Riso Basmati con pak choi, alghe e zenzero

basmatiOggi vi propongo una ricetta ispirata alla cucina orientale. Si tratta di un primo piatto a base di riso a grana lunga (tipo basmati), saltato in padella.

Se non avete sentito parlare del pak-choi (o bok-choy o cavolo cinese), posso intanto dirvi che sembra sia stato introdotto in Europa dalle comunità asiatiche residenti ad Amsterdam. Personalmente lo uso molto spesso nelle mie ricette, grazie alla sua versatilità, digeribilità e leggerezza. Si può far saltare direttamente in tegame con olio e zenzero o anche unirlo ad un carboidrato tipo “noodles” in brodo. Nel mio caso ho voluto aggiungere un “finto” sentore di mare con un alga molto in voga ma anche molto buona, l’alga wakame, che potrete recuperare facilmente alche nella grande distribuzione, reparto oriental food. La Wakame è un alga marina che, insieme alla Laminaria, rappresenta una risorsa alimentare di primaria importanza per l’economia globale, soprattutto per le nazioni dell’Asia orientale e del Sud-est asiatico. La Wakame rappresenta la fonte più ricca di proteine, con un contenuto medio di 16,3 grammi per etto di prodotto. Davvero notevole.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di riso basmati, 2 cespi di pak choi, 50 g di anacardi, 1 manciata di alga wakame essicata, 1 radice di zenzero fresco, salsa di soia, olio evo, sale.

Procedimento: come prima cosa mettete a lessare il riso in un una casseruola a sponde alte, con poco sale e l’alga. Basteranno 8 minuti. A parte in una tegame tipo “wok” versate 2 cucchiai di olio evo, il pak choi lavato, non troppo scolato (non asciugatelo), ridotto a listarelle e un cucchiaino di radice di zenzero grattugiata. Cuocetelo per lo stesso tempo di cottura del riso. Tostate gli anacardi in un tegamino senza olio e poi tagliuzzateli a coltello. Scolate riso e alghe e versate il tutto nella wok. Aggiungete gli anacardi e 1 o 2 cucchiai di salsa di soia, assaggiate. Saltate il tutto per un minuto e servite.

Se volete aggiungere una proteina animale potete scegliere tra gamberetti e pollo.

Noodles di riso Thai

NodlesThaiOggi come inizio settimana vi propongo un primo piatto tipico della cucina cinese. È semplice da preparare e dal gusto leggero; e in più è senza glutine. Gli ingredienti sono tutti reperibili facilmente negli ipermercati e senza dover andare in negozi specializzati orientali.

Ingredienti per 2 persone: 130 g di noodles di riso, 35 gr di carote, tagliate a julienne, 50 g di insalata tipo Pak Choi, una manciata di funghi shitake essicati, 1 peperone dolce rosso, 50 gr di zucchine grattugiate o tagliate  a listarelle sottili, 10 g di zenzero fresco, 1 scalogno, salsa di soia q.b.

Procedimento: affettate lo scalogno, sbucciare lo zenzero e gratuggiatelo. Scaldate l’olio in una wok e versate tutto all’interno, cuocendo a fiamma bassa per qualche minuto e mescolando di tanto in tanto. Unite le carote, le zucchine e il peperone e il pak choi tagliato a listarelle. Aggiungeteli nel wok e cuocere per 2 minuti. Sfumate con poca salsa di soia e aggiungete i funghi precedentemente ammollati in posa acqua tiepida. Ultimare la cottura per altri 5′. Nel frattempo far rinvenire i noodles di riso lasciandoli in acqua bollente per circa 8′. Scolateli e passateli sotto l’acqua fredda, trasferiteli nel wok con il condimento e fateli saltare per un minuto.

Riso Venere con pak choi e tofu

risovenere+pacchoi

Il pak choi ha numerose proprietà benefiche… è ricco di sali minerali, come calcio e potassio, di proteine, di fibre e di vitamine (in particolare la A, la C, la B2 e la K); dovrebbe essere consumato in particolare da chi soffre di anemia, perché favorisce la produzione di globuli rossi. E’ ricco di proprietà salutari, con un contenuto di calorie davvero basso (19 kcal ogni 100 gr). Ma come si cucina? La tradizione orientale prevede l’utilizzo di questo vegetale a foglia larga in tantissime ricette, dalle zuppe alle insalate, e fondamentale risulta il metodo di cottura: per usufruire di tutte le sue proprietà è necessario cuocerlo poco o gustarlo crudo. Si tratta di un ortaggio della famiglia delle crucifere, come i broccoli, i cavoli e la rucola. Il pak choi ha delle foglie molto croccanti, il suo sapore è molto delicato: somiglia ad un incrocio tra bietola e costa ed ha un profumo molto gradevole. La mia proposta è giustamente di atmosfera orientale. Spero vi possa piacere!

Ingredienti: 350 g di riso Venere integrale, 1 spicchio di aglio, 1 peperoncino rosso piccante, 600 g di pak choi, 200 g di tofu, 2 cucchiai di salsa di soia, 50 g di pinoli, sale, olio evo q.b.

pakchoi

Procedimento: lessate il riso in abbondante acqua salata. Questa operazione la potete fare anche qualche ora prima. In un largo tegame anti-aderente, mettete un pò d’olio evo, lo spicchio d’aglio intero ma leggermente schiacciato, i pinoli, il peperoncino e avviate il soffritto. Dopo pochi secondi unite il pak choi e spadellate  afuoco dolce fino a che si sarà leggermente intenerito quindi… dopo circa 5 minuti. Unite il tofu tagliato a dadini e la salsa di soia. Cuocete per 3/4 minuti poi unite il riso. Regolate di sale poi servite in ciotole.