L’eleganza del curry

Non spaventatevi… ma il curry… non esiste. In realtà il vero nome, nella cucina indiana, è masala ed è composto da una miscela di spezie che comprende anche le foglie di curry, una pianta originaria dell’Asia e appartenente alla famiglia degli agrumi. Siamo stati abituati a vederla di colore ocra e usata con le carni bianche, per un tocco “indiano” alla ricetta. In realtà lo possiamo trovare sia in polvere, sia in pasta, in svariati colori e aromi: dal piccantissimo al neutro. Dal punto di vista puramente pratico possiamo dire che quello in pasta è più indicato per zuppe e sughi; quello in polvere, oltre a preparazioni più asciutte, è indicato per essere mescolato ad altre spezie: Le foglie in genere vengono generalmente fritte o unite a stufati assieme alla propria acqua di vegetazione. Dove trovare il curry? La qualità in polvere la potete trovare in qualsiasi supermercato; mentre per i mix più particolari tipo la curcuma o il garam masala (ai quali si accompagna), bisogna affidarsi ai negozi di alimentari asiatici e indiani, dove troviamo anche quello in pasta. Le foglie fresche non sono reperibili in Italia, ovviamente, quindi ci dobbiamo affidare agli alimentari sopra citati e a qualche ottima erboristeria…

Pudding al fondente e arancia

4720603Ingredienti: 100 g di cioccolato in polvere sia amaro che dolce, 3/4 cucchiai di zucchero di canna, 60 g di amido di mais, 50 g di burro, 500 ml di latte, 1/2 bicchiere di spremuta d’arancia.
Prodedimento: Fate sciogliere il burro in un pentolino a fiamma dolcissima. Aggiungete il cacao e mescolate bene. Togliete dal fuoco e aggiungete a poco a poco lo zucchero e la farina setacciata. Versatelo a filo il latte a temperatura ambiente, sempre mescolando. Unite il succo d’arancia. Cuocete per 3/4 minuti fino a che vedrete addensarsi la crema e versate il composto negli stampini che avrete scelto. Fate raffreddare prima a temperatura ambiente, poi in frigorifero fino a che il budino non raggiungerà la densità desiderata.
Un dolce straordinario su un altrettanto piatto della collezione #selettiwold

Tarte Trentin

815045Ingredienti per 6 persone: 1 kg di mele Golden o Renette, 200 g di farina SG, 180 g di zucchero, 3 uova, ½ bustina di lievito per dolci SG, 1 limone non trattato, 2 pizzichi di sale, 200 ml di latte, 2 cucchiai di zucchero di canna.
Procedimento: separate i tuorli dagli albumi; in una ciotola capiente sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete 1 pizzico di sale, la farina, il lievito, la scorza di limone. Tagliate ogni mela sbucciata in 4 spicchi, riduceteli in fettine sottili e unitene metà al composto. Montate a neve gli albumi con il sale rimasto; incorporateli delicatamente alle mele. Foderate uno stampo di circa 24 cm di diametro. Versatevi il composto, coprite la superficie con le mele avanzate, spolverate con lo zucchero di canna e cuocete la torta per 40’ a 180°. Lasciate intiepidire poi servite cosparsa di zucchero a velo.

Pollo Sol levante

1488636Ingredienti per 2 persone: 6 pezzi di sovra-coscia di pollo (3 cad.), 1 cucchiaio di curry, panna vegetale, 1 cucchiaio di curcuma, olio EVO, aromi per arrosti misti in polvere (meglio se bio), 1/2 bicchiere di vino bianco fermo, sale (facoltativo).
Procedimento: la prima cosa da fare è la marinatura che porterà via circa mezz’ora. In una ciotola a sponde alte mettete le parti di pollo (senza pelle), un bel giro di olio d’oliva, il curry, gli aromi. Mescolate energicamente, coprite con pellicola e mettete al fresco. Preparate un largo tegame a sponde medie (anche la Wok va benissimo), scaldatela bene e versatevi dentro il pollo con la sua marinatura. La fiamma deve essere medio-alta quindi tenete sotto controllo la cottura; girate la carne un paio di volte; sfumate con il vino bianco. Abbassatae la fiamma. A parte preparate la salsa con 4 cucchiai di panna (vegetale, senza lattosio, come preferite…) e la curcuma e mescolate bene. Versatela nel tegame e fatela amalgamare alla carne girandola spesso. Coprite con un coperchio. Se il condimento si dovesse asciugare, aggiungete poca acqua alla volta. Ci vorranno in tutto 40′. Potete servire il pollo con un contorno di germogli di soia appena saltati in padella con poca acqua e 2 cucchiai di salsa di soia (quella con il tappo verde che è meno salata).

FiordiMerluzzo Pachino&OliveTaggiasch

7894245Ingredienti per 2 persone: 800 g di tranci di merluzzo senza spine, 400 g di pomodori pachino, 1 scalogno, 100 g di olive taggiasche, prezzemolo tritato, olio EVO, sale, pepe o peperoncino, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, farina 00, .
Procedimento: lavate e tagliate a tocchetti i pomodori. In un tegame antiaderente mettete lo scalogno tritato finemente a velo, 2 cucchiai di olio d’oliva. Non appena comincerà ad imbiondire, versate i pomodorini, regolate di sale e di pepe (o peperoncino) e cuocetli per una buona mezz’ora. Nel frattempo, infarinate il pesce e cominciate a cuocerlo con poco olio d’oliva. Girate i filetti su tutti i lati poi sfumate con il vino bianco. Abbassate al minimo la fiamma, regolate di sale e pepe, coprite e cuocete per 15 minuti. A cottura ultimata della salsa, versatelain un bicchiere e frullatela per pochi secondi. Non deve essere completamente sminuzzata. Unitela al pesce, aggiungete le olive sciacquate, cuocete per altri 5 minuti in modo che il sughetto avvolga uniformemente il pesce. Girate i filetti da ogni lato con delicatezza.
Servite così… accompagnati da pisellini freschi appena saltati in padella o anche da soli… con una bella spolverata di prezzemolo fresco tritato.

Risotto carciofi e bacon

175787Ingredienti per 4 persone: 350g di riso tipo Carnaroli, 2 carciofi spinosi, 1 fetta di bacon alta 1/2 cm, aglio, cipolla di Tropea, olio Evo brodo vegetale, vino bianco secco per sfumare.
Procedimento: pulite con cura i carciofi e tagliateli a striscioline. scaldate il brodo e nel mentre preparate un soffritto con olio Evo, 1/2 cipolla di Tropea, una punta di aglio tritato. Tostate il riso e quando sarà bello lucido sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco. Lasciate evaporare bene tutto l’alcol e poi cominciate ad aggiungere il brodo. Unite subito i carciofi conservandone una parte. Nel mentre che cuocete il riso tagliate a strisce il bacon e cominciate a scaldarlo in un tegamino antiaderente. Non appena sarà croccante, toglietelo e scolatelo su carta assorbente. nello stesso tegame fate lo stesso con i carciofi. A cottura ultimata, servite il riso con bacon e i carciofi fritti a completare il piatto.

Gnocchi tricolore in salsa allo zafferano

763704Ingredienti per 4 persone: 2 patate medie a pasta gialla, 2 patate medie viola, 300 g di zucca, farina di riso q.b., un uovo, sale, noce moscata, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, 500 ml di panna vegetale, mentuccia fresca, zafferano (2 bustine) o 1 cucchiaino colmo di curcuma se preferite un contrasto più audace.
Procedimento: come primo passo sbollentate le patate (con la buccia) mentre la zucca tagliata a tocchetti andrà preferibilmente cotta a vapore. Dovrete preparare tre impasti separati. Schiacciate le patate con la forchetta o con uno schiacciapatate, badando di sciacquare i residui della verdura precedente per mantenere il colore originale. Fate così anche per la zucca. Battete l’uovo in una ciotola con una macinata di pepe. Ad ogni impasto unite uovo in uguale misura (usate un cucchiaio per non sbagliare), sale q.b., 3 cucchiai colmi di farina. Amalgamate prima con una forchetta e poi con le mani. Se serve aggiungete ancora poca farina. Fate una palla e lasciate da parte passando al composto successivo. Risciacquate sempre le mani nel passaggio. La zucca per sua natura apparirà più umida quindi regolatevi con la farina (senza esagerare). Insaporitela con una macinata di noce moscata e il formaggio grattugiato. Adesso arriva la parte più divertente. In una casseruola sciogliete la panna vegetale con lo zafferano, un pizzico di sale, 2/3 foglioline di menta spezzettata e una macinata di pepe. Tenetela in caldo ma non fatela bollire. Mettete a bollire abbondante acqua salata. Con l’aiuto di due cucchiai modellate degli gnocchi che abbiano una forma simile all’oliva. La famosa “quenelle”… oppure semplicemente fate delle sfere non più grandi di una noce. Lessateli e non appena saliranno a galla, scolateli e serviteli in fondine dove avrete già versato un mestolo di salsa allo zafferano. Guarnite con menta fresca. In alternativa potete anche infornarli in una teglia con fiocchi di burro, una pioggia di grana grattugiato e foglie di salvia fresca. Saranno comunque buonissimi!

Noodles ceci e polpo

4078180Ingredienti per 4 persone: 300 g di noodles, 400 g di polpo già lessato, 200 g di ceci già lessati, curry, 1 scalogno, olio EVO, salsa di soia, peperoncino. 
Procedimento: in un tegame antiaderente mettete un filo d’olio, lo scalogno tritato finemente, poco peperoncino (o nella quantità che riuscite a sopportare). Cominciate  a soffriggere a fuoco basso, unite i ceci e il polpo tagliato a tocchetti. Insaporite per 5/6 minuti. In un’altra casseruola lessate i noodles al dente, scolateli, passateli sotto l’acqua corrente, poi incorporateli al condimento. Aggiungete mezzo bicchiere di acqua di cottura dei noodles. Unite un cucchiaio abbondante di curry. Continuate ad cuocere per altri 2 minuti, A scelta potete anche sfumare con poca salsa di soia (quella non salata… con il tappo verde!) Servite caldi e …brodosi!

Caserecce risottate con cozze salentine e bottarga

2995187Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta tipo caserecce (ho usato la marca Garofalo Gluten-free), 2 manciate di pomodori datterini, 500 g di cozze già pulite, una manciata di foglie di basilico fresco, 2 spicchi di aglio, 1 cucchiaio di bottarga di muggine, olio EVO, sale, 1/2 litro acqua calda o brodo vegetale leggero, 2 cucchiaio di passata di pomodoro. 
Procedimento: in una casseruola a sponde medie mettete un filo di olio, 2 spicchi di aglio e le cozze. Fatele aprire e insaporire per circa 15 minuti. A parte scaldate l’acqua o il brodo vegetale. In una casseruola a sponde alte o in una wok scaldate un filo d’olio e 2 cucchiai abbondanti di passata di pomodoro. Versatevi la pasta cruda e cominciate a insaporire a fuoco medio/basso. Ci vorranno circa 15/20 minuti. La pasta in fase di cottura dovrà sempre essere fluida, all’onda come se stesse cuocendo un risotto. A metà cottura circa unite metà delle foglie di basilico e metà delle cozze, private del guscio. Unite la bottarga. mantecate bene. A fine cottura servite con le cozze rimaste (con il proprio guscio) e basilico fresco.

Questa ricetta è dedicata ad un caro e grande amico amante dei primi di pesce… Francesco questa è per te!

Mini-quiche ricotta e spinaci

quicheminiIngredienti per 5/6 quiche: un rotolo circolare di pasta sfoglia surgelata (esiste anche senza glutine… come la mia), una manciata di spinaci novelli, 200 g di ricotta di pecora freschissima, 1 uovo intere, 50 g di grana grattugiato, Olio evo, 5 pomodori datterini, 2 cucchiai di prezzemolo tritato fresco, sale, pepe, una base in silicone per muffin oppure delle cocotte.
Procedimento: stendete bene il rotolo di pasta sfoglia scongelata e con l’aiuto di un coppa pasta tondo del diametro superiore a quello delle vostre basi, intagliate le forme che andrete a posizionare all’interno precedentemente unte con poco olio o foderate con carta forno. In una ciotola battete le uova con il formaggio, il prezzemolo, gli spinaci crudi (lavati), sale e pepe. Riempite le cocotte di pasta sfoglia con l’impasto ottenuto. Al centro di ogni cocotte inserite un pomodorino intero. Infornate a 180° per 15’/20′ al massimo!