Frittelle di riso, cocco e gocce di cioccolato

frittelleEd oggi vi lascio una vecchia ricetta di famiglia, tradizionale e golosa che a tutti gli effetti risulta molto moderna.

Ingredienti per circa 14 frittelle: 200 g di riso bianco già lessato, 4 cucchiai di farina 00 ( anche gluten free) 4 cucchiai di farina di cocco, 4 cucchiai di zucchero a velo (+ altro zucchero per la spolverata finale), 2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente, una tazza di olio di semi di arachidi per friggere.

Strumenti: una ciotola in metallo, una casseruola a sponde alte, un colino spargi zucchero

Procedimento: in una ciotola riunite il riso lessato e raffreddato a temperatura ambiente. Aggiungere il cocco, lo zucchero a velo, le gocce di cioccolato. Mescolate bene l’impasto. Sporcate le mani con la farina bianca. Prendendo la misura di un cucchiaio da caffè, raccogliete l’impasto e create delle sferette. Procedete così fino alla fine.

Scaldate l’olio nella casseruola. Provate la temperatura con uno stuzzicadenti. Se si formano delle “bollicine” l’olio è pronto. Per velocizzare l’operazione potete inclinare la casseruola su di un lato. Immergete 1-2 sferette per volta e doratele per 30” non di più.

Giunti alla fine lasciatele raffreddare a temperatura ambiente. Prima del servizio, spolverizzare di zucchero a velo. Ideali per i bambini ma anche per i grandi più golosi… accompagnate da frutta o un buon caffè!

Il cioccolato… in tutte le sue sfumature!

 

logo_sdc

 

 

 

 

Inizia oggi, 15 febbraio, fino al 18 febbraio, la terza edizone della grande kermesse milanese dedicata al “re cioccolato” che si terrà presso MiCo-LAB – Gate 17 –  Piazza Carlo Magno, 1. Tra novità, sfilate di moda a tema cioccolatoso, eventi, degustazioni, laboratori, incontri e show-cooking d’autore; ma anche relax, shopping e momenti per bimbi. Una manifestazione che nasce 23 anni fa a Parigi e che è diventata la più importante manifestazione mondiale dedicata all’eccellenza del cioccolato con repliche di successo a Londra, Beirut, Mosca, Tokyo e Seul. L’edizione milanese si posiziona già tra i più importanti eventi enogastronomici italiani: si prevedono oltre 45.000 visitatori tra famiglie, curiosi, foodbloggers, gourmands, studenti e operatori del settore, oltre a decine di chefs da tutta Italia.

La meraviglia di Salon du Chocolat è quella di poter scoprire, assaggiare e conoscere il meglio del cioccolato italiano e internazionale. I numeri sono davvero impressionanti: oltre 8.000 metri quadri e decine di stand, 3 palcoscenici e svariate attività programmate: scopriremo la provenienza delle fave più pregiate; abbineremo i vari tipi di cioccolato ad altre materie prime; incontreremo i più grandi chef italiani e internazionali; dialogheremo con produttori, artigiani e maîtres chocolatiers. Ma soprattutto  assaggeremo svariati di tipi e marchi di tavolette, ganache, mignon, torte, creme, bonbons, praline, tartufi, preparati di cioccolato salato, speziato, cremoso, con frutta secca e candita e ripieno. C’è di più:  soltanto durante Salon du Chocolat Milano potrete assaggiare prodotti in esclusiva con ingredienti e abbinamenti raffinatissimi. Salon du Chocolat anticipa da sempre le tendenze  internazionali grazie alle proposte innovative e alla narrazione del cioccolato nelle sue varie forme: come alimento, come piacere del gusto e come oggetto di design e di culto.

art1Ci sono tutte le premesse per assistere ad un appuntamento straordinario e ricco di ospiti illustri: Iginio Massari (eccellenza italiana della pasticceria), Davide Comaschi (Pastry chef), Simone Salvini (pasticcere vegan e pioniere dell’alta cucina naturale), Adelia di Fant (artigiana friulana del cioccolato), Guido Gobino (bottega artigiana piemontese del cioccolato). docenti-accademy-simone-salvini-200x200Non mancheranno anche i momenti dedicati ai nostri amici a quattro zampe e dolci a loro dedicati. Non mi resta che augurarvi “buona visita”! Per addolcire l’attesa vi lascio “umilmente” il link del mio dolce al cioccolato!

4720603

 

 

 

 

 

 

©Cucina Cre-attiva – © Photo by Mariangela Marchesi – Piatto @Selettiword

La Maionese di cioccolato di Lautrec

maioneseok

Oggi su Maq trovate la storia di questo dolce e del genio creativo che la preparava per i suoi ospiti nella Ville Lumiere… il link lo trovate qui! Nel frattempo vi lascio la ricetta!

Ingredienti: 60 g cioccolato fondente , 4 cucchiai di zucchero a velo, 20g di burro, 2 cucchiai di latte, 2 uova grandi.

Procedimento:mettete le tavolette di cioccolato in una casseruola assieme al latte e fatele liquefare a fuoco molto basso. Aggiungete 4 grandi cucchiaiate di zucchero a velo, il burro, 2 tuorli d’uovo e mescolate con cura. Lasciate raffreddare, ed avrete una pasta omogenea. Montate le chiare d’uovo a neve, con l’aiuto delle fruste, incorporatele al composto e amalgamatele alla crema senza smontarle quindi muovendosi dal basso verso l’alto, delicatamente. Otterrete all’incirca un vasetto di crema da 150 ml.

Non è noto l’utilizzo di questa “maionese” al cioccolato ma di certo io la sfrutterei come dolce al cucchiaio, oppure per farcire un rotolo di pan di spagna.

Ciambella cioccolato e pere

2814431Ingredienti: 300g di farina, 3 pere Kaiser, 3 uova intere, 75 g di cacao amaro, 1/2 bicchiere di latte, 100 g di burro, 1 bustina di lievito, 7 cucchiai di zucchero.
Procedimento
fondete il burro in un pentolino senza farlo friggere. Suddividete i tuorli dagli albumi in due ciotole separate. Versate il burro in una zuppiera, unite lo zucchero, i tuorli e mescolate energicamente con una frusta. Unite il latte e incorporate poco alla volta la farina setacciata. Se l’impasto risultasse troppo compatto unite altro latte. Aggiungete ora la bustina di lievito, gli albumi montati a neve. Mescolate con delicatezza per non smontare il tutto. Lasciate riposare e nel frattempo sbucciate le pere e tagliatele in fette sottili (nel senso della lunghezza). Prendete la forma a ciambella (preferibilmente in silicone così non dovrete imburrare e infarinare), adagiate metà delle pere lungo la superficie, versate metà composto, poi di nuovo le pere e ancora composto. Livellate con un cucchiaio umido. Infornate a 160°C per 40 minuti in modalità statico.
Servite anche tiepida e spolverizzata di zucchero a velo e magari… gelato alla vaniglia!!!