Girelle salate alle zucchine… da portare in bicicletta!

girellesalateIngredienti: 200 g di ricotta, 1/2 cucchiaio di sale, 100ml di latte, 100 ml di olio di semi di girasole, 15 g di polvere autolievitante per preparati salati, 400 g di farina senza glutine (anche normale), 1 tuorlo d’uovo, 1 zucchina media, 150 g formaggio spalmabile di soia, 4 cucchiai di pesto al basilico, prezzemolo tritato (circa un cucchiaio) sale, pepe.
Procedimento: in una zuppiera a bordi alti riunite la ricotta leggermente setacciata (il siero complicherebbe la riuscita dell’impasto), il latte a temperatura ambiente, il sale e l’olio. mescolate bene con una forchetta. Unite lievito e farina setacciati insieme, poco alla volta. Mescolate prima con la forchetta poi con le mani. Lavorate bene. se risultate umido unite poca farina; se troppo asciutto… poco latte. Dipende molto dal tipo di farina che userete. A questo punto preriscadate il forno a 170°C. Dividete l’impasto in due parti. Stendete il primo tra due fogli infarinati di carta forno cercando di dare una forma rettangolare. Spalmate la superficie con due cucchiai di pesto, unite metà del formaggio spalmabile, grattuggiatevi sopra 1/2 zucchina lavata, salate e pepate a piacere. Cospargete con poco prezzemolo.

Con l’aiuto della carta forno arrotolate la pasta; sigillate bene e con un coltello tagliate delle fette larghe circa 3 cm che adagerete su una teglia foderata di carta forno. Seguite lo stesso procedimento con il secondo impasto. A piacere potrete anche cambiare il ripieno. Spennellate la superficie con il tuorlo dell’uovo sbattuto. Cuocete in forno statico per circa 30′ controllando la cottura e che escano ben dorate.

E in più leggete l’articolo! http://milanoalquadrato.com/index.php/2016/09/05/due-ruote-per-riprenderci-la-citta/

Plumcake nocciole, pere e cioccolata

7241929Ingredienti: 280g di farina di nocciole (io ho usato quella a Marchio Molino Rossetto), 60 g di burro non freddo, 100 ml di acqua, 2 uova intere non fredde, 1 pera abate, una manciata di gocce di cioccolato fondente, 6 g di lievito per dolci, zucchero a velo..
Procedimento: preriscaldate il forno a 180°. Nel frattempo versate la farina in una ciotola ampia, unite il burro morbido, le uova, il lievito e l’acqua. Potete impastare a mano con una forchetta o con una frusta elettrica. Unite le gocce e dadini di pera. Versate il composto in un unico stampo grande per plumcake, preventivamente foderato di carta forno oppure fate come me: usate dei mini stampi in silicone! Cuocete per circa 20/25′ più 5′ a forno spento. Servite spolverizzati di zucchero a velo.

Questi piccoli plumcake sono deliziosi e adattissimi per la merenda dei bambini, per una gita in montagna o per un pic-nic quando il tempo lo permette.

Crostata al lemon curd

Ingredienti per la frolla:crostata 250 g di farina bianca (anche SG), 120 g di burro, 1 uovo intero non freddo, 100 g di zucchero di canna, 1/2 bustina di lievito per dolci, un pizzico di sale, scorza di limone, zucchero a velo per la finitura, mirtilli.
Ingredienti per il lemon curd: 3 uova, 160 g di zucchero di canna, 1 dl di succo di limone, 50 g di burro, la scorza di un limone non trattato.
Procedimento: in un contenitore per mixer riunite il burro  pezzetti con la farina; successivamente unite zucchero, uovo, 1 pizzico di sale e la scorza di limone e frullate nuovamente. Estraete il composto, lavoratelo un minuto per comparato quindi riponetelo in frigo per 1/2 ora avvolto da pellicola. Nel frattempo prepariamo la crema. In una ciotola a sponde alte riunite le uova con lo zucchero e il succo di limone che andranno montati con un frusta elettrica. Trasferite il composto in una casseruola appoggiata su una pentola piena di acqua che sobbolle. Il famoso bagnomaria… Cuocete sempre mescolando per 10 minuti. Non appena si addenserà unite il burro tagliato a dadini e la scorza di limone. Dopo aver incorporato il tutto lasciate raffreddare. Riprendete la frolla, stendetela secondo la forma della vostra teglia tonda (non più di 24 cm di diametro) o rettangolare (33×11 cm). Ungete bene il fondo e infarinatelo leggermente. Rifinite i bordi che eccedono, coprite con un foglio di carta forno e riempite con  fagioli secchi. In mancanza di questi appoggiati dentro una teglia più piccola. Cuoceremo la base “in bianco” per 20′ a 170°. Poi toglieremo peso e carta forno e finiremo la cottura per altri 7 minuti. Togliete dal forno e lasciate raffreddare. Completate la crostata con la crema, alcuni mirtilli disposti a vostro piacere, una fetta intera di limone al centro. A piacere… un po’ di zucchero a velo.

Ciambellone mele e limone (con fornetto Versilia)

5966027Ingredienti: 4 uova intere, la buccia grattugiata di 1 limone, 5 cucchiai di succo dello stesso limone, 150 g di zucchero di canna, 200 g di acqua, 180 g di olio di semi di girasole, 350 g di farina (ho usato quella senza glutine), 1 bustina di lievito per dolci (ho usato un lievito senza glutine), 1 mela Golden.
Procedimento: in una grande ciotola aprite le 4 uova, unite la buccia di limone e cominciate a batterle con una frusta elettrica. Man mano unite lo zucchero e incorporate. Unite anche l’acqua e l’olio a filo sempre “frustando”. Unite infine la farina e il lievito setacciati insieme e pochi cucchiai alla volta. per finire aggiungete il succo di limone. Ungete di olio uniformemente e poi infarinate bene. Versate il contenuto nella teglia, unite fettine di mela su tutta la superficie, spolverate di zucchero.

La cottura si effettua sul fornello più piccolo o su quello medio (il piccolo sembra essere più idoneo):  Bisogna ricordarsi sempre di mettere prima lo spargi-fiamma sul fuoco, per qualche minuto, e poi di appoggiarci sopra la pentola chiusa ermeticamente con il coperchio. Nei primi 10′ cuocete con la fiamma al massimo poi abbassate al minimo e cuocete per altri 30′. Di solito una torta impiega circa 40/45 minuti per essere cotta ed è importante non togliere il coperchio per verificare la cottura prima che siano passati 30/35 minuti, altrimenti la torta potrebbe non lievitare bene. Se non possedete il fornetto cuocete in forno tradizionale a 180° statico per 35 minuti controllando la cottura.

Uova al tartufo

7292371Ingredienti per 8 persone: 8 uova freschissime e grandi, un peperone rosso e uno giallo, olio al tartufo, sale e pepe.
Procedimento: lavate bene i due peperoni; ricavatene 4 fette alte circa 1 cm da quello rosso e 4 da quello giallo, tagliandolo ovviamente nel senso della larghezza. A questo punto potete foderate una teglia con un foglio di carta forno. Ungete con pochissimo olio e disponetevi le forme dei peperoni. Aprite un uovo all’interno di ogni “forma”; condite con sale, pepe e olio al tartufo. Infornate a 160°C, già caldo; fino a che il bianco non si sarà rappreso.
Una soluzione divertente per ospiti improvvisi o per divertire i vostri bambini ovviamente togliendo il tartufo se non piace!

Pennette al ragout di tempeh e zucca (ricetta passo-passo)

img-7763Ingredienti per 4 persone: 350g di penne (Barilla senza glutine), 2 panetti di tempeh (soia disidratata), 100 g di zucca mantovana, 1 cipolla rossa di Tropea, 1 gamba di sedano bianco, olio evo, 4 cucchiai di concentrato di pomodoro, sale, pepe.
Procedimento: come mostrato nelle immagini, lavate bene sedano, zucca e cipolla di Tropea. Affettate il tutto e riducete a piccolissimi dadini. In una casseruola antiaderente mettete 4 cucchiai di olio e le verdure. Unite 4 cucchiai di acqua. Stufate per 10′. Unite il tempeh ridotto a cubetti schiacciandolo con il cucchiaio. Aggiungete infine il concentrato, sale, pepe a piacere, 1/2 tazza di acqua e cuocete per 40′. Lessate la pasta al dente e conditela con questa straordinaria salsa.

Vi chiederete… cos’è il tempeh???
Il tempeh o tempè è un alimento fermentato ricavato dai semi di soia gialla, molto popolare in Indonesia e in altre nazioni del sud-est asiatico. È noto anche come “carne di soia”. Ha un sapore complesso ed intenso: una combinazione di noci, e funghi, ma alcune ricette esaltano alcune somiglianze con la carne.
Si congela facilmente ed è disponibile in molti paesi occidentali, soprattutto nei supermercati etnici e nei negozi dietetici.

100 g di prodotto apporta circa 166 kcalorie, contiene 20,7 g di proteine, 6,4 g di lipidi, 6,4 g di carboidrati e 4,1 g di fibra.

Guacamole

guacamoleIngredienti: 2 avocado a mezza maturazione, il succo di un lime e un cucchiaino della sua scorza, 1 cipolla rossa di Tropea, 200 g di pomodori nettarini, olio evo, sale, pepe, tabasco.
Procedimento: iniziamo con l’aprire l’avocado praticando un taglio longitudinale. Estraete la noce e con un cucchiaio estraete la polpa che metterete in un bicchiere per mixer. Unire i pomodori lavati e tagliati a metà; la cipolla di tropea tagliata grossolanamente, 2/3 cucchiai di olio, uno di tabasco, il lime, sale e pepe. Frullate il tutto per pochi secondi. Assaggiate e regolate di sale.

Potete servire questa meraviglia accompagnata da nachos, anche come condimento di pasta fresca; o con gallette di pane guttiatu e un freschissimo mojito!

Finocchi sfiziosi

9848342Ingredienti per 4 persone: 3 finocchi grandi e tondi, 200 ml di panna vegetale (preferibilmente di soia), 150 g di grana padano grattugiato, noce moscata, origano secco, pane grattugiato, burro q.b.
Procedimento: pulite e lessate in acqua salata i finocchi tagliati in 8 spicchi ciascuno. Scolateli leggermente al dente e trasferiteli in una pirofila imburrata e leggermente cosparsa di pane grattato. In un pentolino, a parte, sciogliete il grana con la panna, unite dell’origano e tanta noce moscata. Giunta a leggero bollore, versate la salsa sui finocchi. Cospargete di grana e fiocchi di burro la superficie ed infornate a 180°C per 15′ modalità statica e per 5′ modalità grill.
Qui le calorie non si contano… ovviamente… ma volete mettere il gusto!

Asparagi in salsa di capperi e mandorle

593276Ingredienti per 4 persone: 400 g di asparagi verdi, una manciata di capperi di Pantelleria sotto sale, una manciata di mandorle a scaglie. pomodori secchi sott’olio, 100 g di pane grattugiato, 100 burro chiarificato.
Procedimento: pulite con cura gli asparagi
 tagliando la parte bassa, dura e legnosa e passateli sotto l’acqua per eliminare ogni residuo di terra. Lessateli per 15′. Spostateli in un tegame antiaderente e fateli insaporire con un cucchiaio di burro per 10′. Risciacquate accuratamente i capperi, in modo da eliminare il sale in eccesso, asciugateli con della carta da cucina. In una padella o in un tegame dai bordi bassi lascia fondere 80 g di burro. Quando inizierà ad essere spumeggiante, aggiungete le mandorle, due falde di pomodori tagliate a strisce e i capperi. Fateli saltare per qualche minuto a fiamma moderata, finché non sono ben dorati. Tostate il pane grattugiato in un altro tegamino senza bruciarlo… Distribuisci gli asparagi nei piatti e disponi sopra di essi un po’ del mix di capperi e mandorle, con una bella spolverata di pane tostato. 
SUGGERIMENTO: potete accompagnare questo contorno ad un piatto di carne o pesce non troppo condito.

Insalata siciliana

735952Ingredienti per un’insalata: 2 finocchi tondi, 2 arance tarocco, 200 g di olive nere, 1 cipolla media di Tropea, limone, olio, pepe.
Procedimento: lavate e pulite bene i finocchi e tagliateli a fette sottilissime,  conservando i ciuffetti alla sommità. Se non avete dimestichezza con i coltelli, aiutatevi con una mandolina. Sbucciate e tagliate a vivo (cioè senza la “pellicina”) le arance riducendole a piccoli spicchi. Scolate le olive dal loro liquido ma non risciacquatele. Lavate e tagliate finemente anche la cipolla.
Riunite tutto in una zuppiera e condite con olio, limone e pepe a volontà.

Le arance sono i frutti protagonisti dell’inverno. In Sicilia si consumano da sempre durante i pranzi, come un classico delle tavole invernali. Un mix di sapori che è in grado di far cambiare idea anche ai palati più difficili.
Ovviamente, inutile dirlo, fondamentale la bontà delle materie prime.