“Uno dei miei piatti autunnali e vegetariani preferiti… dei tanti in verità. Alzi la mano chi non ama questo primo piatto, caldo, confortevole e straordinariamente saporito…”
Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta mista (magari recuperata tra gli avanzi di spaghetti, reginette, farfalline…) 200 g di ceci già lessati, 300 g di zucca, 100 g di pecorino romano, sale, pepe, olio evo.
Procedimento: pulite la zucca privandola della buccia; tagliatela a dadini e lessatela in acqua salata per 15 minuti dal punto di bollore. Dopo di che scolatela. Spostatela nel bicchiere del mixer ad immersione insieme a 100 g di ceci (scolati e risciacquati) e riducete in purea. Unite 4 cucchiai di olio. Lessate la pasta. Poco importa se alcuni dei formati rimarranno al dente ed altri saranno più cotti… è il bello di questo piatto rustico. Scolate e rimettete su fiamma bassissima per 2/3 minuti condendo con la purea ed i ceci rimasti. Una spolverata di pepe nero. Regolate di sale se necessario. Servite caldissima e con abbondante pecorino.

Un suggerimento: esiste in commercio della pasta mista di Gragnano molto buona e anche bella a vedersi. Se vi capita di vederla… acquistatela. Vi servirà per altre zuppe, con ingredienti alternativi a questa ricetta: patate e castagne per esempio…

Flower Burger

25 settembre 2016foto1
Dopo una mattinata di shopping terapeutico, abbiamo deciso di provare un locale del quale avevo sentito parlare in rete e dal noto nutrizionista Marco Bianchi. Nato nell’ottobre 2015, è la nuova meta vegan per cultori di hamburger. Nell’arco di un anno le sedi Flower Burger sono diventate 4: 2 a Milano, 1 a Monza e una a Roma. Noi siamo stati nel locale di Via Vittorio Veneto, 10 a Milano – zona Porta Venezia.

foto2L’ambiente? Tutto all’insegna de “figli dei fiori”. Le pareti sono riccamente decorate con grafiche anni ’70… quasi una copertina dei Beatles; atmosfera friendly e distesa, tavoli alti in legno naturale e sgabelli in ferro smaltato per condividere il pasto tra amici ma anche con chi non si conosce. Dietro il bancone… la cucina con laboratorio a vista! Gli hamburger: coloratissimi, allegri e 100% vegan! In menù 6 scelte molto golose: Classic Cecio, Spicy Cecio, Cheesy Cecio, Pepper Seitan, Flower Burger, Tofungo. Pane, burger e salse sono tutte “home made” e si sente… la nostra scelta è andata su Spicy Cecio (pane alla curcuma, burger di ceci, tartare di cipolle di Tropea, pomodori,insalata, spinaci, salsa spicy) e sul Cheesy Cecio (pane nero al carbone vegetale, burger di ceci, insalata, pomodori, flower cheese alle erbe, salsa tartarella).foto4 Abbiamo preso due gazzose e delle deliziose patate Savory. Il tutto servito in una mini cassetta della frutta. L’hamburger è davvero molto buono, e per chi come me non mangia più carne, non ti fa rimpiangere il classico modello americano. L’insieme è gustoso, abbondante, a tratti difficoltoso da gestire a livello di “morso”. Il pane è fragrante e saporito, il burger di ceci non ingozza, le salse gustose ma non invadono. Le patate sono abbondanti e saporite. Quindi nulla da dire.

foto5Punti un pò dolenti: il locale è un pò piccolo, 5 tavoli o giù di li, in cucina c’è una sola persona che compone i burger (ma devo dire che ci mette tutta la volontà) e non ci sono servizi igienici. Tempo di attesa: 20′ abbondanti. La ragazza al bancone ci dice che il locale di Via Vigevano, in zona Porta Genova è più grande, su due piani e con servizi igienici propri.La spesa? 23 euro e 50, già scontato del 10%. Ti viene consegnata una Flower Card per accumulare timbri e avere diritto ad un burger omaggio ogni 10. Nulla di regalato ma di sicuro gusto e qualità rendono questo locale meritevole di una seconda visita.