Mezze maniche in salsa di taccole, basilico e pinoli

mezzemanichetaccole

Le taccole, chiamate anche piselli mangiatutto, sono dei legumi tipici della tarda primavera che non vanno sgranati ma si possono mangiare nella loro interezza. Tanti sono i nomi con cui vengono chiamate:  piselli della neve o piselli baccelli. Le taccole vantano interessanti proprietà: sono ricche di fibre, possiedono una buona quantità di vitamine e sali minerali  quindi possono essere considerati un integratore naturale rimineralizzante. Se consumate nella maniera corretta e con regolarità, possono aiutare a contrastare situazioni di anemia, grazie alla presenza di ferro.

Oggi ve le propongo in un condimento per pasta (calda o fredda) davvero gustoso e veloce da eseguire.

Ingredienti per 2 persone: 180 g di mezze maniche integrali, 200 g di taccole fresche (lessate) o surgelate, 1/2 spicchio d’aglio, 3 cucchiai di pinoli, olio evo, una decina di foglie di basilico, 2 cucchiai di pecorino, sale, pepe.

Procedimento: mettete a bollire abbondante acqua per la pasta con poco sale grosso. In un tegamino tostate brevemente i pinoli in modo da farli risultare meno crudi e oleosi. Tenete da parte. In un altro tegame mettere ad insaporire le taccole con un filo d’olio, sale pepe e aglio leggermente pestato con il palmo della mano. 10 minuti a fiamma bassa basteranno.  Buttate la pasta. Trasferite la verdura (senza l’aglio), in un mixer con i pinoli, il basilico lavato e strappato a mano, il formaggio, poco sale, pepe e olio (tipo 4/5 cucchiai da minestra). Iniziate a frullare. Unite due cucchiai di acqua di cottura della pasta. create una salsa fluida, non liquida. Regolate di gusto e quando le mezze maniche sono al dente conditele abbondantemente. Completate con un giro d’olio a crudo e foglie di basilico.

 

RISOTTO CON SPINACI NOVELLI, CAPPERI, NOCI E ROBIOLA

risottoOggi vi lascio la ricetta di questo buonissimo #risotto… dolce, croccante e salino allo stesso tempo…

Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso tipo #Carnaroli, 50 g di robiola di capra, 50 g di noci sgusciate, un cucchiaio di capperini di #Salina, una manciata di #spinaci novelli, 1 scalogno, 1litro di brodo vegetale, olio evo.

Procedimento: preparate il soffritto con poco olio e lo scalogno che avrete ridotto a fettine sottili. Non appena diventa lucido, unite il riso. Tostatelo per un paio di minuti poi unite un paio di mestoli di brodo caldo. Procedete così per 10 minuti… unite brodo solo quando si assorbe il precedente. Aggiungete adesso i capperi e gli spinaci. Terminate la cottura leggermente al dente. Spegnete la fiamma, unite la robiola e poco olio per avere un effetto cremoso, all’onda. Servite con noci sbriciolate e foglie di spinaci crude.