Calamarata con carciofi, limone e noci

calamarata

Buongiorno a tutti! Dopo qualche giorno di pausa eccomi a pubblicare la ricetta che probabilmente avrete già visto su Instagram nei giorni scorsi. Si tratta di una “finta calamarata” ovvero di una pasta a base di farine di legumi a marchio Legù che ha tenuto molto bene la cottura, catturato il sughetto ed esaltato i sapori. La differenza da una pasta “convenzionale” è davvero poca… e in più è sana e gluten free.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pasta Legù (formato calamarata), 2 carciofi grandi, una manciata di noci, un rametto di rosmarino, 2 limoni non trattati, olio evo, 1 spicchio d’aglio.

Procedimento: dedichiamoci alla pulizia dei carciofi (a meno che non vi abbia fatto una cortesia il vostro ortolano di fiducia). Private il carciofo delle punte e tagliatelo in 4 parti: togliete le punte interne e quella sorta di lanugine bianca. Lavateli bene e man mano lasciateli in acqua e limone per non farli annerire. Tagliateli a fettine sottili. Mettete sul fuoco un tegame antiaderente con poco olio, aglio e rosmarimo. Unite da subito i carciofi e cuoceteli a fuoco medio per 15/20 minuti. Nel frattempo mettete a bollire acqua salata per la pasta. Scolatela leggermente al dente e trasferitela nel tegame dei carciofi, ai quali unirete noci tagliate grossolanamente a coltello e una grattugiata abbondante di buccia di limone.

Fusilli risottati con cime, olive nere e acciughe

fusillioliveecimeLegù è fatta solo con farina di legumi in proporzione variabile tra ceci, fagioli bianchi e piselli gialli decorticati. Abitualmente uso, nella mia alimentazione, pasta di legumi. Ma devo dire che anche questa marca mi ha ampiamente soddisfatto in gusto, consistenza e resa in cottura. Ho voluto provarla con un condimento molto “sud-mood” ed il risultato è stato davvero soddisfacente. E in più è gluten-free…

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pasta corta a base di farina di legumi, 200 g di cime di rapa, 100 g di olive nere di Gaeta, 4 filetti di acciughe del Mar Cantabrico, 1 spicchio di aglio, olio evo, sale, pepe.

Procedimento: in una casseruola antiaderente o in una wok (preferibile) mettete 4 cucchiai di olio evo e soffriggeteci uno spicchio di aglio e 2 filetti di acciuga. Procedete così, a fiamma bassa per 2 minuti poi unite le cime di rapa mondate, lavate e poco scolate. Regolate di sale e lasciatele insaporire per 5 minuti. A questo punto unite le olive leggermente passate sotto l’acqua corrente e la pasta che cuocerà in 3 minuti. Aggiungete 1/2 bicchiere di acqua tiepida e lasciate tirare il liquido, mescolando di frequente. Unite gli altri 2 filetti di acciuga. Terminate la cottura e servite subito!