Flower Burger

25 settembre 2016foto1
Dopo una mattinata di shopping terapeutico, abbiamo deciso di provare un locale del quale avevo sentito parlare in rete e dal noto nutrizionista Marco Bianchi. Nato nell’ottobre 2015, è la nuova meta vegan per cultori di hamburger. Nell’arco di un anno le sedi Flower Burger sono diventate 4: 2 a Milano, 1 a Monza e una a Roma. Noi siamo stati nel locale di Via Vittorio Veneto, 10 a Milano – zona Porta Venezia.

foto2L’ambiente? Tutto all’insegna de “figli dei fiori”. Le pareti sono riccamente decorate con grafiche anni ’70… quasi una copertina dei Beatles; atmosfera friendly e distesa, tavoli alti in legno naturale e sgabelli in ferro smaltato per condividere il pasto tra amici ma anche con chi non si conosce. Dietro il bancone… la cucina con laboratorio a vista! Gli hamburger: coloratissimi, allegri e 100% vegan! In menù 6 scelte molto golose: Classic Cecio, Spicy Cecio, Cheesy Cecio, Pepper Seitan, Flower Burger, Tofungo. Pane, burger e salse sono tutte “home made” e si sente… la nostra scelta è andata su Spicy Cecio (pane alla curcuma, burger di ceci, tartare di cipolle di Tropea, pomodori,insalata, spinaci, salsa spicy) e sul Cheesy Cecio (pane nero al carbone vegetale, burger di ceci, insalata, pomodori, flower cheese alle erbe, salsa tartarella).foto4 Abbiamo preso due gazzose e delle deliziose patate Savory. Il tutto servito in una mini cassetta della frutta. L’hamburger è davvero molto buono, e per chi come me non mangia più carne, non ti fa rimpiangere il classico modello americano. L’insieme è gustoso, abbondante, a tratti difficoltoso da gestire a livello di “morso”. Il pane è fragrante e saporito, il burger di ceci non ingozza, le salse gustose ma non invadono. Le patate sono abbondanti e saporite. Quindi nulla da dire.

foto5Punti un pò dolenti: il locale è un pò piccolo, 5 tavoli o giù di li, in cucina c’è una sola persona che compone i burger (ma devo dire che ci mette tutta la volontà) e non ci sono servizi igienici. Tempo di attesa: 20′ abbondanti. La ragazza al bancone ci dice che il locale di Via Vigevano, in zona Porta Genova è più grande, su due piani e con servizi igienici propri.La spesa? 23 euro e 50, già scontato del 10%. Ti viene consegnata una Flower Card per accumulare timbri e avere diritto ad un burger omaggio ogni 10. Nulla di regalato ma di sicuro gusto e qualità rendono questo locale meritevole di una seconda visita.

Radiatori al ragù di carne

pasta1

Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta tipo radiatori, 300 g di ragù di carne (qui trovate la ricetta), un cucchiaio di burro, sale per la pasta, 100 g di grana padano grattugiato.

Procedimento: mettete a bollire l’acqua per la pasta e cuocetela per il tempo previsto. Tenete in caldo il condimento. Scolate la pasta in una zuppiera conservando poca acqua di cottura. Unite il ragù e un bel cucchiaio di burro. Unite due cucchiai di acqua di cottura e mescolate velocemente. Servite subito con una bella spolverata di formaggio, se gradito. Pochi bimbi riescono a resistere a questa magnificenza.

Spaghetti calamari&moscardini

spaghidimareIngredienti: 350 g di spaghetti, una manciata di olive nere di Gaeta, due cucchiai di capperi di Salina, 300 g ciuffetti di calamaro, 100 g di moscardini, 50ml di salsa di pomodoro, 1 spicchio di aglio, basilico tritato, sale, olio evo, pepe nero.
Procedimento: tagliate a coltello le olive (alcune le lascerete intere) e i capperi dissalati. A parte in un tegame anti-aderente mettete a scaldare poco olio con aglio. Mettete a bollire l’acqua per la pasta. Unite il pesce e cuocete per 15′ circa. Tritate il basilico a coltello e versatelo nel tegame assieme alla salsa di pomodoro. Regolate di sale e di pepe. Non fate restingere troppo il sughetto… nel caso acqua di cottura della pasta per salvare la viscosità del piatto. Cuocete al dente gli spaghetti ma conservate poca acqua di cottura. Scolate e versate la pasta nel tegame per mantecare il tutto. Spolverate con pepe e servite subito.
SUGGERIMENTO: il pesce è bene che sia fresco di pescivendolo perchè il surgelato rilascerà molta acqua e diventerà gommoso. Quindi se potete acquistatelo nel vostro mercato di fiducia. Buon appetito!

Melanzane sott’olio

melanzane2Ingredienti per 4 vasetti da 250 ml: 2kg di melanzane tonde viola già pulite, 1 Litro di Aceto di Vino, 500ml di Acqua, 1/2 cucchiaio di Sale Grosso, 1 spicchio di Aglio, origano fresco ed essiccato a piacere, 1 litro di olio di oliva, peperoncino (facoltativo).
Procedimento: lavate bene le melanzane, togliamo la buccia e tagliamole a cubetti. Dobbiamo pesarne 2 kg già pulite. In una pentola grande, portiamo a bollore l’aceto, l’acqua e il sale. Preparate una zuppiera con dentro un asciugamano di cotone pulito. Scottiamo poco alla volta tutte le melanzane: due mestoli pieni di melanzane per soli tre minuti. Scolate bene con una schiumarola e ricominciate fino ad esaurimento. Fate intiepidire e poi, richiudendo il canovaccio, strizzate bene e fate uscire più liquido possibile.
Condite con aglio e origano. Mescolate bene e lasciate così per un’ora. Nel frattempo sterilizzate i vasetti (#4stagioniBormioli): portate a bollore acqua calda, immergete i vasetti, dopo 5 minuti anche i tappi. Bollite per 15/20′. Lasciate scolare su un asciugamano. A vasetti asciugati, riempiteli poco per volta aggiungendo l’olio e premendo con un cucchiaio da minestra, fino a raggiungere l’orlo. Chiudete saldamente con il tappo. Riponete in posto fresco per 24 ore. Riaprite i vasetti e aggiungete olio: le melanzane devono essere sempre coperte. Richiudete bene; lasciate passare 8 giorni e potrete gustarle. Resistono chiuse almeno un anno. 
 Ma… siete pronti a gustare le melanzane negli antipasti o usarle per farcire torte salate, preparare crostini, piadine e panini?

proced

Carciofi sott’olio

Ingredienti per 350 g di conserva: 1 kg di carciofi, 5 limoni, 6 dl di vino bianco secco, 4 dl di aceto bianco, olio EVO, origano.
Procedimento: spremete il succo di tutti i limoni e filtratelo. Mondate i carciofi, mantenendo il gambo mna accorciandolo. Tagliateli in 4 spicchi, privateli della barbetta interna e delle eventuali spine. Man mano che li pulite, immergeteli in una ciotola con acqua fredda e limone così non anneriranno. In una casseruola capiente mettete l’aceto e il vino, portate ad ebollizione, aggiungete i carciofi e dopo circa 8 minuti (devono essere al dente) scolateli, disponeteli su un setaccio, copriteli e lasciateli raffreddare. Riunite i carciofi in un vaso sterilizzato per conserve, unite l’origano (se vi piace), versatevi all’interno l’olio fino a completa copertura. Lasciateli riposare. Durante questo tempo l’olio verrà assorbito quindi dovrete rabboccare nuovamente. Quando il livello sarà stabile, chiudete ermeticamente e lasciate il vaso in luogo fresco e poco illuminato. Consumateli dopo una settimana circa e teneteli in frigo dopo averli aperti. 

Mostarda William&Noci

4774554Ingredienti per 4 vasi da 250 g: 1,2 kg di pere William, 350 g di zucchero bianco, 1 cucchiaino di zenzero grattugiato, 1 limone non trattato, 100 g di gherigli di noce.
Procedimento: lavare bene il limone, grattugiatene la scorza e spremetene il succo che poi dovrete filtrare. Lavate e asciugate bene le pere; eliminate il torsolo e tagliatele a pezzetti. Mettetele in una ciotola irrorate di limone così non anneriranno. Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con 250 g di acqua, zucchero, zenzero e lo zest di limone. Scolate le pere e mettetele in pentola. Cuocetele per 30 minuti, mescolando di frequente; unite i gherigli tritati grossolanamente e continuate a cuocere per altri 10 minuti. Al termine di questo tempo, versate la composta nei 4 vasi; chiudete bene, capovolgeteli e lasciateli raffreddare. Conservateli in luogo fresco e buio. 
VI SUGGERISCO: personalmente servirei questa deliziosa mostarda in accompagnamento a formaggi, ma anche a un ottimo bollito misto. Non disdegnerei anche del pesce al vapore… chissà!

Uova in purgatorio con piselli

9805449Ingredienti per 8 persone: 4 uova freschissime e grandi, 400 g di piselli freschi o surgelati, 3 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro, una manciata di prezzemolo tritato, un porro, sale, pepe, olio evo.
Procedimento: in un tegame largo antiaderente fate soffriggere il porro con 4 cucchiai di olio. Subito dopo 2 minuti, versate i piselli e fate insaporire. Regolate di sale e di pepe. Unite il concentrato di pomodoro e 1/2 bicchiere di acqua tiepida. Cuocete per 15 minuti.
A questo punto aprite le uova direttamente sui piselli, distanziandoli leggermente. Salate e pepate leggermente; mettete la fiamma al minimo e coprite con un coperchio. Cuocete per 5 minuti fino a quando il tuorlo si sarà leggermente rassodato. Spegnete e servite con una spolverata di prezzemolo.

Tempeh con verdure all’orientale

tempehverdureIngredienti per due persone: 2 panetti di tempeh, 200 gr di fagioli già sbollentati, 100 g di zucca già sbollentata, scalogno, una manciata abbondante di germogli di soia, 1 cucchiaio di curcuma, 1/2 bicchierino di salsa di soia, olio evo.
Procedimento: in un largo tegame antiaderente mettete 3 cucchiai di olio, la curcuma e il tempeh tagliato a fettine piccole. Lasciate insaporire a fuoco medio poi aggiungete i germogli e metà salsa di soia. Proseguite la cottura per 5 minuti poi unite le verdute ridotte a piccola dimensione. insaporite il tutto per altri 5 minuti poi servite anche con dei germogli freschi.

Ragù alle melanzane

procedimentoIngredienti: 2 melanzane tonde viola belle sode, 1 cipolla bionda, un mazzetto di basilico fresco, una manciata di pomodori datterini maturi, 1 cucchiaio di Triplo concentrato di pomodoro Mutti, olio evo, sale, pepe.
Procedimento: lavate bene tutti gli ingredienti. Sbucciate le melanzane e tagliatele a dadini. Tagliate la buccia a strisce strette. Affettate i pomodori e la cipolla. Mettete tutto a freddo, basilico compreso, in un tegame antiaderente con 4/5 cucchiai di olio e iniziate a soffriggere a fuoco medio. Salate e pepate. Unite 1 mestolo di acqua tiepida e il concentrato. Cuocete con il coperchio e la fiamma bassa per altri 30′.
Potete gustare questa salsa con tagliatelle, casarecce, paccheri o anche come contorno leggero a pesce alla griglia o formaggi alla piastra.

Zucchine aromatiche

3615818_orig
2472561Ingredienti per 4 persone:
 500 g di zucchine verdi scure, un mazzetto di erbe (salvia, timo, prezzemolo), 2 spicchi di aglio, burro chiarificato, sale, pepe.
Procedimento: come prima cosa laviamo le zucchine spuntando testa e coda. Successivamente tagliatele a bastoncini della lunghezza di circa 5 cm. A parte lavate bene le aromatiche. La salvia finisce per prima in un tegame antiaderente con due spicchi di aglio e 3 cucchiai abbondanti di burro. Fate insaporire per 3 minuti poi unite le zucchine. Coprire e cuocete a fiamma bassa per 10 minuti.
Tritate finemente le erbe e unitele alle zucchine. Salate e pepate a piacere.
Alzate la fiamma e fatele colorire mescolando continuamente per non farle ne attaccare ne bruciare. Servitele caldissime!!!