Frollini cannella&zenzero

638399Ingredienti: 150 g di farina 00, 100 g di fecola, 2 cucchiai di cannella, 1 cucchiaio di zenzero in polvere, 70 gr di miele o zucchero di canna, 50 ml di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaino di bicarbonato
Procedimento: setacciate le farine e unite bicarbonato, la cannella e lo zenzero. A parte emulsionate molto bene il miele (o lo zucchero) e l’olio. Ora unite il tutto, l’impasto deve essere omogeneo ma non compatto, dovesse servire aggiungete del latte.
Con l’aiuto di un mattarello e della pellicola leggermente infarinata, stendete la pasta, divertitevi a tagliare delle forme poi ponetele su una teglia foderata di carta forno e cuocete a 170° per 20 minuti. Semplici ma profumatissimi per la colazione di tutti i giorni!

Crostata di Nonna Angela

3095708Ingredienti: 300 g di farina setacciata (anche senza glutine), 3 tuorli di uovo grandi non freddi, 150 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente, burro e farina per la teglia, 75 g di zucchero o fruttosio, 1 limone non trattato.
Per il ripieno: 1 confezione di amaretti Vicenzi (la marca è importante per il livello di qualità), marmellata di frutta (preferibilmente fatta in casa), ½ bicchiere di Cognac o Gran Marnier, ½ pera, stampini in acciaio della forma che preferite.
Procedimento: su una spianatoia o in una zuppiera mettete la farina, le uova, il burro, lo zucchero, la buccia del limone non trattato e impastate energicamente per al massimo 5 minuti. Se l’impasto risultasse difficile da aggregare aggiungete un filo di latte. Date all’impasto la forma di una palla, avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetela a riposare per il tempo di preparazione del ripieno. In una terrina mettete una vaschetta di amaretti (nella confezione sono due) e pestateli con un batticarne. Aggiungete qualche cucchiaio di marmellata e uno spruzzo di liquore. Mescolate ben mentre aggiungete fettine sottilissime di pera. Imburrate e infarinate bene la teglia rotonda. Riprendete la frolla. Su una spianatoia ponete due fogli di pellicola leggermente sovrapposti ai bordi (vi servirà per girare la base nella teglia) e infarinateli. Prendete ¾ di impasto e stendetelo con un matterello o una bottiglia di vetro se non l’avete. Lo spessore non deve essere inferiore a 1 cm. Date una forma rotonda ma più grande del fondo della teglia affichè possiate avere anche i bordi. Fatto questo, prendete la teglia, poggiatela a testa in giù sull’impasto, raccogliete la pellicola e con delicatezza, girate teglia e foglio. L’impasto finirà perfettamente all’interno della teglia. Le prime volte sarà un’impresa ma poi acquisterete grande abilità. Prendete il ripieno e versatelo all’interno della frolla. Stendete bene e pareggiate con un cucchiaio o una spatolina per dolci. Accendete il forno a 180°. Riprendete il rimanente impasto, stendete la pasta non troppo bassa. Prendete lo stampino per dolci che avete scelto e cominciate a divertirvi. Coprite la superficie del ripieno con le forme senza lasciare troppo spazio tra una e l’altra. Al termine di ciò, con l’aiuto dei rebbi di una forchetta, chiudete i bordi tutt’intorno alla circonferenza. Se volete un’aspetto lucido… spennellate con un albume ma … mia nonna non lo faceva. Cuocete per 40’/45′ in forno già caldo. Poi spegnete e lasciate la crostata in forno per altri 5 minuti. In ogni caso controllate la cottura con uno stuzzicadenti
.

Morbidissima ai due fichi (ricetta filmata)

9795594Ingredienti per una teglia da 24 cm e 2 muffin: fichi freschi q.b., 1 manciata di fichi secchi, 80 g di zucchero semolato (o fruttosio), 75 g di burro, 2 uova intere, 25 ml di latte, 125 g di farina setacciata, 1/4 di bustina di lievito per dolci, unpizzico di sale, zucchero a velo.
Procedimento: selezionare, lavare bene e asciugare i fichi freschi; sminuzzate a coltello quelli secchi. In una ciotola a sponde alte mettete il burro a temperatura ambiente e lo zucchero. Lavorateli bene insieme con l’aiuto delle fruste elettriche. Ottenuta una bella crema liscia, incorporate le uova, il latte e continuate a lavorare il composto. continuate unendo poco alla volta farina, sale e lievito insieme. Finite con i fichi secchi e incorporateli bene. Ungete la teglia con poco burro o usatene una in silicone. Versate il composto e livellate battendo sul piano di lavoro. Con la rimanenza fate due muffin con l’apposito contenitore (imburrato). Tagliate i fichi a spicchi e posatene una certa quantità sulla superficie della torta, facendoli leggermente affondare. Fate lo stesso con i muffin. Conservatene qualche spicchio per la decorazione finale. Infornate per 30′ circa in forno già caldo a 180°C controllando la cottura con uno stuzzicadenti. A cottura ultimata fate raffreddare bene, spolverizzate abbondantemente con zucchero a velo e decorate con fichi freschi.

Tortiglioni con pomodoro, melanzane e tofu aromatico

4683981Ingredienti per 4 persone: 350 g di tortiglioni di mais (vanno bene anche integrali…), 1/2 melanzana tonda, 4 bicchieri di passata di pomodoro, una “mattonella” di tofu aromatizzato, olio evo, origano, aglio, sale.
Procedimento: mettete a bollire abbondante acqua salata. Nel frattempo in un ampia casseruola mettete a scaldare un giro d’olio con uno spicchio d’aglio leggermente sciacciato e steccato. Riducete la melanzana a cubetti piccoli e così anche il tofu. Versateli nella casseruola e cominciate ad insaporirli. Buttate la pasta. Passati 5 minuti unite la passata di pomodoro, una spolverata di origano e regolate di sale. Scolate i tortiglioni al dente e versateli direttamente nel tegame del sugo. Spadellate per 2 minuti poi potete servire. Un suggerimento per chi non è ne vegetariano ne vegano… andrà bene anche del primosale leggermente stagionato.

Salsa di noci

Ingredienti: 100 g di gherigli di noce americana, una manciata di pinoli, 80 g di burro, 60 g di grana padano grattato, 30 g di basilico tritato, 2 spicchi d’aglio, olio di oliva, sale e pepe bianco.
Procedimento: in un piccolo tegame antiaderente tostate leggermente le noci e i pinoli. In un  bicchiere per frullatore ad immersione porre tutti gli ingredienti e, a filo, aggiungete l’olio d’oliva fino a che il composto non sarà fluido.

VI SUGGERISCO Questa salsa può diventare il gustoso condimento di primi a pasta ripiena o anche il condimento di un semplice arrosto di vitello.

Fave&Friarielli

8461951Ingredienti per 4 persone: 400 g di fave bianche secche, 300 g di friarielli (cime di rapa), 12 fette di pane rustico o francesino, peperoncino piccante, aglio, olio, sale e pepe.
Procedimento: lessate le fave in una pentola di acqua salata fino a quando non saranno ridotte in poltiglia. Ci vorranno almeno 30 minuti. A parte mondate e lessate brevemente le cimette. Scolatele al dente e poi ripasssatele in padella antiaderente con olio, sale, peperoncino piccante a piacere. teneteli in caldo. Come ultima cosa, tostate sulla griglia o in un tegame antiaderente le fette di pane. Frullate con un mixer ad immersione le fave ormai disfatte, regolate di sale, pepe e tenetele in caldo a fuoco bassissimo. Preparate 4 ciotoline, versate la vellutata di fave, nel mezzo una buona dose di friarielli, tre fette di pane tostato, un giro d’olio crudo e… la meraviglia è servita!
Ho gustato questa ricetta in una delle regioni che più amo e precisamente a casa di amici che abitano in un piccolo paese nelle vicinanze di Polignano a Mare, in provincia di Bari. L’originale si gusta con la cicoria selvativa… i friarielli a mio parere sono un buon compromesso… la mia amica pugliese Anna non se la prenderà di sicuro.

Fiori di zucchina alla romana

4664803Ingredienti per 4 persone: 10 fiori di zucchina, 1 fiordilatte da 350 g, una decina di alici sott’olio, 200 g farina, 230 g acqua frizzante o birra, 1 cucchiaio di olio, 1 tuorlo, 1 albume
5 g lievito in polvere.

Procedimento: è importante che il fiordilatte o la mozzarella siano molto asciutti, altrimenti durante la frittura rilasciano molta acqua e boicottano dall’interno la croccantezza finale. Mescolate la farina con il lievito, il tuorlo, l’uovo e l’acqua frizzante fino a ottenere un impasto consistente, che lascerete a riposare per una mezz’ora.
Nel frattempo, pulire i fiori, che vanno spuntati dal gambo e dalle punte verdi esterne alle foglie, poi vanno passati DELICATAMENTE sotto l’acqua. Il pistillo va eliminato, inserendo delicatamente le dita nel fiore senza romperlo altrimenti poi è difficile ricomporlo. Una volta lavati, scuoteteli dolcemente e fateli un po’ asciugare. Mettete l’albume in una ciotolina e montate a neve. Riprendete l’impasto e mescolatelo, aiutandovi con un cucchiaio di legno, con l’albume. Passiamo a riempire i fiori, ognuno con un pezzo di mozzarella e un filetto di alice. Scaldiamo l’olio, e una volta pronto prendiamo uno ad uno i fiori, li immergiamo nella pastella in modo che ne siano totalmente avvolti e poi li friggiamo, finché saranno ben dorati.

Milano e fagioli

5345292Ingredienti per 4 torrette: 500 g di polenta (farina di mais) anche instantanea, 500 g di pomodori pachino, 250 g di fagioli borlotti già lessati, 300 g di luganega, 1/2 cipolla di tropea, 1 peperoncino, 1/2 cucchiaio di rosmarino tritato finissimo, olio EVO, prezzemolo, sale, zucchero.
Procedimento: come primo passo preparate i pomodori confit tagliandoli a metà, disponendoli in teglia con poco sale e una spolverata di zucchero. Infornateli a 180°C fino a quando saranno ben appassiti; ci vorranno almeno 40 minuti. Toglieteli dal forno e frullateli. Come secondo passo ci occupiamo della polenta. Potete scegliere il metodo tradizionale dove la polenta cuocerà per circa 1 ora e 30 oppure se non avete tempo a disposizione usate quella istantanea che rimane comunque molto gradevole. A cottura ultimata versatela su una base metallica (tipo teglia per pizza o granito), stendetela bene e lasciatela raffreddare. Nel frattempo in un altra casseruola versate un filo di olio, il rimanente trito di cipolle, poco peperoncino, i fagioli lessati e scolati. Salate e unite poco rosmarino. Aggiungete un dito di acqua tiepida. Essendo già sbollentati basteranno 10 minuti per insaporirsi. Conservate qualche fagiolo intero per la composizione finale. A fine cottura frullateli con un mixer ad immersione e 1 cucchiaio di olio. In un tegame già caldo andrete invece a scottare la luganega tagliata a rondelle dello spessore di un cm. Nello stesso tegame “friggete” 4 dischi piccoli di polenta e 10 dischi leggermente più grandi, aiutandovi con un coppapasta, e qualche cucchiaio di olio. Potete finalmente comporre la vostra torretta. Stendete 2 cucchiai di passata di pomodoro sulla base; appoggiate sopra un disco di polenta fritta medio, un cucchiaio di crema, 2 o 3 pezzetti di luganega. Coprite con il secondo disco di polenta, un cucchiaio di crema di fagioli, 2 pezzetti di luganega e chiudete la torre con il disco piccolo. Completate con una spolverata di prezzemolo fresco e fagioli interi. Potete anche tenere in caldo le torrette prima del servizio: forno basso a 80-90°C. E dopo il nutrimento del corpo… andate a scoprire un pò di storia di questa ricetta su www.milanoalquadrato.com

Chicche di merluzzo e carciofi

2866945Ingredienti per 4 persone: 350 gr di filetto di merluzzo già spinato, 150 gr di patate pelate, prezzemolo, sale e pepe, 50 gr di grana grattugiato, 1 uovo, farina 00, aglio, olio per friggere, 4 carciofi, olio Evo
Procedimento: mondate, pulite, tagliate a spicchi e lessate i carciofi (occhio alle spine). Tenete da parte 1 spicchio di carciofo crudo. Dopo circa 20′ scolateli (tenete una tazza di acqua di cottura) e trasferiteli in un tegame con poco olio, sale, pepe e uno spicchio di aglio. Lasciateli insaporire per 15′. Togliete l’aglio e frullateli. Allungate la salsa con poca acqua di cottura e 2 cucchiai di olio. Mettete da parte. In una casseruola fate bollire le patate. Togliete le patate e aggiungete all’acqua, un cucchiaio di aceto di vino bianco e fate bollire il merluzzo per 20′ circa. Scolate i filetti di merluzzo e mettete da parte in un recipiente con le patate lesse. Schiacciate il tutto con la forchetta. Condite con sale, prezzemolo, pepe, grana e il tuorlo dell’uovo. Mescolate il tutto e con le mani leggermente umide date la forma delle sfere. Passate la polpette prima nella farina, poi nel bianco dell’uovo. Appena pronte, scaldate l’olio in un tegame a sponde alte, friggete le polpette di pesce fino a farle diventare dorate rigirandole da tutti i lati. Friggete anche lo spicchio di carciofo crudo e tagliato a lamelle. Impiattate mettendo sul fondo la salsa ai carciofi, un paio di polpette e il carciofo fritto. Completate con olio crudo e prezzemolo fresco. 

Risotto al pomodoro, piselli e basilico

1836013ngredienti per 4 persone: 350g di riso tipo Carnaroli, 200 g di piselli piccoli freschi (anche surgelati vanno bene), 100 ml di passata di pomodoro ciliegino 50 g di cipollotto tritato, 1 litro di brodo vegetale, sale, pepe, olio evo, un cucchiaio di basilico tritato.
Procedimento: in una larga casseruola antiaderente con sponde alte scaldate 3 cucchiai di olio e fateci rosolare il cipollotto tritato finemente; una volta dorato aggiungete il riso che tosterete per 3 minuti. Mescolate sempre. Regolate di sale. Lasciate tirare un pò il liquido. Cominciate ad aggiungere 2 mestoli di brodo tenuto in caldo; dopo 10 minuti di cottura aggiungete la passata di pomodoro e dopo altri 5 i piselli. Finite la cottura che avverrà in circa 20′ totali. Spegnete la fiamma, aggiungete il basilico fresco e pepe macinato e servite! Semplice ma superbuono!