Pasta fredda tricolore

6376806Ingredienti per una persona: 100 g di pasta tipo fusilli, una manciata di ciliegie di mozzarella di bufala, basilico fresco in foglia, 2 cucchiai di piselli lessati, 1 cucchiaio di olive nere, 1 cucchiaio di capperi dissalati, due acciughe sott’olio oppure 1/2 cucchiaio di Colatura di alici di Cetara (per un sapore più marcato), olio evo, sale, pepe nero.
Procedimento:
lessate al dente la pasta e fatela raffreddare. A parte in una ciotola riunite tutti gli ingredienti che condirete a piacere. Aggiungete la pasta e riponetela nel vasetto e successivamente in frigorifero.

 

Polentini al rhum

3774170Ingredienti: 100 g di farina di mais tipo fioretto, 75 g di farina 00, 50 g di uvetta sultanina, 50 g di zucchero, 80 g di burro già morbido, buccia d’arancia grattugiata, 1 cucchiaio di rhum, 1 cucchiaio di mandorle a lamelle, 1 tuorlo d’uovo, un pizzico di sale.
Procedimento: ammorbidite l’uvetta in poca acqua calda. 
Mescolate insieme le due farine con lo zucchero, il sale, e successivamente il burro e il tuorlo d’uovo. 
Aggiungete gli ingredienti rimasti compresa l’uvetta. 
Incorporate bene tutti gli ingredienti. 
Preriscaldate il forno a 160°C statico. 
Con l’aiuto di un cucchiaio formate delle piccole porzioni di impasto e disponetele ben distanziate su una placca foderata di carta forno. 
Cuocete i biscotti per 20′ lasciandoli ben raffreddare 4/5 minuti a forno spento e leggermente aperto; poi fuori dal forno.

Tarte Tatin con pesche e mandorle

6744298Ingredienti: 1 pizzico di sale, 60 ml di acqua, zucchero di canna, 250 g di farina integrale, 145 g di burro ammorbidito, 2 pesche gialle mature, 50 g di mandorle a lamelle.
Procedimento: per la pasta brisè, in un recipiente riunite la farina con 125 g di burro ammorbidito e spezzettato a mano. Aggiungete l’acqua, 2 cucchiai di zucchero e un pizzico di sale. Lavorate velocemente con le mani.

Fate incorporare bene il burro nella farina senza lavorare troppo. Create una palla e mettetela in frigo, avvolta nella pellicola per circa 30 minuti. Lavate le pesche e tagliatele a fettine non troppo sottili

Preparate una teglia rotonda e foderatela con la carta da forno inumidita. Cospargete il fondo con lo zucchero di canna. Prendete il burro rimasto e distribuitelo a pezzetti sullo zucchero insieme alle mandorle. Coprite il tutto con gli spicchi delle pesche. 

Prendete la pasta dal frigo e stendetela in modo da ricavare una sfoglia dello spessore circa un centimetro Coprite le pesche con il disco di pasta, facendolo aderire bene con le dita, chiudendo tutti gli spazi vuoti intorno. Infornate per circa 25/30′ a 180°C. Sfornate, fate raffreddare un po’, coprite la teglia con un piatto grande e, con un movimento deciso, capovolgete la torta. Potrete servire la vostra torta sia fredda sia tiepida… anche accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia.

Tenerissima al cacao e noci

4921373Ingredienti: 200 g di cioccolato fondente 70%, 1 cucchiaio di latte o panna, 170 g di burro, 4 uova, 150 g di zucchero, 30 g di farina (anche senza glutine), 1 pizzico di sale, granella di noci.
Procedimento: fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria con 1 cucchiaio di latte o panna per dolci. Incorporatevi il burro, continuando a mescolare fino a che non sarà completamente fuso. Trasferite questa crema in una ciotola capiente; incorporate i tuorli d’uovo, uno alla volta, lo zucchero, una bella manciata di noci e la farina, setacciata. Montate gli albumi a neve (con l’aiuto delle fruste) e un pizzico di sale, quindi uniteli agli altri ingredienti. Mescolate sempre dal basso verso l’alto e delicatamente. Preparatevi una tortiera quadrata imburrata, o meglio, foderata di carta forno. Versate il composto e pareggiatelo bene. Spolverate la superficie con abbondante granella di noci e cuocete per 30′ a 180°C. A circa 20′ cominciate a controllare la cottura con uno stuzzicadenti. Quando ne uscirà asciutto, sfornate la torta, lasciatela raffreddare e servitela tagliata a quadrotti.

Frittini Superfast!

Ingredienti per 4 persone: 500 g di zucchine, 2 uova, 100 g di feta, 50 g di farina di riso, 2 rametti di timo, 100 g di misticanza, 1 scalogno, olio, aceto balsamico sale.
Procedimento: Grattugiate le zucchine lavate in una ciotola. A parte battete le uova con un pizzico di sale. Versare il composto sulle zucchine. Sbriciolate la feta sulle zucchine; aggiungete la farina, lo scalogno tritato, le foglie di timo. Mescolate bene. In un tegame molto caldo scaldate poco olio, versate 4-5 cucchiai di composto e cuocete una frittatina alla volta. Servitele accompagnate da misticanza condita con olio, aceto e sale.

VI SUGGERISCO: anche questa ricetta la vedo bene per bambini refrattari alla verdura.

Quiche OrtoMare

Ingredienti per 6 persone: una confezione di pasta sfoglia (anche senza glutine), 10 pomodorini San Marzano, 300 g di code di gamberi, 1 spicchio d’aglio, poco prezzemolo tritato, 3 cucchiai di pangrattato (anche senza glutine) ½ mazzetto di di rucola, 1 dl di yogurt greco bianco, 1 dl di panna, 2 uova, 1 cucchiaio di scorza di limone tritata, 1 cucchiaio di farina (anche senza glutine), olio d’oliva, sale, pepe
Procedimento: Tagliate a metà i pomodori e privateli dei semi. Pulite i gamberi privandoli del guscio e del filetto nero. Lasciatene 10 interi e il resto tritateli. Preparate un trito di aglio e prezzemolo, unite i gamberi tritati e quelli interi, salate e profumate con la scorza di limone e un filo di olio. Riempite i pomodori con la farcia. Ponete la pasta sfoglia in una teglia rivestititi della propria carta forno. Bucate il fondo con una forchetta e poi in sequenza ponete sul fondo la rucola, appoggiate i pomodori farciti, e i gamberi interi. Stemperate la farina nello yogurth, aggiungete le uova sbattute, la panna, sale e pepe. Versate la crema ottenuta tutt’intorno ai pomodori e un po’ anche all’interno. Cuocete per 30-35 minuti a 200°C . Servite tiepida.

Zuppa d’orzo e chèvre

2751058Ingredienti per 4 persone: 300 g di orzo perlato, 300 g di verdure miste tra zucca, carote, cavolo nero, fave, piselli, prezzemolo, sedano, patate, 1 scalogno, 200 g di formaggio francese di capra, olio evo, sale, pepe.
Procedimento:
 Preparate la minestra d’orzo partendo a freddo con olio evo (5 cucchiai), scalogno tritato, l’orzo risciacquato e tutte le verdure ridotte a tocchetti uguali nella dimensione. Tritate il prezzemolo e unitelo a metà cottura quando salerete la zuppa. Cuocete per 45-50 minuti. Servite la zuppa bollente con una fetta di formaggio freddo e una spolverata di pepe.
VI SUGGERISCO: Per una prparazione assolutamente vegetariana/vegana, al posto del formaggio potrete usare del tofu aromatizzato.

Ragù rustico con luganega, porcini e speck

5410984Ingredienti: 400 g di luganega (da spellare), una manciata di funghi porcini freschi (nel caso anche quelli secchi andranno bene) e una fetta di speck tagliata alta del peso di 50/80g, 1/2 bicchiere di vino rosso fermo (in bottiglia), scalogno, olio EVO, timo in polvere, 3 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro, sale, pepe, stracciatella di bufala (facoltativa).
Procedimento: mettete i funghi in ammollo se avete acquistato quelli secchi. Poi una volta ammorbiditi scolateli bene e tagliateli a dadini. In caso contrario, strofinateli bene con un panno per privarli della terra, passateli velocemente sotto l’acqua, asciugateli e tagliateli finemente. Nel frattempo fate un trito di scalogno che metterete in una casseruola con poco olio; non appena diventa traslucido unite la salamella spellata e ridotta a pezzetti con le mani. Falela sbianchire, sfumate con il vino rosso che dovrà ben evaporare. Unite i funghi e lo speck ridotto ad un trito molto fine. Salate, pepate, aggiungete gli aromi, unite il concentrato e 1/2 bicchiere di acqua tiepida. Cuocete il ragu per almeno due ore a fuoco bassissimo… dovrà appena sobbollire. Serviteli su una pasta corta, corposa… io ho usato i paccheri Top Esselunga. Ho completato con pochi fiocchetti di stracciatella di bufala.

Crocchette di Calabria

7726583Ingredienti per 4 persone: 3 melanzane, 1 patata, 2 spicchi di aglio, una manciata di prezzemolo tritato, foglie di menta, 1 uovo intero, un tuorlo, parmigiano grattato, sale e pepe, pangrattato, rosmarino.
Procedimento: lavate le melanzane, tagliate le estremità e scottatele per 5 minuti in acqua bollente. Spellatele, tagliatele a tocchetti in modo da poterle schiacciare con la forchetta. Ponete questa purea in una terrina a sponde alte, unite due spicchi di aglio tritati finissimi, poco rosmarino tritato finemente, il prezzemolo, le uova, la patata schiacciata, 3 cucchiai abbondanti di parmigiano, sale e pepe a piacere e la menta tritata. Se l’impasto risultasse un po’ “umido”, aggiungete un po’ di pangrattato che non guasta. Amalgamate bene il composto… poi cominciate a formare le polpette. Passatele nel pangrattato e friggetele in abbondante olio caldissimo fino a doratura preferita. In alternativa potete cuocerle anche in forno a 180°C per 20/25′.
VI SUGGERISCO: In alternativa al parmigiano, se volete un sapore più deciso usate del pecorino romano bello stagionato e una punta di piccante che non guasta mai.

Zuppa di fave alla siciliana

386568Ingredienti per 4 persone: 500 g di fave fresche (o surgelate… se non le trovate) già sgusciate, 1 cipolla di Tropea (media), 5 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro, sale, pepe, un mazzetto di menta fresca, olio evo, peperoncino (facoltativo).
Procedimento: nel caso delle fave surgelate…sbollentatele per 15/20 minuti al massimo. Poi procedete con il soffritto. Invece, se siete più fortunati, mettete l’intera cipolla tritata finemente, 4/5 cucchiai di olio Evo, una punta di peperoncino e le fave fresche già lavate. Passati 5 minuti, unite il concentrato diluito in poca acqua tiepida. Unite qualche foglia di menta tritata finemente. Regolate i sapori con sale e pepe. Allungate con acqua tiepida per non farle troppo asciugare. Cuocete per 15 minuti, assaggiate e spegnete la fiamma non appena saranno appena morbide. Prendete un mixer ad immersione e con l’aiuto di poco olio, 1 o 2 cucchiai, frullate e servite questa meraviglia completata con foglie di menta. Risulterà ottima anche su crostini o come finger food tiepido.