Carpaccio di carciofi

carpacciodicarciofi

Oggi vi lascio la ricetta, super facile, per preparavi una specialità molto versatile: un antipasto originale, anche un contorno sfizioso, un piatto unico super leggero. Un piatto della tradizione milanese (ma non solo), molto nutriente grazie al connubio di verdura cruda (dunque intatta nelle sue proprietà nutritive) e parmigiano, ricco in calcio e proteine. A breve i carciofi non saranno più in stagione quindi approfittatene subito.

carciofi sono una fonte preziosa di potassio e sali di ferro. Contengono un principio attivo, la cinarina, che favorisce la diuresi e la secrezione biliare.

Ingredienti per 4 persone: 2 o 3 carciofi con le spine o del tipo mammole (dipende dalla dimensione), 1 pera Abate, 2 limoni biologici, 100 g di parmigiano reggiano stagionato (almeno 24 mesi), 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato a coltello, olio extra vergine bello corposo, pepe nero, sale q.b.

Procedimento: come prima cosa preparatevi una zuppiera piena d’acqua acidulata con il succo di un limone. Lavate con attenzione i carciofi. Indossate dei guanti per evitare di macchiarvi le mani. Io procedo così: taglio la parte del gambo, lo privo della parte esterna con un pela patate, taglio in parti di circa 3 cm di lunghezza e immergo nell’acqua e limone. foodiesfeed.com_artichokes-at-a-farmers-marketPasso poi ai carciofi: con una forbice taglio tutte le spine possibili; tolgo la prima fila di foglie esterne e le metto da parte; taglio il carciofo a metà, tolgo la “barbetta bianca” all’interno e poi inizio a tagliare delle fettine molto sottili (tipo 2/3 mm). Fate attenzione a non tagliarvi. Immergete tutto nella zuppiera così non si anneriranno. Riducete il parmigiano a scaglie ma non sottili. Lavate la pera, sbucciatela e tagliatela a fettine sottili o cubetti di un cm.

È il momento di assemblare il vostro piatto: scolate i carciofi e spostateli in un recipiente (lasciate da parte i gambi); unite la pera, il grana, il prezzemolo, olio evo (4/5 cucchiai), due cucchiai di limone spremuto, una bella macinata di pepe nero. Mescolate aiutandovi con un cucchiaio e poi disponete su un piatto d portata.

Un consiglio: sul mio blog non si butta quasi niente quindi recuperate i gambi e le foglie più coriacee dei carciofi, scottateli in acqua bollente per 10 minuti almeno. Fatto questo preparatevi un buon risotto ai carciofi, unito ad un buon formaggio tipo casera, bitto… a della pancetta croccante se non siete vegetariani come me.

Qui trovate tanti suggerimenti d’uso di questa fantastica verdura!