TakeMeUp

3702179Ingredienti: 400 g di mascarpone, 4 uova, 20 savoiardi (possibilmente marca Vicenzi) o biscotti secchi (tipo OroSaiwa), 150 g di zucchero, 4 tazze di caffè amaro, 50 g di cacao amaro, brandy o rum tipo Pampero (facoltativo).
Procedimento: separate i tuorli dagli albumi, unite lo zucchero e battete con la frusta fino ad ottenere un bel composto soffice spumoso. Aggiungete poco brandy e continuate a battere energicamente. Incorporate il mascarpone poco alla volta fino ad ottenere una crema soffice e d omogenea. Preparate una pirofila in vetro. Cominciate a bagnare i biscotti nel caffè dove avrete aggiunto un cucchiaio di liquore. Come primo strato stendete una base di crema non troppo abbondante, appoggiatevi sopra ordinatamente i biscotti, ricoprite con la crema, spolverizzate di cacao e ricominciate a disporre i biscotti, la crema e il cacao a coprire il tutto uniformemente… fino a finire gli ingredienti. Lasciate in frigorifero per almeno 3 ore.

Non lasciatevi intimorire dal nome… di tiramisù si tratta!

Tartufi golosi

3458818Ingredienti: una confezione di datteri freschi, 125 g di mascarpone freschissimo, Rum (tipo Pampero), una manciata di gocce di cioccolato rigorosamente fondente, zucchero di canna, polvere di cacao amaro.
Procedimento: snocciolate delicatamente i datteri procedendo con un’incisione piccola, Non dovete dividere in due il frutto. A parte, in una ciotola preparate la crema con mascarpone, 4 cucchiai di zucchero, 4 di rum e le gocce di cioccolato. mescolate energicamente fino ad ottenere una crema liscia. Con l’aiuto di una sacca per dolci con beccuccio piatto o semplicemente con un cucchiaino da caffè, riempite tutti i datteri e tenete da parte. In un piatto fondo versate una modesta quantità di cacao amaro, passateci i datteri ripieni e… il gioco è fatto. Lasciateli in frigorifero per circa 20′ poi… divorateli!
Questo è un dolce molto simile a quello di una cara amica e che ho modificato per lasciarle la proprietà dell’originale… che è ugualmente goloso!

Pan di Spagna alle Fragole

2769077Ingredienti: 3 uova, 3 cucchiai di zucchero, 3 cucchiai di farina (senza glutine), ½ bustina di lievito (senza glutine), 100 g di fragole, 50 g di granella di pistacchio, zucchero a velo.
Procedimento: in una terrina incorporate bene le uova allo zucchero; aggiungete, 1 cucchiaio alla volta, la farina ed il lievito. Mescolate bene per avere un composto liscio e senza grumi. Versate il composto in una teglia imburrata e versatevi sopra le fragole tagliate a pezzettoni e un pò di granella di pistacchio. Infornate a 180°C per 25’ controllando ogni tanto che l’impasto non si scurisca troppo. Servite anche tiepida con fragole fresche e zucchero a velo… magari accompagnata da una palettina da dolce firmata Enzo Miccio che trovate in Bottega dal mio amico Sandro e a questo link https://www.facebook.com/Alvillaggiobottegastore.

Riso rosso selvaggio

1169725Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso rosso selvaggio integrale, 1 scalogno, 4 asparagi verdi, peperoncino secco sminuzzato, germogli di soia, lamelle di mandorle pelate, cumino, olio Evo, salsa di soia non salata.
Procedimento: il riso vi porterà via la maggior parte del tempo… ben 45 minuti. Nel frattempo sbollentate gli asparagi per pochi minuti perchè dovranno risultare un pò croccanti… in un tegamino fate saltare i germogli con poco olio, salsa di soia non salata e anch’essi dovranno essere abbastanza croccanti. Prendete un tegame antiaderente, mettete un giro d’olio e uno scalogno tritato finemente, fate sbiancare per pochi minuti poi aggiungete il riso ben sgranato. Mescolate bene per 5 minuti, unite le verdure, 3 cucchiai di lamelle di mandorle, 1/2 cucchiaio di semi di cumino e il peperoncino. Mescolate e amalgamate bene gli ingredienti per altri 5 minuti. Servite caldo.
VI SUGGERISCO: il cumino ha un profumo e un aroma molto particolare… che ricorda la lontanissima India…può non piacere a tutti quindi, a mio avviso, potete anche non metterlo. Oppure sostituitelo con una spezia che gradite di più.

Scrigno di peperone e quinoa

535265Ingredienti per 2 persone: 2 peperoni gialli, 4 manciate di quinoa, 50 g di ricotta fresca, 10-12 capperi di Pantelleria dissalati, 3 pomodori secchi rossi, 50 g di grana gratuggiato, qualche foglia di basilico, senape (mediamente saporita), sale e pepe.
Procedimento: la prima cosa da fare è bollire la quinoa in acqua poco salata per circa 20 minuti. Alla fine di questo tempo scolatela e lasciale un’attimo a raffreddare. A parte preparate un tegame largo e a sponde alte almeno 6 cm e riempitelo d’acqua fino ad un livello di 2 cm. Dal peperone ricavate il cappuccio effettuando un taglio orizzontale. Pulite l’interno dai semi, sciacquate bene e ponete nel tegame per una leggera pre-cottura. La fiamma non deve essere troppo alta, più un leggero bollore… In una ciotola raccogliete la quinoa, unite la ricotta, i capperi tritati finemente, i pomodori secchi tagliati fini, il formaggio, il basilico tritato, sale e pepe a vostro piacere. Recuperate i due peperoni, riempiteli bene, mettete loro il coperchietto e fissatelo con degli stuzzicadenti. Ora potete scegliere due strade per la cottura finale: in forno a 180°C per 20-25′ oppure nello stesso tegame dove avete sbollentato i peperoni procedendo così: versate un buon giro d’olio d’oliva e cuoceteli lentamente, per 20/25′, girando ripetutamente. Non sarà facile perchè il ripieno tende ad uscite. Aggiungete 1/2 bicchiere d’acqua e 2/3 cucchiai di senape da stemperare nel fondo di cottura. Per la cottura in forno la salsa alla senape dovrete prepararla a parte nelle stesse quantità che mettere nel tegame. 
VI SUGGERISCO: se preferite un cereale più semplice andrà benissimo anche riso integrale rosso oppure orzo, ma in quest’ultimo caso non andrà bene per i celiaci.

Umido di lonza alle carote

5074325Ingredienti per 4 persone: 700 kg di lonza di maiale, 5 carote medie, 5 scalogni, 1 bicchiere di vino bianco secco, sale, pepe, 1 rametto di rosmarino, olio EVO.
Procedimento: preparate una casseruola che abbia anche un coperchio. Prendete un mixer e riuniteci dentro le carote ben lavate e tagliate a rondelle, gli scalogni e qualche ago di rosmarino. Tritate bene per 2/3′. A fuoco spento mettete il pezzo di carne sul fondo della casserruola, poi il trito di carote e scalogni, il vino bianco, sale e pepe e tanta acqua fino a quasi coprire la lonza… diciamo 3/4 dell’altezza. Accendete il fuoco con fiamma media e cuocete per circa 1 ora e mezza. Giratelo di tanto facendo restringere la salsa. Assaggiate e regolate la sapidità. Non usate assolutamente dado di carne o vegetale per insaporire. Servite tagliato a fette con il proprio sughetto.

Sgombri croccanti in salsa greca

9425748Ingredienti per 4 persone: 4 filetti di sgombro (senza spine), pane grattugiato, 4 cucchiai di sesamo, una tazza di latte di riso, 1 carota, 1 zucchina, 1 limone, olio per friggere. Per la salsa: 400 g di yoguth greco Fage, 1 cetriolo, 1 spicchio d’aglio, 4 cucchiai di olio EVO, 2 cucchiai di aceto bianco.
Procedimendo: lavate e grattugiate il cetriolo poi lasciatelo a scolare l’acqua di vegetazione per almeno un’oretta. In una terrina a sponde alte riunite lo yogurth, lo spicchio d’aglio privato del germe e pestato in un mortaio, il cetriolo. Cominciate a mescolare con una frusta aggiungendo poco alla volta l’olio e l’aceto. Coprite con della pellicola e riponete momentaneamente in frigo. Lavate i filetti di sgombro e assicuratevi che non ci siano spine nascoste… tagliate i filetti della larghezza di 3 cm e passateli nel latte. La panatura sarà composta dal pangrattato e dal sesamo mescolati insieme. Preparate 2 casseruole a sponde alte dove metterete abbondante olio a scaldare. Friggete sia i filetti di pesce che carote e zucchine tagliate a striscioline. Il pesce in una casseruola, le verdure nell’altra. Servite il pesce in piccoli contenitori o verrines (sia che vogliate fare un finger food o no) depositando sulla base qualche cucchiaio di salsa, poi appoggiando i filetti di pesce e completando con le verdure fritte come decorazione.

Riso con asparagina e salmone fresco

8613941Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso Carnaroli, un mazzetto di asparagina, 1 fetta di salmone fresco, 1 porro intero, 1 litro di brodo vegetale, olio Evo, prezzemolo tritato (facoltativo).
Procedimento: tagliate il porro a sottili rondelle e fatene un soffritto con poco olio. Unite il riso, tostatelo qualche minuto e cominciate la cottura aggiungendo brodo vegetale caldo. Ci vorranno circa 20′ totali. Aggiungete un mestolo ogni qualvolta si riassorbe il brodo e mescolate sempre. La fiamma non dovrà mai essere troppo vivace. Nel frattempo tagliate a rondelle gli asparagi mondati e lavati. A 10′ di cottura uniteli tutti tranne le punte che aggiungerete a 5′ dalla fine della cottura insieme al salmone ridotto a cubetti. Finite di cuocere e servite con una spolverata di prezzemolo se lo gradite. 

Mezze penne Zola&Noci

7261344Ingredienti per 4 persone: 350 g di mezze penne integrali, 200 g di gorgonzola dolce, 1/2 bicchiere di latte, una manciata di nocciole, una manciata di pangrattato, olio Evo e uno spicchio di aglio.
Procedimento: mettete a bollire abbondante acqua salata per la pasta. A parte in una casseruola piccola ma a sponde alte, sciogliete il formaggio con il latte. Basteranno 5 minuti. Tritate grossolanamente le nocciole e fatele tostare in un tegamino antiaderente. Fatto questo, mettetele da parte. Nello stesso tegame mettete 1 cucchiaino piccolo di olio, l’aglio tagliato a pezzetti e il pane grattato. Fatelo tostare senza bruciarlo. Eliminate l’aglio. Scolate la pasta e conservate un pò di acqua di cottura. Unite la salsa di formaggio e metà delle noci. Servite in piatti individuali con una spolverata di noci e pane all’aglio.

Zuppa Ceci&Mare

2380857Ingredienti per 4 persone: 400 g di ceci già lessati, sedano, carota, porro per il soffrittino, 400 g di cozze senza guscio, 400 g di mazzancolle, 2 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro, prezzemolo, olio Evo, sale, pepe nero.
Procedimento: in una casseruola riunite un trito fatto con una carota media, 1 gamba di sedano e 1/2 porro con 3/4 cucchiai di olio evo. Soffriggete a fiamma bassa per qualche minuto; unite il concentrato,  i ceci e le mazzancolle. Aggiungete poca acqua calda o brodo vegetale. Regolate di sale. Cuocete per 10/12′. Completate la cottura della zuppa con le cozze e una spolverata di prezzemolo tritato fresco e pepe nero.
Veloce e saporitissima!