Casarecce in salsa di zucchine e mandorle

casareccezucchine

Arrivano le zucchine….mmm…  in realtà si trovano tutto  l’anno e seppure sarebbe meglio utilizzare le verdure di stagione ogni tanto ci sta fare uno strappo alla regola. Ma i fondo siamo in Primavera ed il periodo è quello giusto! Se avete poco tempo per il pranzo… questo piatto si prepara in 15 minuti. Solo il tempo di portare ad ebollizione l’acqua e cuocere la pasta e avrete pronto il vostro piatto leggero e abbastanza light. Andrà benissimo anche da portare in ufficio.

Ingredienti per 2 persone: 200 g di casarecce, 3 zucchine piccole chiare, una manciata di mandorle a lamelle, qualche fogliolina di basilico fresco, 1 cucchiaio di grana padano grattugiato, una punta d’aglio, olio evo, sale , pepe nero.

Procedimento: mettete a bollire abbondante acqua calda; nel frattempo prendete una ciotola e grattugiate all’interno le zucchine. Preparate un tegame antiaderente con olio, l’aglio che scalderete piano piano. Versate le zucchine e conditele con formaggio, sale e pepe. Cuocete a fuoco bassissimo mentre già buttate la pasta. Prendete le mandole e date ulteriore taglio a coltello, senza polverizzale. Spezzettate a mano anche il basilico. Versate il tutto all’interno del tegame. Tenetene poche per completare il piatto al momento del servizio.

Scolate la pasta al dente (poco scolata…) e trasferitela nel tegame. Amalgamate il tutto: pasta e verdura deve insaporirsi a dovere. Servite con un giro d’olio crudo, pepe nero e lamelle di mandorla.

Mafalde, crema di peperoni, broccoli e noci

maf

Si avvicina mezzogiorno e, se non avete ancora pensato a cosa mettere  a tavola… ecco un buon primo. Stuzzicante, insolito ma di sicuro successo.

Non è una preparazione da 5 minuti ma con opportuna organizzazione in 40 minuti sarete a tavola!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di mafalde (le mie sono gluten free @Garofalo), una manciata di peperoni rossi e arancioni piccoli e dolci, una manciata di noci, due ciuffi di broccoli già lessati, sale, pepe, olio evo, aglio, paprika affumicata (facoltativa).

Procedimento: lavate e tagliate a rondelle i peperoni. Metteteli in tegame con uno spicchio d’aglio, poco olio, una spolverata di paprika, sale e pepe. Cuoceteli per circa 20′, ossia fino a che si saranno ammorbiditi. Trasferiteli in un mixer con 3/4 delle noci, poco olio e frullate la salsa. Mettete a bollire l’acqua per la salsa. In un tegamino saltate velocemente i broccoli con 1 cucchiaio di olio, sale e poco aglio. Lessate la pasta al dente. Scolatela, ma non troppo; trasferitela in un tegame con la salsa di peperoni e amalgamate il tutto per un minuto. Servite caldissima con broccoli e poche noci spezzate a mano.

Tagliatelle di saraceno con biete, patate e scamorza

tagliatelledisarac

Oggi vi propongo un’utilizzo differente delle tagliatelle di saraceno, altresì detti “pizzoccheri”. Non avendo gli ingredienti classici per la versione Valtellinese ho inventato una ricetta che si è rivelata davvero golosa e, ammetto, calorica. Provatela e sappiatemi dire!

Ingredienti per 2 persone: 200 g di pizzoccheri freschi/tagliatelle di grano saraceno, un mazzetto di biete, 5 patate novelle, 100 g di scamorza affumicata, 1 spicchio d’aglio, una noce di burro, olio evo, sale, pepe.

Procedimento: in una casseruola lessate le biete già lavate in abbondante acqua leggermente salata. Tuffatele per 3′ poi raccoglietele con un colino. Tenete l’acqua per lessare la pasta. In un tegame bello ampio mettete poco olio, le patate lavate e ridotte a dadini, sale e pepe. Cuocetele a fuoco vivace per 15′. A doratura raggiunta mettetele da parte in una ciotola. Nello stesso tegame versate le biete, l’aglio vestito appena schiacciato, poco olio e insaporite per un paio di minuti. Riducete la scamorza a dadini. Calate la pasta e lessatela al dente. Fatto questo, tenendo un mestolo di acqua di cottura, scolatela e trasferitela nel tegame con le biete e le patate e la noce di burro. Aggiungete poca acqua di cottura e con un cucchiaio rimescolate il tutto, amalgamate bene, una spolverata di pepe e servite bella calda e filante.

tagliatellapadella

Casarecce Mimosa

casarecce Mimosa

Gli asparagi con le uova sono un secondo piatto di origine lombarda, che vantano una preparazione talmente classica, che viene consumata anche nel resto del territorio nazionale. In Lombardia poi il territorio davvero favorevole e adatto favorevole alla crescita di questo prezioso ortaggio, il cui nome varia da aspars a sparg e sparse. L’abbinamento tra uova e verdure è molto goloso ma io ho voluto rivisitarlo e farlo diventare un primo piatto!

Ingredienti per 4 persone: 350 g di casarecce (Garofalo o della marca che gradite di più, 400 g di asparagi, 3 uova, 1 scalogno, olio evo, sale, pepe, 2 tazze di brodo vegetale.

Procedimento: come prima cosa mettete a rassodare* le tre uova. Nel frattempo lavate bene gli asparagi; privateli dell’ultimo cm e poi riduceteli a rondelle mantenendo integra la punta (circa 3 cm-due dita). In un largo tegame scaldate poco olio, unite lo scalogno lavato e tagliato a fettine.20190331_123900 Aggiungete solo le rondelle e cuocetele a fuoco vivace per 20′. Unite un pochino di brodo vegetale caldo per non farli asciugare troppo. Devono cuocere sempre in un bel sughetto. Salate e pepate a gusto. Mettete a bollire l’acqua per la pasta, salata. Terminato il tempo di cottura degli asparagi, trasferiteli in un mixer(lasciatene fuori un cucchiaio) e riducete in salsa. Unite un cucchiaio di olio. Rimettete tutto nel tegame, unite anche le punte che avevate lasciato da parte. Aggiungete ancora poco brodo affinchè tutto possa essere amalgamato bene. Buttate la pasta, scolatela al dente e passatela al tegame con la salsa e finite di cuocere. 20190331_125746
Nel frattempo le uova saranno già pronte. Servite la pasta completando il piatto con il tuorlo d’uovo sbriciolato sopra e una macinata di pepe e olio a crudo.

Un tocco in più… invece di olio evo… olio al tartufo!

*IMPORTANTE!

Ma quanto devono bollire le uova sode? Per circa 10 minuti, o comunque almeno per 8. Una volta trascorso questo periodo di tempo, le uova vanno scolate e poste immediatamente sotto un getto di acqua fredda.