Parmigiana Vegan

parmvegan

Oggi rendo felici molti amici vegani e molti amici intolleranti al lattosio… e mettiamoci anche i celiaci… la parmigiana sta bene su tutto! Ed oggi ve la propongo anche così! Comunque saporita, sempre gradita!

mozzarisellaIngredienti per 2 persone: 2 melanzane viola lunghe, 300 ml di passata di pomodoro (io uso sempre #Mutti), basilico fresco, vegparmigiano (una busta), 1 confezione di mozzarisella, sale, pepe, aglio, olio evo.

Procedimento: scaldiamo una piastra antiaderente in ghisa o acciaio. Lavate bene e tagliate a fette sottili le melanzane per il verso della lunghezza: uno spessore di 1/2 cm basterà. Grigliatele da entrambe le parti. Nel frattempo in una piccola casseruola scaldate la passata di pomodoro con poco olio evo e uno spicchio d’aglio. Regolate di sale e pepe. Unite foglie di basilico fresco.

Risotto al melone e toma di capra

risottomelone

Oggi per voi e ieri sera solo per me, un risottino un po’ particolare ma molto apprezzato per il perfetto equilibrio tra la dolcezza del melone e il carattere deciso della toma di capra. Quasi una ricetta di passaggio tra estate e autunno…

E con questo, vi auguro buon appetito!

Ingredienti per 4 persone:

350g di riso tipo Carnaroli, 400 g di melone retato, 100 g di toma di capra, brodo vegetale, 1/2 bicchiere di vino bianco , 1 porro, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, olio evo, sale e pepe

Procedimento: tagliate il melone a cubetti e riducete a rondelle il porro lavato. Quest’ultimo fatelo appassire con un filo d’olio a fiamma bassa facendo attenzione a non farlo colorare (in caso, aggiungere un goccio d’acqua), unite metà dei cubetti di melone e il riso, sfumate con il vino bianco e portate a cottura aggiungendo brodo vegetale ogni volta che il liquido di cottura si sarà assorbito.

passaggiA pochi minuti dalla fine della cottura, aggiungete il resto del melone e il formaggio a cubettini.
Mantecate energicamente, unite il prezzemolo e servite all’onda decorando i piatti a piacere con una fettina di melone.

Melanzane sott’olio con pinoli e pomodori secchi

melanzanesott'olioQuesta è la mia versione personale, facile da realizzare e di sicuro successo. Le uso come contorno, sui crostini, nei primi piatti freddi e caldi, come ripieno di rotoli di carne o vegetariani.

Ingredienti: 2 kg di melanzane violette già pulite, 1 litro di aceto bianco di vino, 500 ml di acqua, 1/2 cucchiaio di sale grosso, uno spicchio d’aglio, 4 falde di pomodori secchi, 50 g di pinoli, origano secco, olio d’oliva o di semi.

Procedimento: lavate bene le melanzane, sbucciatele e tagliatele a cubetti. Ne serviranno 2 kg. In una pentola capiente portate ad ebollizione tutto l’auto, l’acqua e il sale grosso.

Preparate un’insalatiera con all’interno un canovaccio pulito. Scottate poco alla volta tutte le melanzane, circa 3 minuti, scolatele man mano co un mestolo forato e sistematele nell’insalatiera. Procedete così fino alla fine. Lasciate intiepidire poi sollevate e raccogliete il canovaccio per far scolare il liquido. Premete e strizzate energicamente per eliminare tutto il liquido possibile… ma senza scottarvi. Trasferite il tutto in un altro recipiente.

Sterilizziamo i vasetti.

La sicurezza in cucina è fondamentale: in una pentola molto capiente piena d’acqua inseriamo 4 vasetti (capsule comprese) da 250 ml e lasciateli bollire per 15 minuti. Passato questo tempo, scolate e lasciare asciugare.

Nel frattempo condiamo le melanzane con aglio affettato finemente, una bella spolverata di origano, i pomodori secchi tagliati a listarelle ed i pinoli. Mescolate bene e lasciate insaporire per un’oretta.

Fatto questo, riempiamo i vasetti per metà, aggiungete olio, premete per scongiurare bolle d’aria e continuate a riempire na non fino all’orlo. Fate così fino ad esaurimento. Chiudete bene i vasetti e lasciare riposare i vasetti per 15 gg in posto fresco e buio, controllando spesso che l’olio non scenda al di sotto delle melanzane.

Penne rigate cacio e pepe

pennecacioepepe

Le penne cacio e pepe sono un primo piatto simbolo della cucina laziale. La preparazione è molto semplice e veloce e bastano solo 2 ingredienti. Oltre alla pasta, sono sufficienti il pecorino romano grattugiato e il pepe nero.

Pochi segreti, tanto gusto

La pasta cacio e pepe richiede poco tempo di preparazione ma solo qualche piccola astuzia per farla buona come l’originale:

  • la pasta va’ scolata  ben al dente;
  • conservate l’acqua calda della cottura perché è fondamentale per ottenere una crema di formaggio della giusta consistenza;
  • 2 o 3 tre mestoli d’acqua di cottura della pasta daranno il loro contributo.

Ingredienti: 400 g di penne rigate (#pasta Rummo), 100 g di pecorino romano, pepe a piacere, sale grosso.

Procedimento: lessate le penne secondo i tempi indicati (ma leggermente al dente) e nel frattempo grattugiate il pecorino romano in una ciotola e versatevi dell’acqua di cottura della pasta. Mescolate il tutto con una frusta fino a quando il risultato ottenuto sia una crema senza grumi. Fate saltare la pasta in una padella di generose dimensioni. Aggiungete la crema di formaggio e mescolate con cura. Aggiungere qualche cucchiaiata (2 o 3) dell’acqua di cottura della pasta se la crema dovesse tirare troppo. Terminate la preparazione evitando che si asciughitutto, dovrà risultare un composto cremoso; quindi condite con abbondante pepe macinato fresco. Mescolate e quindi servite subito!