Flower Burger

25 settembre 2016foto1
Dopo una mattinata di shopping terapeutico, abbiamo deciso di provare un locale del quale avevo sentito parlare in rete e dal noto nutrizionista Marco Bianchi. Nato nell’ottobre 2015, è la nuova meta vegan per cultori di hamburger. Nell’arco di un anno le sedi Flower Burger sono diventate 4: 2 a Milano, 1 a Monza e una a Roma. Noi siamo stati nel locale di Via Vittorio Veneto, 10 a Milano – zona Porta Venezia.

foto2L’ambiente? Tutto all’insegna de “figli dei fiori”. Le pareti sono riccamente decorate con grafiche anni ’70… quasi una copertina dei Beatles; atmosfera friendly e distesa, tavoli alti in legno naturale e sgabelli in ferro smaltato per condividere il pasto tra amici ma anche con chi non si conosce. Dietro il bancone… la cucina con laboratorio a vista! Gli hamburger: coloratissimi, allegri e 100% vegan! In menù 6 scelte molto golose: Classic Cecio, Spicy Cecio, Cheesy Cecio, Pepper Seitan, Flower Burger, Tofungo. Pane, burger e salse sono tutte “home made” e si sente… la nostra scelta è andata su Spicy Cecio (pane alla curcuma, burger di ceci, tartare di cipolle di Tropea, pomodori,insalata, spinaci, salsa spicy) e sul Cheesy Cecio (pane nero al carbone vegetale, burger di ceci, insalata, pomodori, flower cheese alle erbe, salsa tartarella).foto4 Abbiamo preso due gazzose e delle deliziose patate Savory. Il tutto servito in una mini cassetta della frutta. L’hamburger è davvero molto buono, e per chi come me non mangia più carne, non ti fa rimpiangere il classico modello americano. L’insieme è gustoso, abbondante, a tratti difficoltoso da gestire a livello di “morso”. Il pane è fragrante e saporito, il burger di ceci non ingozza, le salse gustose ma non invadono. Le patate sono abbondanti e saporite. Quindi nulla da dire.

foto5Punti un pò dolenti: il locale è un pò piccolo, 5 tavoli o giù di li, in cucina c’è una sola persona che compone i burger (ma devo dire che ci mette tutta la volontà) e non ci sono servizi igienici. Tempo di attesa: 20′ abbondanti. La ragazza al bancone ci dice che il locale di Via Vigevano, in zona Porta Genova è più grande, su due piani e con servizi igienici propri.La spesa? 23 euro e 50, già scontato del 10%. Ti viene consegnata una Flower Card per accumulare timbri e avere diritto ad un burger omaggio ogni 10. Nulla di regalato ma di sicuro gusto e qualità rendono questo locale meritevole di una seconda visita.

Tempeh con verdure all’orientale

tempehverdureIngredienti per due persone: 2 panetti di tempeh, 200 gr di fagioli già sbollentati, 100 g di zucca già sbollentata, scalogno, una manciata abbondante di germogli di soia, 1 cucchiaio di curcuma, 1/2 bicchierino di salsa di soia, olio evo.
Procedimento: in un largo tegame antiaderente mettete 3 cucchiai di olio, la curcuma e il tempeh tagliato a fettine piccole. Lasciate insaporire a fuoco medio poi aggiungete i germogli e metà salsa di soia. Proseguite la cottura per 5 minuti poi unite le verdute ridotte a piccola dimensione. insaporite il tutto per altri 5 minuti poi servite anche con dei germogli freschi.

Zucchine aromatiche

3615818_orig
2472561Ingredienti per 4 persone:
 500 g di zucchine verdi scure, un mazzetto di erbe (salvia, timo, prezzemolo), 2 spicchi di aglio, burro chiarificato, sale, pepe.
Procedimento: come prima cosa laviamo le zucchine spuntando testa e coda. Successivamente tagliatele a bastoncini della lunghezza di circa 5 cm. A parte lavate bene le aromatiche. La salvia finisce per prima in un tegame antiaderente con due spicchi di aglio e 3 cucchiai abbondanti di burro. Fate insaporire per 3 minuti poi unite le zucchine. Coprire e cuocete a fiamma bassa per 10 minuti.
Tritate finemente le erbe e unitele alle zucchine. Salate e pepate a piacere.
Alzate la fiamma e fatele colorire mescolando continuamente per non farle ne attaccare ne bruciare. Servitele caldissime!!!