Penne rigate cacio e pepe

pennecacioepepe

Le penne cacio e pepe sono un primo piatto simbolo della cucina laziale. La preparazione è molto semplice e veloce e bastano solo 2 ingredienti. Oltre alla pasta, sono sufficienti il pecorino romano grattugiato e il pepe nero.

Pochi segreti, tanto gusto

La pasta cacio e pepe richiede poco tempo di preparazione ma solo qualche piccola astuzia per farla buona come l’originale:

  • la pasta va’ scolata  ben al dente;
  • conservate l’acqua calda della cottura perché è fondamentale per ottenere una crema di formaggio della giusta consistenza;
  • 2 o 3 tre mestoli d’acqua di cottura della pasta daranno il loro contributo.

Ingredienti: 400 g di penne rigate (#pasta Rummo), 100 g di pecorino romano, pepe a piacere, sale grosso.

Procedimento: lessate le penne secondo i tempi indicati (ma leggermente al dente) e nel frattempo grattugiate il pecorino romano in una ciotola e versatevi dell’acqua di cottura della pasta. Mescolate il tutto con una frusta fino a quando il risultato ottenuto sia una crema senza grumi. Fate saltare la pasta in una padella di generose dimensioni. Aggiungete la crema di formaggio e mescolate con cura. Aggiungere qualche cucchiaiata (2 o 3) dell’acqua di cottura della pasta se la crema dovesse tirare troppo. Terminate la preparazione evitando che si asciughitutto, dovrà risultare un composto cremoso; quindi condite con abbondante pepe macinato fresco. Mescolate e quindi servite subito!

Penne al ragù di edamame, mandorle e crudo di pomodoro

penneedamameOggi vi propongo un’esperienza “estrema”: un condimento per pasta (sia fredda, sia calda) totalmente vegan ma totalmente buona. Si cucina in poco tempo, comoda da portare in ufficio per gli ultimi giorni di lavoro…o per chi è già in vacanza può rappresentare un’idea fresca da proporre a pranzo restando leggeri e… con un ingrediente segreto.

Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta tipo penne, prezzemolo, basilico, 300 g di Soia Edamame Orogel, una manciata di mandorle senza buccia, 4 pomodori pizzuttelli ben sodi, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaio di curcuma, sale e pepe.

Procedimento: mettete a bollire abbondante acqua salata per la pasta, aggiungendo al momento del bollore un cucchiaio di curcuma. Lessate la soia edamame in poca acqua bollente salata per 4′. Scolate e conservate l’acqua di cottura. Lasciando da parte un cucchiaio di soia edamame, passate al mixer il resto con le mandorle, prezzemolo e basilico, pepe e sale. Aggiungete via via poco olio e un cucchiaio di  acqua di cottura per ottenere un composto abbastanza rustico nella consistenza. Cuocere la pasta al dente. Nel frattempo lavate i pomodori, riduceteli a dadini e conditeli con poco olio, sale e pepe. Condite la pasta con la salsa ottenuta, i fagioli interi, il crudo di pomodoro su ogni piatto e una buona macinata di pepe nero.