Tagliatelle di saraceno in verde

tagliatelleinverde

Ecco la ricetta di queste super apprezzate tagliatelle: non ci sono latticini, non c’è glutine, ma tanto gusto e leggerezza. Vegan e glutenfree!

E comunque… è la ricetta dei pizzoccheri valtellinesi…

Ingredienti per 4 persone: 400 g di farina di saraceno, 100 g di farina 00 (glutenfree), 200 g di asparagi freschi, 100 g di piselli freschi (o anche surgelati), 3 cipollotti freschi, 3 foglie di salvia, 3 cucchiai di margarina vegetale, sale, pepe, olio evo.

Procedimento: mescolare le due farine formando sul piano la classica fontana. Aggiungere nel buco sulla cima poca acqua fresca (inizialmente 1/2 bicchiere alla volta) e lavorate piano per circa 5 minuti. Impastate fino a che la massa non è appiccicosa ma liscia. Con il matterello tirate la sfoglia (tonda o rettangolare che sia) fino a uno spessore di 2-3 mm. Ripiegatela su se stessa fino ad ottenere un rettangolo: ricavate le tagliatelle tagliandole con uno spessore di 1 cm. Fatto ciò, srotolate le matassine, infarinatele leggermente e lasciate asciugare il tempo di preparare il condimento.

Lavate gli asparagi, tagliateli a tocchetti di 3-4 cm e sbollentateli in acqua leggermente salata per 10′, mettendoli poi da parte. Nella stessa acqua lessate anche i piselli per lo stesso tempo. Tenete quest’acqua. Fatto questo prendete un bel tegame ampio e antiaderente: versate la margarina e un cucchiaino d’olio. Unite il cipollotto (anche un pò della parte verde) tagliato a listarelle e cominciate a imbiondirlo. Passati un paio di minuti unire asparagi, la salvia e piselli. Insaporite per 5 minuti mantenendo un bel sughetto di fondo. Se serve aggiungere un filo d’acqua delle verdure. Mettete a bollire l’acqua per la pasta. Riunite le tagliatelle in piccoli gruppi in modo da facilitare lo spostamento nella pentola.

Lessateli per circa 10′ poi scolateli e spostateli nel tegame delle verdure con un paio di cucchiai di acqua delle verdure. Servite calde dopo averle brevemente spadellate. Tenete conto che queste tagliatelle rimangono comunque belle cicciotte al morso, è normale. Potete condirle con anche altre tipologie di condimento: vegetariano, onnivoro, vegan…

Buon appetito!!

 

Biscotti alle mandorle

biscottimandoleEcco per voi una ricetta molto semplice… che risolve il problema ho finito i biscotti  per la colazione di ogni giorno, o anche per il tè delle cinque.

Ingredienti: 125 g di farina OO +125 g di farina di farro integrale, 90 g di zucchero di canna e un pò per la copertura, 50 g di burro molto morbido (oppure margarina), 1 uovo intero, 25 g di latte (quello che preferite), 4 g di lievito per dolci, una manciata di mandorle con la buccia, zucchero a velo (facoltativo).

Eventuali ingredienti aggiuntivi per arricchire di gusto: frutti rossi disidratati, gocce di cioccolato, uvetta… quello che preferite. La base va bene per tutti gli ingredienti aggiuntivi.

Procedimento: in una ciotola impastate le due farine setacciate, zucchero, lievito, uovo, burro (o margarina), latte, in modo da ottenere, in pochi minuti un bell’impasto sodo. Infarinate leggermente il piano di lavoro e ricavate due filoncini di impasto.  Trasferiteli su una placca o in una teglia foderata. Spolverizzateli con zucchero di canna. Cuocete in forno già caldo al 180° per 15′-20’.

A cottura ultimata lasciate raffreddare e successivamente tagliate i filoncini con taglio inclinato (tipo cantucci) e conservateli in un vaso di vetro sigillato; si conserveranno per molti giorni.