Paccheri in crema di zucca e bresaola croccante

paccheriezucca

Prendete una pasta di Gragnano spettacolare, una zucca mantovana eccellente, una bresaola della Valtellina… ecco un primo piatto davvero autunnale, nei colori e nei profumi, scenografico e gustoso…

Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta tipo paccheri di Gragnano; 400 g di zucca mantovana, 4 fette sottili di bresaola, olio evo, sale, pepe, rosmarino, peperoncino secco.

Procedimento: come prima cosa lavate e private la zucca della buccia; tagliatela a dadi di circa 2 cm. Prendete una piccola teglia foderata di carta forno, oliatela leggermente, mettete la zucca e un rametto di rosmarino. Cuocetela per circa 15′ a 160°C. nel frattempo scaldate acqua salata per la pasta. Tagliate la bresaola a sfilaccetti, trasferitela in un tegame antiaderente già calda, senza condimento, e cuocetela fino a che sarà croccante. Lessate la pasta. Prendete la zucca, trasferitela in un mixer, unite un filo d’olio, peperoncino secco a piacere, un paio di cucchiai di acqua di cottura, pepe e sale q.b e frullate a crema. Scolate i paccheri conservando dell’acqua di cottura per mantecare la crema. Servite con abbondante pepe nero e la bresaola croccante su ogni piatto.

Paccheri, crema di ceci e gamberi all’arancia

È abitudine ormai comune associare il pesce ai legumi e in questo primo piatto abbiamo messo proprio tutto ciò che ci fa bene: alla salute e al gusto. Un primo piatto che può funzionare come piatto unico e in più… senza glutine! Buon appetito!

paccheriececi

Ingredienti per 4 persone:350g di Paccheri di Gragnano (gluten free), 300 g di ceci già lessati, 300 g di gamberi di misura medio piccola,1 arancia, rosmarino, pepe nero, sale, olio evo q.b.
Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta con una presa di sale grosso. Passate i ceci sotto l’acqua con l’aiuto di un colino. Spostateli in una casseruola con poco olio, 1/2 bicchiere di acqua e del rosmarino. Cuocete per 15′ e se si restringe il liquido aggiungete poca acqua di cottura della pasta. A parte in un tegame, mettete poco olio, i gamberi sgusciati e lavati, il succo di un’arancia filtrato. Fate restringere a fiamma moderata. Salate e pepate. Frullate i ceci con l’aiuto di un mixer ad immersione e tenete in caldo. Scolate i paccheri e conditeli con la salsa di ceci (conservate poca acqua di cottura). Unite un filo d’olio. Impiattate e aggiungete i gamberi in ciascun piatto con il loro sughetto di cottura. Macinata di pepe… e voilà!

Curiosità: i ceci sono in grado di ridurre l’omocisteina, un aminoacido che, se presente in quantità eccessiva nel sangue, aumenta la possibilità di infarto ed ictus; abbassano inoltre i livelli di colesterolo LDL (quello “cattivo”) e di trigliceridi, contribuendo a mantenere in salute cuore e arterie. I ceci hanno un’ottima quota proteica (21-22%) e una buona composizione di aminoacidi. Le vitamine presenti sono soprattutto quelle del gruppo B.

Trecce con cime di rapa e mandorle tostate

treccecimeok

È evidente che ci sia una forte ammirazione per la cucina pugliese ed avendo in dispensa un prodotto fantastico come le Trecce di Gragnano IGP, delle ottime cimette di rapa, qualche pomodorino sott’olio della mia scorta personale… ed ecco una ricetta facile facile da fare anche stasera stessa!

Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta di Gragnano tipo Treccie (simili ai fusilli ma più grandi), 400 g di cime di rapa, uno spicchio di aglio, 4 falde di pomodori secchi sott’olio, 100 g di mandorle a lamelle, 50 g acciughe sott’olio, olio evo, sale, pepe.

treccecimedirapa

Procedimento: mettete a bollire abbondante acqua calda poco salata. A parte in un ampio tegame, mettete lo spicchio di aglio, un buon giro di olio, le cime di rapa ben lavate, le falde di pomodoro tagliate a striscie. Soffriggete per 10 minuti; unite mezzo mestolo di acqua di cottura, sale e pepe. Le cime si cuoceranno in meno di 10′. Lessate la pasta al dente poi scolatela; versatela nel tegame ed insaporitela per qualche minuto. Nel frattempo tostate le mandorle in un tegamino, a fiamma bassa, senza farle bruciare.