Tagliatelle di saraceno con biete, patate e scamorza

tagliatelledisarac

Oggi vi propongo un’utilizzo differente delle tagliatelle di saraceno, altresì detti “pizzoccheri”. Non avendo gli ingredienti classici per la versione Valtellinese ho inventato una ricetta che si è rivelata davvero golosa e, ammetto, calorica. Provatela e sappiatemi dire!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pizzoccheri freschi/tagliatelle di grano saraceno, un mazzetto di biete, 5 patate novelle, 100 g di scamorza affumicata, 1 spicchio d’aglio, una noce di burro, olio evo, sale, pepe.

Procedimento: in una casseruola lessate le biete già lavate in abbondante acqua leggermente salata. Tuffatele per 3′ poi raccoglietele con un colino. Tenete l’acqua per lessare la pasta. In un tegame bello ampio mettete poco olio, le patate lavate e ridotte a dadini, sale e pepe. Cuocetele a fuoco vivace per 15′. A doratura raggiunta mettetele da parte in una ciotola. Nello stesso tegame versate le biete, l’aglio vestito appena schiacciato, poco olio e insaporite per un paio di minuti. Riducete la scamorza a dadini. Calate la pasta e lessatela al dente. Fatto questo, tenendo un mestolo di acqua di cottura, scolatela e trasferitela nel tegame con le biete e le patate e la noce di burro. Aggiungete poca acqua di cottura e con un cucchiaio rimescolate il tutto, amalgamate bene, una spolverata di pepe e servite bella calda e filante.

tagliatellapadella

Pennette, salsa di ricotta, scamorza e pistacchi

pennepistacchi

Oggi per voi un primo piatto super elegante ma semplicissimo da preparare, gustoso e cremoso. Si prepara in poco tempo e vi assicuro che è davvero incredibile. La salsa di pistacchi è una ricetta semplicissima da preparare:  in Sicilia si consuma mescolato a un pò di ricotta ma in questo caso ho voluto aggiungere una punta di affumicato dato dalla scamorza! Vi è venuta fame vero? Dai, procuratevi gli ingredienti e correte a prepararlo subito!

Ingredienti per 4 persone: 360 g penne , 150 g di pistacchi (già tostati in padella), 150 g ricotta vaccina, 100 g di scamorza affumicata, olio evo, sale, pepe (facoltativo).

Procedimento: fate bollire abbondante acqua leggermente salata e mettete a cuocere la pasta. In una casseruola mettete 2 cucchiai di olio, la ricotta, qualche pezzetto di scamorza affumicata (non tutta), sale, pepe e i pistacchi tritati (non tutti) con un cutter ma non polverizzati. Fate sciogliere a fuoco bassissimo.

Scolate la pasta direttamente nella casseruola con il pesto di pistacchi e la ricotta e mescolate in modo che si condisca perfettamente tutta.

Servite la pasta pesto di pistacchi e ricotta subito, se volete con un po’ di granella di pistacchi  e scamorza come decorazione.

Risotto al radicchio e scamorza affumicata

risottoradicchioeprovola Il risotto radicchio e scamorza è un primo piatto adatto alla stagione fredda. Il radicchio, con il suo sapore amarognolo, ben si sposa al sapore leggermente affumicato della scamorza. Per realizzare questo primo piatto scegliete radicchio di Treviso che, a differenza di quello di Chioggia, si presenta con una forma leggermente affusolata e con le punte ricurve. Potete realizzare questo risotto con riso Arborio o Carnaroli che, prestandosi a cotture lunghe, garantisce la preparazione di un primo piatto ben mantecato. Potete mantecare il risotto aggiungendo parmigiano grattugiato o semplicemente qualche fiocco di burro.
Ecco la ricetta!

Ingredienti per 4 persone: 1 cespo di Radicchio di Treviso, 320 g di Riso Arborio o Carnaroli, 1/2 porro, 1 litro di brodo vegetale, 1 spicchio di aglio, 80 g di scamorza affumicata, 50 g di burro, 17 bicchiere di vino rosso fermo giovane.
Procedimento: pulite il radicchio, eliminando le foglie esterne e le parti legnose del cespo. Tenete in caldo il brodo vegetale. Tagliate a listarelle il radicchio. In una casseruola versate 30 g di burro, unite lo spicchio di aglio in camicia e lasciate che si rosoli. Eliminate l’aglio, aggiungete il porro ridotto a rondelle, unite il radicchio e fate saltare per 5 minuti. Nella stessa casseruola aggiungete il riso che tostarete per 5 minuti, sfumate con il vino e proseguite la cottura aggiungendo altro brodo caldo al bisogno. Il riso cuocerà in circa 20 minuti. Spegnete la fiamma e mantecate con il burro rimasto e la provola ridotta a tocchetti. Filerà che è un piacere e non ne avanzerà!
risottobis