Gnocchi in rosa su fonduta di gorgonzola

gnocchirosa

Se, come me, vi piacciono gli gnocchi in ogni variante e declinazione, non potete non cimentarvi a preparare i deliziosi gnocchi di barbabietola. Questi gnocchi hanno un gusto dolce e molto delicato, che si abbina a condimenti cremosi e stuzzicanti. Genuini e nutrienti, la loro vivacità porta sulla tavola una ventata di allegria: non tarderete ad apprezzare il loro gusto delicato, esaltato dal condimento in contrasto salato di un ottimo zola o di un semplice di burro e salvia. Mettetevi in gioco e provate questo stupendo primo piatto: facile e veloce!

Ingredienti per 4 porzioni:  200 g barbabietole rosse precotte, 320 g di farina 00 (anche di farro, o integrale, o manitoba),50 g di parmigiano grattugiato 1 uovo medio, un pizzico di sale, due cucchiai di prezzemolo fresco tritato.

Per la fonduta: 100 g di zola, una tazzina di latte.

20200423_124548Procedimento: frullate le barbabietole (nel bicchiere del mixer ad immersione è preferibile) fino a ottenere un composto omogeneo. Versate tutto all’interno di una ciotola e unite un uovo, il parmigiano grattugiato e un pizzico di sale. Mescolate con una forchetta all’inizio. Incorporate la farina setacciata, infilate un paio di guanti usa e getta per proteggervi dal colore, lavorate l’impasto energicamente e suddividetelo in porzioni piccole. Create dei filoncini spessi 2 cm e tagliateli a tocchetti con un coltello a lama liscia. Potete anche “passarli” su una grattuggia per dare una trama particolare… Mano a mano che gli gnocchi sono pronti, adagiateli sopra un canovaccio infarinato in attesa di essere cotti. Portate a ebollizione abbondante acqua salata e cuoceteli per alcuni minuti fin quando non torneranno a galla. Nel mentre, sciogliete lo zola in un tegamino antiaderente con il latte a bassa fiamma.

Una volta pronti, scolateli con una schiumarola e conditeli con la fonduta e completate con prezzemolo fresco.

Serviteli su un letto di fonduta di formaggio a vostro piacere (anche un latteria), arricchiti con pancetta a cubetti rosolata, oppure su una crema di verdure verdi a contrasto.

 

Panbrioche (gluten-free)

panbriochetaglio

Eccoci tornati con una ricetta golosa e senza glutine ovviamente. Per la prima volta ho voluto sperimentare il Panbrioche. Ne ho fatto una treccia e con lo stesso impasto delle mini brioche e girelle per la colazione o la merenda. Ecco la ricetta!

Ingredienti: 330 g di farina senza glutine (Schaer), 80 g di butto fuso freddo, 75 g di acqua non fredda, 2 uova medie, 50 g di miele mille fiori (o come preferite), 1 pizzico di sale, 4 g di lievito secco, 60 g di zucchero di canna, zucchero a velo.

Utensili: fruste elettriche

briocheProcedimento: in una ciotola ampia e capiente aprite le uova e battetele con una forchetta; unite il miele, l’acqua, un pizzico di sale, e il burro fuso. Avviate le fruste elettriche e mescolate fino ad avere un composto omogeneo. A parte preparare farina e lievito mescolati insieme. Unite poi alla parte liquida e riavviate le fruste. Continuate cosi fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo e senza grumi. A questo punto sigillate la ciotola e lasciate lievitare per 2 ore almeno. Passato questo tempo trasferite l’inasto in frigorifero per almeno 12 ore fino a che l’impasto si solidificherà.

Io l’ho preparato la sera per il mattino.

Recuperate l’impasto, ponetelo su un piano ben infarinato e stendete una parte con uno spessore di 1 cm per le brioche. Tagliate dei triangoli che abbiano una base di 8cm e lati di 15 cm; arrotolateli su se stessi partendo dalla base e curvate le punte per creare la forma. Per le girelle ricavate dei cilindri di spessore di 2 cm e arrotolateli a spirale. Per la treccia ricavate 3 cilindri di 3 cm e intrecciateli. Decorate la treccia con mandorle tostate, oppure granella di noci o di pistacchi.

Lasciate riposare ancora per 90′. A questo punto infornate a 180°-190° per 10-15 minuti in modalità ventilata. Fate dorare la superficie. A fine cottura fatte raffreddare e cospargete di zucchero a velo.