La bruschetta… nel bicchiere!

Ho deciso di dedicare questo mio secondo appuntamento ad una signora milanese, una vera ambasciatrice della cucina italiana all'estero e a mio avviso, signora di stile. Ho letto di lei per caso, tra le pagine di un noto mensile di cucina e ne sono rimasta affascinata. Sto parlando di Anna Del Conte.Molti di voi non la conosceranno ma per il popolo inglese è un vero mito...
 al pari degli altrettanto noti Nigella Lawson https://it.wikipedia.org/wiki/Nigella_Lawson e Jamie Oliver
 https://it.wikipedia.org/wiki/Jamie_OliverNata a Milano da una famiglia della buona borghesia, si trasferisce in Inghilterra come ragazza alla pari. Non tornerà più indietro tanto che ci risiede ormai da più di 60 anni. Il suo primo approccio con il cibo inglese non fu esattamente un "colpo di fulmine" (erano gli anni '50); la popolazione, in fase post-conflitto mondiale, non era dell'idea di spendere troppo per il cibo, c'era poca scelta alimentare anche se di buon livello. Abituata alla qualità dei piatti che gustava in famiglia, Anna decise di portare il proprio contributo, di appassionata della cucina italiana, cominciando a scrivere di cibo e un fortunato incontro con un editore diede il via a una lunga carriera di "cookery writer" https://en.wikipedia.org/wiki/Food_writing. Nel posto giusto, al momento giusto. Libro dopo libro (ne ha scritti più di 20) l'autorevolezza di Anna Del Conte si è confermata nel tempo, grazie alla capacità di trasmettere con ironia, eleganza e conoscenza le ricette del suo paese d'origine Possiamo tranquillamente affermare che se il modo di mangiare da parte del popolo anglosassone è migliorato e il cibo italiano più apprezzato, lo dobbiamo all'opera divulgativa di Anna Del Conte. In questa occasione le ricette da proporvi in chiave un-traditional erano moltissime ma ho preferito scegliere un antipasto della tradizione che la fa da padrone negli happy hour https://it.wikipedia.org/wiki/Happy_hour milanesi e che lega con un filo invisibile ma fortissimo, Milano all'Inghilterra: la bruschetta https://it.wikipedia.org/wiki/Bruschetta, molto popolare ed apprezzata in entrambi i Paesi. Fondamentale è la scelta delle materie prime! La ricetta è in chiave rivisitata anzi... cre-attiva!

 

5546781Ingredienti per 4 persone: 400 g di pomodori tipo Pachino, 1 filoncino di pane tipo ciabatta, 3 spicchi di aglio, olio evo, un mazzetto di basilico, pepe nero, 1 cipolla di Tropea di media misura, zucchero di canna, sale, 8 bicchieri trasparenti da finger food.
Procedete così: lavate ed asciugate i pomodori, la cipolla e il basilico. Tagliate i pomodori a pezzi piccoli; scolate l’acqua in eccesso e riuniteli nel bicchiere del mixer. Lasciate da parte qualche dadino intero. Unite 5 foglie di basilico, una punta d’aglio, sale e pepe a gusto. Frullate grossolanamente per 10″. Riponete in frigo. A parte tagliate a fette la cipolla, stufatela in tegame con poco olio, un cucchiaio di zucchero di canna, un cucchiaio di acqua, un pizzico di sale, fino a quando non si sarà ammorbidita.Nel frattempo mettete a scaldare una piastra. Affettate il pane che strofinerete di aglio e bagnerete con poco olio. Tostate velocemente sulla griglia facendo attenzione a non bruciare le fette. Riducetele a dadini e tenete da parte. Componiamo la bruschetta in questo modo: disponete una piccola base di pane a dadini sul fondo, versate 2-3 cucchiaini di pomodoro, altri dadini di pane, la cipolla caramellata, 1/2 cucchiaio di olio, una foglia di basilico.

Cookies mandorle&noci

4458471Ingredienti: 300 g tra farina di mandorle e farina di nocciole, 1 uovo intero, 1/2 bustina di lievito, 1 cucchiaio di zucchero di canna, zucchero a velo.
Procedimento: montate a neve ferma il bianco dell’uovo a temperatura ambiente. Incorporateci le due farine il lievito e cominciate a mescolare con una spatola dal basso verso l’alto. Unite zucchero e lievito. continuate a mescolare. Preriscaldate il forno a 160°C. Con l’impasto preparate delle sfere grandi quanto una piccola albicocca. Foderate una teglia bella grande. Appoggiate le sfere ben distanziate e con l’aiuto di un cucchiaio bagnato premete le sfere dandogli la forma tonda ma schiacciata. Devono risultare alti almeno un cm. Cuocete i biscotti per 25′. Spegnete il forno e lasciateli raffreddare a sportello aperto.

Petit Mimosa

8993666Ingredienti per una tortina: 3 uova, 3 cucchiai di fruttosio, 3 cucchiai di farina (senza glutine), ½ bustina di lievito (senza glutine), 1 tazza di crema pasticcera (vedi ricetta), 200 ml di panna da montare freddissima, zucchero a velo.
Procedimento: 
in una terrina incorporate bene le uova allo zucchero; aggiungete, 1 cucchiaio alla volta, la farina ed il lievito. Mescolate bene per avere un composto liscio e senza grumi. In una teglia rettangolare o tonda stendete un foglio di carta da forno, imburratelo e versatevi sopra il composto in modo che assuma una forma rettangolare e l’altezza di 1,5 cm. Infornate a 180°C per 10’ controllando che l’impasto non si scurisca troppo. Sfornate e lasciate raffreddare. Con un coppapasta tondo in metallo di circa 10 cm di diametro (anche un bicchiere andrà bene…) tagliate 3 dischi di pasta e cominciate a comporre la mimosa alternando le 2 creme partendo dalla panna montata. Arrivate al terzo strato, che sarà appunto panna, sbriciolate i ritagli di Pan di Spagna e fateli aderire alla superficie e sui fianchi usando come “collante” la panna. Mettete in frigo per un’oretta prima di servire sennò… si monta la torre! Nella foto: piatto per dolci della Collezione Seletti Hybrid. Lo trovate in Bottega dal mio amico Sandro e a questo link https://www.facebook.com/Alvillaggiobottegastore

Crostata rustica

9759741Ingredienti: 180g di farina bianca (senza glutine nel mio caso), 30 g di farina di nocciole, 2 tuorli di uovo, 80g di burro a temperatura ambiente, 80 g di zucchero a velo, 1 mela Golden, marmellata di arance amare (a marchio Rigoni, biologica, senza zucchero, la migliore), frutti rossi essicati, il succo di 1/2 limone, 4/5 cucchiai di rum.
Procedimento: in un recipiente a sponde alte mescolate insieme il burro e lo zucchero. Ottenuta una bella cremosità, unite i tuorli e proseguite a mescolare. Aggiungete gradatamente le farine e un pizzico di sale. Se l’impasto risultasse un pò dismogeneo, asciutto… aggiungete pochissimo latte. Fate una bella palla e mettete in frigorifero per 15′. Mettete in ammollo una manciata di frutti rossi nel rhum. Sbucciate la mela, tagliatela a fette sottili, cospargetela di succo di limone. Riprendete la frolla dal frigo. Stendetela non troppo sottile (8mm circa) con l’aiuto di due fogli di carta forno o di pellicola infarinata. Spostatela in una teglia (infarinata e imburrata, se non avete quelle in silicone) di circa 22cm di diametro. Bucherellate con i rebbi di una forchetta. Create un bordo che possa contenere la marmellata che andrete a cospargere sul fondo. Prendete anche le fettine di mela e disponetele a raggiera. Completate con i frutti rossi. Se vi fosse avanzata della frolla… fatene biscotti oppure ritagliate dei dischetti che andranno a completare la vostra crostata. Cuocete a 180° statico per 25/30′ circa. 

Plumcake Cocco&Caffè

Ingredienti: 125 g di farina bianca, 100 g di farina di cocco (più 50 g per la decorazione, 4 uova, 8 g di lievito per dolci, 150 g di burro a temperatura ambiente, 100 g di zucchero di canna, 1 tazza di caffè amaro, 100 g di cioccolato fondente, 2 cucchiai di latte.
3257717Procedimento: in un contenitore a sponde alte e con l’aiuto di fruste elettriche, cominciate a mescolare il burro con lo zucchero. Non appena diventa spumoso unite le uova una alla volta. Una volta ben incorporate, unite il caffè proseguendo con le fruste senza fermarsi; infine aggiungete anche le farine e il lievito poco alla volta. A questo punto non resta che cuocere il vostro impasto, che avrete versato in uno stampo da plumcake, in forno già caldo a 170°C per 30 minuti. Controllate la cottura ai 25′. Servitelo con cioccolato fuso (con poco latte) e una bella spolverata di farina di cocco. 

Cestini di Parmigiano e Uova

Ingredienti per 4 persone: 160 g di panna fresca, 120 g di burro, 8 uova, erba cipollina, foglie di lattuga, grana padano grattuggiato, sale e pepe.
Procedimento: In una padella antiaderente mettete un cucchiaio di grana, formate un cerchio e appena fuso, lo sformate su uno stampo rovesciato. Ne faccio 4 di questi cestini. A parte, in un tegame, appassite l’erba cipollina con il burro, battete le uova con la panna, il sale il pepe e fate addensare a bagnomaria. Unite anche l’erba cipollina. Nel frattempo distribuite il lattughino nei cestini che riempirete con il composto a base di uova.

Crema di zucca e castagne

9715516Ingredienti per 4 persone: 100 g di patate, 300 g di zucca già lessata e senza buccia, 100 g di castagne lessate 1 scalogno, 200 g di ricotta di capra, in alternativa potete usare del tofu aromatizzato o della robiola, , olio evo, sale, pepe, origano.
Procedimento:
 in una casseruola mettete lo scalogno tritato finemente, 4 cucchiai di olio evo e lasciate imbiondire il tutto a fuoco medio/basso. Unite patate, zucca e castagne il tutto ridotto a tocchetti piccoli. Unite 1 bicchiere di acqua calda; salate e pepate a piacere. Non lasciate asciugare troppo. Cuocete mescolando di frequente per 15′. Nel frattempo tagliate a coltello un paio di castagne. Raggiunta la cottura frullate con un mixer ad immersione e spolverizzate di pepe nero. Servite in ciotola accompagnata da una quenelle di ricotta, origano secco sbriciolato e castagne a tocchetti.

Salsa di fave

Ingredienti: 500 g di fave fresche pari a 150 g di semi, 50 g di pecorino, 1 spicchio d’aglio, sale grosso, foglie di menta, 60 g di olio EVO, pepe nero.
Procedimento: sgranate le fave, sbucciatele e mettetele in un mortaio; 1 spicchio d’aglio privato del germoglio interno e tagliato grossolanamente. Iniziate a pestare vigorosamente e quando saranno ridotte a “poltiglia” unite il pecorino grattuggiato e 3-4 foglioline di menta. Completate con l’olio d’oliva versato a filo.
VI SUGGERISCO: se dovete condirci la pasta (tipo fusilli, casarecce, ruote) stemperate la salsa con poca acqua di cottura e una spolverata di pepe nero; potete destinare questa preparazione anche come accompagnamento a arrosti o bolliti. Se non trovate il prodotto perchè fuori stagione andranno bene anche quelle surgelate, opportunamente sbollentate prima di sbucciarle.

Tortilla!

9558327Ingredienti: 1 kg di patate a pasta gialla, 2 cipolle rosse di Tropea, 4 uova, sale, pepe, olio, curcuma.
Procedimento: Pelate e tagliate le patate in tocchetti da circa un 1cm per lato; pulite le cipolle e tritatele grossolanamente. Riscaldate 4 cucchiai di olioin un tegame a sponde medie e versatevi sia le patate sia le cipolle. Unite 1 cucchiaio di curcuma, salate e pepate. Cuocete fino a che le patate si saranno ammorbidite e non sfaldate. Nel mentre che si raffreddano, battete le uova in una ciotola con poco sale e pepe. Unite le patate alle uova e mescolate bene. Prendete una teglia foderata di carta forno versatevi il composto e cuocete, in forno già caldo, per circa 20-25′ a 180°C. Nel caso controllate la cottura dopo 15′. A doratura completata,  servite calda o tiepida tagliata a cubotti!

Crocchette di patate e carote

9920879Ingredienti per 4 persone: 4 patate medie, 3 carote grandi, un uovo, noce moscata, 1/2 spicchio d’aglio, 50 g di formaggio grana grattugiato, prezzemolo tritato, pangrattato, sale. 
Procedimento: lessate entrambe le verdure dopo averle ben lavate e strofinate. Sciacciatele con una forchetta o con l’apposito strumento. In una ciotola capiente riunite 1 uovo intero, le verdure, il formaggio, una macinata abbondante di noce moscata, 1/2 spicchio di aglio tritato fine e schiacciato, il prezzemolo e un pizzico di sale. Mescolate bene gli ingredienti (con le mani è meglio) e cominciate a formare delle sfere che poi schiaccerete sopra e sotto. Passatele leggermente nel pane grattugiato leggermente salato. Depositatele sulla placca del forno rivestita di carta forno e cuocetele per 15/20 fino a che saranno belle colorate.
Queste crocchette piaceranno molto ai piccoli di casa e… anche ai grandi!!