Riso Basmati con pak choi, alghe e zenzero

basmatiOggi vi propongo una ricetta ispirata alla cucina orientale. Si tratta di un primo piatto a base di riso a grana lunga (tipo basmati), saltato in padella.

Se non avete sentito parlare del pak-choi (o bok-choy o cavolo cinese), posso intanto dirvi che sembra sia stato introdotto in Europa dalle comunità asiatiche residenti ad Amsterdam. Personalmente lo uso molto spesso nelle mie ricette, grazie alla sua versatilità, digeribilità e leggerezza. Si può far saltare direttamente in tegame con olio e zenzero o anche unirlo ad un carboidrato tipo “noodles” in brodo. Nel mio caso ho voluto aggiungere un “finto” sentore di mare con un alga molto in voga ma anche molto buona, l’alga wakame, che potrete recuperare facilmente alche nella grande distribuzione, reparto oriental food. La Wakame è un alga marina che, insieme alla Laminaria, rappresenta una risorsa alimentare di primaria importanza per l’economia globale, soprattutto per le nazioni dell’Asia orientale e del Sud-est asiatico. La Wakame rappresenta la fonte più ricca di proteine, con un contenuto medio di 16,3 grammi per etto di prodotto. Davvero notevole.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di riso basmati, 2 cespi di pak choi, 50 g di anacardi, 1 manciata di alga wakame essicata, 1 radice di zenzero fresco, salsa di soia, olio evo, sale.

Procedimento: come prima cosa mettete a lessare il riso in un una casseruola a sponde alte, con poco sale e l’alga. Basteranno 8 minuti. A parte in una tegame tipo “wok” versate 2 cucchiai di olio evo, il pak choi lavato, non troppo scolato (non asciugatelo), ridotto a listarelle e un cucchiaino di radice di zenzero grattugiata. Cuocetelo per lo stesso tempo di cottura del riso. Tostate gli anacardi in un tegamino senza olio e poi tagliuzzateli a coltello. Scolate riso e alghe e versate il tutto nella wok. Aggiungete gli anacardi e 1 o 2 cucchiai di salsa di soia, assaggiate. Saltate il tutto per un minuto e servite.

Se volete aggiungere una proteina animale potete scegliere tra gamberetti e pollo.

Gratin di cavolfiori

gratindicavolfiore

Eccomi tornata in cucina dopo le tanto sognate vacanze estive. Iniziamo alla grande con un piatto super gustoso! Fatto a 4 mani (mia figlia ed io) per un risultato doppiamente buono. La ricetta riguarda solo il gratin ma quella del ragù la trovate a questo link!

Ingredienti: 400g di cavolfiori bianchi già lessati (non scotti), 1 uovo, 100 g di fagiolini già lessati, 50 g di riso basmati lessato al dente, 2 cucchiai di pesto alla genovese, 50 g di casera e grana, 1 mozzarella light, farina gialla fioretto e pane grattugiato q.b., 1 spicchio di aglio (facoltativo), sale, pepe bianco q.b.

Procedimento: in una terrina capiente riunite i cavolfiori (scolati bene), l’uovo, i fagiolini tagliati in tre parti, il pesto, il riso, il formaggio ridotto a cubetti, sale, pepe a piacere e una puntina di aglio se lo desiderate. Mescolate bene, dapprima con una forchetta poi anche con le mani se necessario. Ungete una teglia con poco olio, distribuite il composto all’interno e pareggiate bene con un cucchiaio. Spolverizzate di pane grattugiato e farina gialla e infornate per 20′ a 180°C modalità ventilato. Se volete una crosticina, gli ultimi 5 minuti cuocete in modalità grill. Potete servirlo direttamente così oppure accompagnato da un buon ragù vegetariano.